Il Pirelli P Zero Silver supera la prova difficile della Malesia

Strategia di tre soste altamente probabile

Il Pirelli P Zero Silver supera la prova difficile della Malesia

Per la prima volta in questa stagione, il nuovo pneumatico Pirelli P Zero Silver hard è entrato in azione in Malesia: soluzione ideale per il caldo e l’umidità che caratterizzano il circuito di Sepang, dove oggi le temperature del tracciato hanno raggiunto i 47 gradi centigradi.

Il pilota della McLaren, Lewis Hamilton, ha segnato il miglior tempo nella prima sessione di prove libere di questa mattina, 1m38.021, montando proprio il P Zero Silver hard.

Con condizioni metereologiche incerte, molti piloti hanno sfruttato la possibilità di effettuare durante la prima sessione di prove libere molti long run sulle gomme dure. Solo i piloti della Scuderia Caterham, Vitaly Petrov e Heikki Kovalainen, hanno scelto pneumatici P Zero White medium per la prima sessione di prove libere, girando rispettivamente per nove e tre giri.

Le condizioni di asciutto hanno caratterizzato anche la seconda sessione di prove libere, ed i piloti hanno utilizzato sin dall’inizio entrambe le soluzioni portate in Malesia da Pirelli, gomma dura e gomma media. Anche in questa sessione, Hamilton ha fatto registrare il tempo più veloce, 1m38.172s, questa volta montando la gomme media, P Zero White.

Il direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery, ha detto: “A causa delle incerte condizioni del tempo e dell’asfalto abrasivo, il degrado della gomma è qui maggiore rispetto a quello visto a Melbourne. La gomma dura si è ben comportata nei giri lunghi, ma dovremo analizzare tutti i dati a nostra disposizione per poter stabilire quanti giri dura una gomma e quanti pit stop possiamo attenderci in gara. La nostra prima impressione è che una strategia di tre soste sembra altamente probabile e, finora, vi è stata una differenza di circa 0,5 secondi tra le due mescole, ma la pista tenderà a modificarsi ulteriormente prima della gara. Le sessioni di oggi sono state estremamente importanti per le squadre, che hanno potuto effettuare long run utili a determinare il punto di crossover tra le due diverse soluzioni, e a capire quale pneumatico utilizzare in gara”.

Numeri Pirelli del giorno:

Set usati complessivamente:

Hard 53
Medium 25
Intermedie 0
Wet 0

Maggior numero di giri per mescola:

Hard 15
Medium 15
Intermedia 0
Wet 0

Il fatto Pirelli del giorno

L’indice di morbidezza relativa di ciascun pneumatico: se si prende come riferimento la gomma supersoft (invariata rispetto al 2011), la gomma morbida è del 10% più dura, la media del 25%, la dura del 31%. Lo scorso anno, la gomma morbida era del 25% più dura rispetto alla supersoft, mentre la gomma hard lo era del 70%. Queste percentuali illustrano quanto le diverse mescole siano state avvicinate con l’obiettivo di aumentare le possibilità di strategia.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

4 commenti
  1. Mao

    23 Marzo 2012 at 15:01

    Ho un sassolino nella scarpa da togliere riguardo la Pirelli : di italiano in F.1 quest’anno c’è ben poco (zero piloti!!!); queste gomme sono, se non erro costruite in Turchia, e gia’ questo… Come portavoce non potevano mettere un bel … bergamasco (con tutto il mio sincero rispetto x i bergamaschi), con il loro stupendo accento, invece di sto… non ricordo nemmeno il nome, che parla come Ollio ???? Viva l’Italia, e che diamine !!!

    • Mattia

      23 Marzo 2012 at 15:32

      Paul Hembery non è il portavoce della Pirelli, ma il capoccia del reparto Formula 1 (o reparto corse) della Pirelli.

    • Tiziano

      23 Marzo 2012 at 19:25

      No perchè se mettevi un Bergamasco come direttore le F1 giravano con le betoniere al posto delle ruote.

  2. Mattia

    23 Marzo 2012 at 15:33

    Credo che si potrà dire che la Pirelli avrà superato la prova della Malesia solo dopo la gara (sempre che non piova).

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati