Hulkenberg: “Perez ha rifiutato la Renault perchè spera nella Ferrari”

Sulla scelta di andare a Enstone: "Ho sempre voluto guidare per un costruttore"

Hulkenberg: “Perez ha rifiutato la Renault perchè spera nella Ferrari”

Dopo cinque stagioni disputate come titolare in Force India, Nico Hulkenberg si appresta a lasciare il team di Vijai Mallya. Il prossimo anno il tedesco vestirà i colori della Renault, squadra in attuale difficoltà ma che promette grande crescita per il futuro e una netta volontà di tornare protagonista nel Circus. “Da quando sono in Formula 1 ho sempre voluto guidare per un costruttore – ha spiegato Hulkenberg Ad Auto Motor und Sport, – e ora questa è una buona opportunità.”

La Renault, riferisce il tedesco, nei mesi scorsi era stata in trattativa anche con l’attuale compagno di Hulkenberg, Sergio Perez. Il quale però ha rifiutato le offerte del team di Enstone per restare in Force India, Fedeltà nella scuderia anglo indiana? Secondo Hulkenberg, c’è dell’altro. “Potrebbe averlo fatto sperando di andare in Ferrari” ha rivelato il pilota tedesco.

La Renault infatti ha ingaggiato Hulkenberg con un contratto di due anni estendibile per una ulteriore terza stagione, e con ogni probabilità avrebbe riservato il medesimo trattamento a Perez. Il messicano, però, preferisce essere libero e rinnovare il proprio contratto annualmente, per poter lasciare la Force India in ogni momento. Secondo quanto sostiene Hulkenberg, Perez spera nella chiamata della Ferrari a fine 2017, quando scadrà il contratto di Kimi Raikkonen e la Rossa dovrà cercare un sostituto.

Lo stesso Hulkenberg, in passato, era stato assai vicino a Maranello, salvo poi venire soppiantato dallo stesso Raikkonen nella scelta dei vertici del Cavallino Rampante. “Le porte degli attuali top team per me sono chiuse, in questo momento” ha spiegato il tedesco. Che comunque afferma di non aver lasciato la Force India per via dei problemi economici della scuderia. “Non ho paura per il loro futuro. Da quando sono qui ci sono sempre state voci el genere, ma la squadra e Vijai sono ancora lì“.

Lorenzo Lucidi

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Federico Barone

    28 ottobre 2016 at 19:54

    Giusta la sua decisione (e quella della Renault) per il futuro. Comprensibile e giusta anche quella di Perez. Auguri ad entrambi.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati