La RAI rinuncerà alla F1 a partire dal 2018

Arrivano brutte notizie per la trasmissione della F1 in chiaro

La RAI rinuncerà alla F1 a partire dal 2018

Nelle ultime settimane era emersa un’indiscrezione secondo la quale la Rai non avrebbe più rinnovato i diritti per la F1 in chiaro a partire dal 2018. Sfortunatamente queste indiscrezioni trovano conferma in un articolo del quotidiano “la Repubblica” che ha riportato come la TV di Stato voglia rinunciare alla F1 lasciando il via libera totale a Sky che quindi monopolizzerebbe anche la massima competizione automobilistica.
Tuttava non tutto sarebbe perduto in quanto Sky stessa con la MotoGP ha dimostrato di “tenere” al pubblico della TV gratuita trasmettendo nove gare in chiaro ed in diretta sul canale TV8, quindi è probabile che la stessa strada verrà seguita per la F1.

Alla base della rinuncia della RAI ci sarebbe la volontà di puntare alla Champions League (competizione da sempre ambita a tutte le televisioni) che dal 2018 cambierà formato e che quindi risulterà più remunerativa (in primis per l’Italia che dovrebbe avere di diritto quattro squadre). I diritti della Champions equivalgono a qualcosa come 100 milioni l’anno e la TV di Stato sarebbe disposta a pagare ben 40 milioni di euro per avere almeno una partita in chiaro, lasciando a Sky i restanti 60 da versare per le partite rimanenti. Chi ne uscirebbe con le ossa rotte da questa situazione sarebbe la Mediaset, che nonostante l’esclusività della Champions degli ultimi anni non è riuscita a massimizzare i guadagni e che quindi si dedicherebbe solamente alla Serie A, o l’azienda di Berlusconi sta pensando di puntare alla F1? Difficile da dire, quel che è certo è che negli ultimi anni seguire la F1 è sempre più difficile, e con lo sport che sembra sempre più in crisi questo è uno scenario davvero deludente per quella che si definisce come “massima competizione automobilistica”.

Il trend infatti è in discesa un pò in tutto il mondo, dove le pay TV cannibalizzano tanti sport fra cui appunto la F1. Non ci resta che attendere ulteriori novità e perchè no anche una dichiarazione ufficiale da parte di qualche rappresentante della RAI.

Stefano Rifici (@SedyBenoitPeace)

La RAI rinuncerà alla F1 a partire dal 2018
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

21 commenti
  1. pepiona

    3 dicembre 2016 at 20:22

    Li vedevamo a metà anni 70, che quasi nessuno sapeva cos’era la F1

  2. kyughs

    3 dicembre 2016 at 20:46

    “Rai=TV Gratis?” Ma dico vi siete bevuti il cervello?
    Il canone Rai costa quasi più di un abbonamento Sky!!!!

    • Mattia.

      3 dicembre 2016 at 21:14

      O a te l’abbonamento sky lo regalano, oppure hai serie difficoltà con le addizioni.

      • kyughs

        3 dicembre 2016 at 21:48

        Ho fatto il paragone dal momento che la Rai la guardo solo in occasione dei GP di F1….dunque…

    • Gianluca D'Alessandro

      4 dicembre 2016 at 10:38

      Beh, tecnicamente la Rai è gratis, il canone è la tassa sul possesso di uno strumento capace di ricevere frequenze radio-televisive 🙂 Quindi tu non paghi per la Rai, ma per il possesso della TV o quel che hai

      Detto ciò, Sky TV di base costa 19,90 euro/mese (e quella è obbligatoria), moltiplica per 12 e sei sopra i 200 euro. Aggiungici il pacchetto sport che sono 14 euro, moltiplica per 12 e sono più di 150 euro. Aggiungici l’HD che sono altri 6 euro al mese e sono più di 60 euro l’anno. E questo solo per poterti vedere la F1, arrivando alla modica cifra di 478.8 euro.
      Immagina se tu avessi voglia di comprare anche il pacchetto cinema e compagnia bella. Ovviamente non dimentichiamoci i costi per il MySky e buttiamoci dentro pure i costi per Sky Go Plus, perché il limite dei due dispositivi con Sky Go normale è ridicolo.

      Il corrispettivo del canone si attesta intorno ai 100 euro, poco più.

      Insomma, “Il canone Rai costa quasi più di un abbonamento Sky!!!!” non direi.

      Poi se uno vuole parlare della qualità del servizio sono altri discorsi 🙂

      • Gianluca D'Alessandro

        4 dicembre 2016 at 10:53

        Il commento sui costi magari può essere utile anche agli altri per farsi un’idea sui costi per passare a Sky per vedere la F1 🙂

    • fabien

      4 dicembre 2016 at 20:03

      Devi essere un vero fenomeno in matematica, complimenti alla tua maestra, 1+1 fà 11 uahuahuahuah ciao scienziato!

  3. BlackPanther

    3 dicembre 2016 at 21:29

    Quindi posso smettere di pagare il canone per spedire Mazzoni&co. in giro per il mondo?

  4. AndreaVE

    3 dicembre 2016 at 22:44

    Che schifo!!! E fu così che lo streaming dilagò!!!

    • lucaraikkonen

      3 dicembre 2016 at 23:07

      Bloccheranno anche quello chetticredi.. Murdoch dominerà il mondo.. come darth vader.

  5. Magu

    4 dicembre 2016 at 00:23

    io i gp che i pezzenti della RAI davano in differita gli ho visti tutti in diretta in steaming..ed erano più interessanti col commento in inglese invece che ascoltare Mazzoni,Bruno e company…certo non mi mancherà di non vedere Stella Bruno…

    • Gianluca D'Alessandro

      4 dicembre 2016 at 10:41

      Per la TV inglese consiglio Channel 4, veramente un palinsesto ben fatto per la F1. Tra l’altro sono molto imparziali, ad esempio su Hamilton nell’ultima gara ci sono andati giù anche in modo deciso, hanno fatto anche delle critiche, mentre su Sky UK (ottimo come qualità del servizio ecc) sono veramente di parte, ma questo chiunque te lo può dire 🙂

  6. Daytona

    4 dicembre 2016 at 00:38

    Sempre peggio..
    La qualità dei servizi Sky è di tutt’altro livello rispetto a quella della tv-spazzatura di stato,non guardo la RAI dal primo giorno in cui la F1 è passata alla PayTv però capisco bene chi si inc***a perché non vuole o non può pagare Sky.
    Il furto del canone serve a pagare i lauti stipendi di conduttori e dirigenti incapaci in cambio di una programmazione a dir poco vergognosa,quando invece dovrebbe garantire un prodotto di qualità,uno schifo (un’altro..) tutto italiano!

  7. rossa27

    4 dicembre 2016 at 08:23

    Ma scusate in rai oltre ad un canone ( che tutti dovrebbero pagare) di più di € 100 si prendono anche i soldi della pubblicità ( che non è poca) quindi secondo me incassano molto più di Sky .. dove cavolo li spendono tutti sti soldi … a si in ingaggi stratosferici per conduttori di programmi come Sanremo , isola dei famosi , letizzetto , etc etc ….. spendessero meglio i nostri soldi ……

    • Gianluca D'Alessandro

      4 dicembre 2016 at 10:48

      Il problema non è che non hanno i soldi per pagare la F1, il problema è quanti ne vengono offerti.

      La Rai potrebbe benissimo pareggiare l’offerta di Sky, ma secondo te la Rai va a spendere 80milioni l’anno per trasmettere la F1 in esclusiva come farà Sky dal 2018? Ovvio che se in un anno ricavi più di 450 (almeno eh) euro da cliente come Sky puoi muoverti diversamente e acquistare più esclusive.

      I soldi ci sono, è che non vogliono spenderne così tanti per un prodotto che, secondo loro, non li vale. Ma la stessa cosa vale anche per Mediaset con la MotoGp. Purtroppo le PayTV stanno alzando sempre più l’offerta a Bernie e Bernie, ovviamente, intasca chi gli offre di più. Sky offre tanto, Dorna e Bernie accettano.

  8. Ray74

    4 dicembre 2016 at 08:39

    …era l’unico motivo per cui si dovesse pagare il canone ,cmq non inquadravano mai le rosse ,meglio perderla una regia internazionale così…

  9. hero

    4 dicembre 2016 at 10:36

    Ennesimo schiaffo ad uno sport che ormai non interessa più a nessuno…

  10. Cobra

    4 dicembre 2016 at 13:54

    Mediaset, col caso vivendi, non ce la farebbe neanche lei a sostenere i costi di uno spesato esoso come la F1. Peccato, ricorderemo con piacere tutti i telecronisti, da Poltronieri, passando per De Adamich e per concludere con Mazzoni, anche se quest’ultimo è stato un pò leggermente criticato di più rispetto ai precedenti colleghi. Fa niente, speriamo di vedere il WEC o la Formula E completamente in chiaro, anche se ne dubito fortemente…

  11. _frank_

    4 dicembre 2016 at 20:12

    Certo, s’andremo, fazzzio, sballando e l’isola d’istic@zzi costano troppo…

  12. W McLaren

    5 dicembre 2016 at 13:01

    Ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah mi viene da ridere, che tv di Stato che abbiamo.

  13. Hellviz

    7 dicembre 2016 at 00:46

    Un abbraccio notizia davvero tristissima, che purtroppo non dipende dalle possibilità economiche della Rai ma dal sistema F1 in generale e dalle meccaniche di mercato collegato alla visione dei GP. I Gran Premi senza il “cordiale saluto” di Mazzoni non saranno più gli stessi… Anche se devo ammettere che la Rai aveva molti buchi di professionalità nel commento… momento di silenzio, stacchi pubblicitari con voci fuori campo… robe da telecronache sportive di reti private locali…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati