Hembery: “La F1 si sta scavando la fossa da sola”

Il responsabile Pirelli vorrebbe gare con più sorpassi e duelli

Hembery: “La F1 si sta scavando la fossa da sola”

Infastidito dalle continue critiche indirizzate al Grande Circo a ruote scoperte Paul Hembery ha lanciato l’allarme.

Se non si correrà immediatamente ai ripari per la categoria si metterà molto male.

“Si sentono una miriade di commenti pungenti sul fatto che la F1 sia ormai diventata noiosa, quindi se non facciamo attenzione finiremo per parlare di qualcosa che nessuno è più interessato a guardare – ha affermato al Guardian di Manchester il responsabile Pirelli – Stiamo davvero rischiando di scavarci la fossa da soli. C’è troppa negatività nell’aria. Proseguire nella direzione attuale significherebbe avere il ritorno che abbiamo ora, il che è inacettabile”.

“Una delle cause dell’allontamento sono i recenti cambiamenti regolamentari, in particolare quelli tecnici, che non hanno funzionato per nessuno fuorché per la Mercedes, inoltre abbiamo perso il rumore, da sempre simbolo del nostro sport, creato nuove criticità a livello di motore e fatto aumentare i costi – ha proseguito nel ragionamento il britannico – Ciò che quindi dovremmo fare è riaccendere l’appeal favorendo i sorpassi e le battaglie epiche tra i piloti”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

9 commenti
  1. Federico Barone

    13 Dicembre 2015 at 22:31

    Hembery: “La F1 si sta scavando la fossa da sola” …e noi le stiamo dando una mano.

  2. Roby Bad

    13 Dicembre 2015 at 22:45

    Sicuramente ci sono fattori che remano contro lo spettacolo e l’agonismo…
    Circuiti nuovi dove è difficile sorpassare…
    Motori che fanno il rumore di un trattore…
    Macchine tutte uguali e progettisti con le mani legate… (ma quanto erano belle le F1 anni ’70 tutte diverse… anche con sei ruote…)
    piloti che ubbidiscono alla scuderia come robot senza personalità…
    piloti limitati in gara per non consumare benzina, motore, cambio… sorpassano solo su comando del box… (Gilles oggi verrebbe licenziato al primo gran premio)…
    compagni di squadra che non duellano più tra loro…
    penalità assurde e retrocessioni in griglia solo per cambi di motore…
    penalità al minimo contatto di gara…
    da decenni seguo la F1 ma ammetto di annoiarmi non poco ultimamente…!!!

  3. Aanto

    13 Dicembre 2015 at 23:47

    Regolamenti assurdi, auto assurde, penalità assurde, autodromi assurdi in paesi assurdi. Che nostalgia per la vecchia Hockenheim, Imola ecc. ecc. con prati e tribune stracolme di appassionati. C’era emozione ed entusiasmo che bastavano per alimentare la passione per questo sport. Ora per macinare soldi hanno bisogno di piloti “personaggi”, di piloti paganti, di circuiti paganti, di tv paganti. Non è più uno sport, ma uno spettacolo degno di un circo…infatti si chiama C ircus. Spero che chiuda presto i battenti.

  4. kimi-kimino

    14 Dicembre 2015 at 09:33

    A me questa F1 2.0 fa veramente schifo. Però il problema non sono i sorpassi. Oggi ce ne sono molti di più di 10 anni fa. quello che manca sono le rivalità in pista e l’assenza di due o tre scuderie che potevano vincere qualche gp in più nella stagione, creando più spettacolo e più incertezza.

  5. Tony1973

    14 Dicembre 2015 at 09:48

    F1 per soli ricchi….quando dovrebbe essere popolare, i ragazzini non si appassionano più a questo sport e solo i vecchi appassionati rimangono ancora appesi alla speranza che cambi qualcosa.
    “Brividi sulla pelle in tribuna per il passaggio di questi bolidi”,adesso sembra di vedere la formula Porsche.
    Per lo meno si sorpassano e sportellano!!!!
    Troppi interessi tra 5 anni nessuno la guarderà più…..evviva il sistema!!!!!!!

  6. cpJack

    14 Dicembre 2015 at 11:16

    tra tutti i commenti non ho letto delle gare in tv a pagamento , vi pare poco ? forse non si rendono conto ancora di quanta visibilita’ hanno perso , sky viene a dire che l’odiens e’ aumentato ? e ci credo la stessa cosa la fanno vedere tante volte………

  7. piciacia

    14 Dicembre 2015 at 11:37

    ecco appunto, l ultimo commento fa il punto esatto, le gare a pagamento, ormai tutto e a pagamento e questo ha creato il 70% del problema di odience. I sorpassi ci sono, quello che manca sono i personaggi o meglio la personalità e rivalità feroce. Nessuno ricorda che prima di Senna la Formula uno era morta e con l arrivo di Senna ma soprattutto della rivalità con Prost le cose sono cambiate radicalmente; i piloti erano diventati stelle, eroi. Bisogna creare quel clima, le macchine possono essere anche 2 cilindri turbo ma se avessimo Senna e Prost e soprattutto le gare in tv gratis, ritroverebbero lo spettacolo della formula 1 con migliaia di spettatori, dentro e fuori i circuiti..

    • Federico Barone

      14 Dicembre 2015 at 14:22

      Beh, a dire il vero io non ricordo che la F1 fosse morta, prima dell’arrivo di Senna… anzi. I piloti (purtroppo) morivano, ma non la F1.

      E a proposito di eroi io mi ricordo ancora di Lauda, Fittipaldi, Hunt, Andretti, Peterson, Scheckter, Stewart, Villeneuve, oltre ad altri nomi (Watson, Brambilla, Wilson, Regazzoni, Patrese, Piquet, Jones, Prost, Jabouille, Jarier, Laffite) ed altri che ora mi sfuggono.

      No, si stava bene anche prima di Senna.

  8. Pedro33

    14 Dicembre 2015 at 14:04

    ma che cavolo ma abbonatevi a sky… ma volete paragonare una gara con vanzini che su quella mexda di rai?? ma preferisco pagare!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati