Red Bull, Ricciardo torna sulla strategia di Sochi: “La scelta di montare le medie ci ha penalizzato”

L'australiano boccia la strategia conservativa adottata in Russia dal proprio team

Red Bull, Ricciardo torna sulla strategia di Sochi: “La scelta di montare le medie ci ha penalizzato”

A distanza di qualche giorno, Daniel Ricciardo è tornato sulla strategia (errata) che ha condizionato il Gran Premio di Russia della Red Bull. Rispetto alla concorrenza, il team di Milton Keynes  è stata l’unico a montare pneumatici a mescola media (il compound più duro portato a Sochi dalla Pirelli) su entrambe le monoposto.

Una decisione dettata dalla carambola generatasi alla staccata del lungo rettilineo iniziale, che ha visto protagoniste le due RB12 e la Ferrari di Sebastian Vettel: “Abbiamo provato qualcosa di diverso a causa dell’incidente alla prima curva – ha dichiarato Ricciardo a Motorsport.com – . Questo ha costretto il team ad adottare una strategia differente, che non ha portato buoni risultati”.

La strategia adottata dal muretto della scuderia anglo-austriaca non ha dato i risultati sperati, con entrambi i driver fuori dalla zona punti. Ricciardo ha concluso il GP 11°, mentre Kvyat non è andato oltre la 15ma piazza. Inoltre sia l’australiano che il russo sono stati costretti a un’ulteriore sosta nel corso della gara.

“Da quel momento – ha continuato il pilota di Perth –  la nostra corsa è stata un calvario, abbiamo cercato di adottare una strategia conservativa, ma la macchina scivolava molto. Il tipo di pneumatico utilizzato non ci ha aiutato a rimontare. La nostra gara è terminata dopo la prima curva. Un vero peccato. Ora dobbiamo pensare alla prossima gara. Non dobbiamo più commettere questi errori”.

Piero Ladisa

Segui @PieroLadisa

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati