Hamilton: “I test di Silverstone sono importanti”

"Saltarli non è positivo, anche perché avevamo pianificato di provare alcuni aggiornamenti"

Hamilton: “I test di Silverstone sono importanti”

Se l’opinione comune nel circus è che la punizione inflitta alla Mercedes dopo il caso dei test segreti Pirelli sia di lieve entità, la pensa diversamente Lewis Hamilton. Saltare i rookie test a Silverstone non è positivo.

“Si tratta di un test importante durante l’anno – ha dichiarato nel corso di una conferenza stampa a Brackley -. Importante anche perché abbiamo pianificato tante cose, gli aggiornamenti e altro che speravamo di testare in quei tre giorni”.

“Sono test importanti quelli anche per testare le gomme, per sapere a che punto si trovano e per ottenere un feedback in modo da continuare a lavorare sugli sviluppi e migliorare al simulatore – ha proseguito -. Sicuramente saltarli ci crea qualche difficoltà e rischiamo di rimanere indietro. Stiamo cercando di capire come recuperare in qualche altro modo”.

Hamilton ha poi aggiunto che ha deliberatamente cercato di non farsi coinvolgere nelle questioni della FIA, anche se è stato regolarmente aggiornato sulla situazione e su tutti i suoi sviluppi.

“Ad essere onesti, ho fatto del mio meglio per non dare molto peso a tutto
– ha spiegato -. Ross mi ha aggiornato, ma io cercavo di concentrarmi solo sulla prossima gara”.

Un pensiero, infine, è rivolto al team e all’impegno profuso per rendere la monoposto sempre più performante.

“La squadra ha svolto un ottimo lavoro e noi finora ci troviamo in una buona posizione, quindi se siamo in grado di migliorare ancora sarebbe fantastico. Il team ha lavorato duramente per ottenere i risultati che poi abbiamo avuto, quindi sarebbe stato un peccato vanificare tutto”, ha concluso.

Lorenza Teti

Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

15 commenti
  1. ivan

    25 Giugno 2013 at 17:09

    …avete un fazzoletto??? piange il poverino..

  2. -Leon-

    25 Giugno 2013 at 17:17

    certo si sono impegnati tantissimo…..
    trovare un aeroporto isolato, comprare tute bianche, caschi nuovi uno bianco e uno nero, camion senza loghi mercedes…… ecc

    giustizia sarebbe stata fatta se alla mercedes toglievano tutti i punti campionato costruttori, 100 milioni di multa, e ross brown a casa per 5 anni e magari un test extra da far fare alle altre scuderie, ma con ingegneri di pista e piloti titolari.

    non so come la pensate voi ma x me il testgate x certi aspetti e peggio della spystory del 2007, e con la mclaren e con ron dennis non ci andarono così leggeri.

  3. michele

    25 Giugno 2013 at 19:12

    Hamilton corre senza paura,
    Hamilton vola nel vento,
    Hamilton cammina sulle acque,
    Hamilton e il suo coraggio,
    Hamilton che viene fuori dalla pioggia,
    Hamilton ed il suo orgoglio,
    Hamilton punge come unìapre,
    Hamilton vola come un farfalla,
    Hamilton contro tutti,
    tutti contro Hamilton.

    Hamilton driving without fear,
    Hamilton flying in the wind,
    Hamilton walking on the waters,
    Hamilton and his courage,
    Hamilton, coming out of the rain,
    Hamilton and his pride,
    Hamilton stings like a bee,
    Hamilton flies like a butterfly,
    Hamilton against all,
    all against Hamilton.

  4. frosco

    25 Giugno 2013 at 20:00

    Posso dirla una cosa????? Onestamente i piloti di “grido” mi stanno deludendo sempre più… Almeno dal lato umano… :D.
    Prima Vettel che si comporta da idiota in Malesia e fa ogni tanto il bambino chiedendo il cambio delle gomme per il troppo degrado; Alonso che non si assume mai la sua responsabilità quando succedono gli incidenti… Non è mai colpa sua. è sempre colpa della sfortuna o degli altri.
    Hamilton, oltre ad essere stato un bugiardo in più di una circostanza, adesso cerca di difendere la Mercedes quando è indifendibile. Concordo con Leon circa la pena: 5 anni a Brawn, 100 milioni di multa e squalifica dal campionato costruttori.
    Ci manca solo Raikkonen per completare il minestrone (mi auguro però che non succeda).
    E pensare che io questi piloti li ho sempre stimati!!!! Sono un illuso… E basta… :(. Saranno pure forti in pista ma non mi piacciono assolutamente dal lato umano… XD

    • Max Bassanet

      25 Giugno 2013 at 21:00

      ti sei dimenticato di dire una piccola cosa :
      tutti ,ma dico tutti, i piloti venderebbero la madre per i soldi.

      • Lollo.86

        25 Giugno 2013 at 23:01

        Max Bassanet secondo me è frase un po’ troppo ingiusta nei loro confronti.
        Ad esempio Hamilton disse “Nel 2007 in Brasile scesi dalla macchina inca****o col mondo intero, avevo appena perso il mondiale. Sono rientrato nei box e ho visto mio fratello: ci sono cose più importanti di un mondiale di F1.” Se non lo sai Nicolas Hamilton ha dovuto superare una paralisi celebrale prima di poter arrivare a gareggiare. Con ciò voglio dire che i piloti hanno sentimenti profondi.

    • ale

      25 Giugno 2013 at 23:23

      no…ora che venderebbero la madre per…per favore…

      io invece dico….ma a te se ti offrono 10-20…30 milioni di euro sei sicuro che magari in certe occasioni non tendi a soddisfare chi ti ha dato tutti quei soldi?

      cmq dai…resta convinto nelle tue tesi

  5. martinelli.davide

    25 Giugno 2013 at 21:00

    Spero che sto falsone ipocrita non capiti mai neppure per sbaglio alla Ferrari !

    • ale

      25 Giugno 2013 at 23:25

      non offendere Hamilton che è l’unico pilota che se mette il culo su una macchina la fa andare forte davvero nonostante tutto, e non tirare fuori alonso e altri, Hamilton è un fuoriclasse non solo come guida anche come intelligenza sul set-up della macchina, mentre alonso diverse volte scazza e poi compensa con doti di guida straordinarie

    • Ele (mclaren)

      25 Giugno 2013 at 23:42

      ..ahahahha che ridere..proprio voi che avete Alonso….dai va là…

      Non offendere Lewis,,per la persona che è …per il pilota che è…!!!!

    • Lollo.86

      25 Giugno 2013 at 23:45

      Martinelli.davide avrai detto la stessa frase quando Fernando Alonso disse “La scuderia di Maranello non mi ha mai cercato, ma io del resto non ci sarei andato: preferisco correre con un altro team e battere le rosse. Anche perché ho l’impressione che la Ferrari sia sempre leggermente favorita rispetto alle altre scuderie.” Ora adorate un pilota che ha criticato la Ferrari in passato. Quindi non so chi sia tra i due il più falso.

      • martinelli.davide

        26 Giugno 2013 at 07:41

        Non mi sembra di aver parlato di Alonso, che se é per questo é stato implicato anche lui nella spystory e nel crashgate. Dico solo che Hamilton non perde occasione per fare dichiarazioni assurde senza prendersi mai le responsabilità di quello che fa, e quello che ci rimette di più é proprio lui. Non metto in dubbio le sue capacità velocistiche, che comunque hanno fatto aumentare le quotazioni sia di Button che di Rosberg. Ma il fatto che nega l’evidenza, anche Rosberg si é prestato a questo test, ma mi sembra che abbia avuto il buon gusto di non commentare una sentenza sportiva, che é stata così blanda solo perché si aveva il terrore che la Mercedes facesse armi e bagagli e minacciasse il ritiro.

      • Ele (mclaren)

        26 Giugno 2013 at 14:15

        “Hamilton non perde occasione per fare dichiarazioni assurde senza prendersi mai le responsabilità di quello che fa….”

        ..invece è modesto il ragazzo e le sue responsabilità se le prende…nel gp di Montecarlo ’13 forse ti sei dimenticato ke ha ammesso palesemente che era lui ad avere dei problemi e non la vettura…che è colpa sua se non è riuscito ad essere all’altezza della situazione..

        mentre qualcun’altro dice..quando si vince sono IO che vinco..quando si perde è LA SQUADRA che perde…
        così è facile la vita!

    • Ele (mclaren)

      26 Giugno 2013 at 11:48

      detto come hai scritto tu..sembra che in Ferrari ci vanno solo i “puri ed immaccolati”…guarda Lewis per fortuna ke non è arrivato a Maranello..l’avreste solo rovinato…

  6. Lollo.86

    26 Giugno 2013 at 10:58

    In queste dichiarazioni, Hamilton dichiara semplicemente cosa compromette il non poter fare i 3 giorni di test e non giudica la sentenza sportiva. E poi voglio ricordare che qualsiasi pilota rimane pur sempre un dipendente di un’azienda e per tale non dovrebbe fare dichiarazioni contro a chi lo paga.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati