Grosjean: “Sono consapevole dei rischi e ho pagato il prezzo per i miei errori”

Il francese spera che da ora sia "tutta un'altra storia"

Grosjean: “Sono consapevole dei rischi e ho pagato il prezzo per i miei errori”

Romain Grosjean ha affermato che l’unico modo per dimostrare di aver imparato la lezione dal suo ultimo incidente è quello di evitarne un altro nel GP di Corea.

Il francese è sotto pressione e vuole evitare altri contatti in partenza, dopo essere stato squalificato dal Gran Premio d’Italia e dopo aver avuto un polemico scontro con Mark Webber a Suzuka.

Quel momento ha avuto come conseguenza una convocazione post-gara per confrontarsi con Webber negli uffici del team Lotus e per affrontare eventuali sanzioni.

In vista del Gran Premio di Corea, ha dichiarato: “Credo che non avere alcun contatto al primo giro sia uno dei principali obiettivi.”

“Ci vuole un pò di tempo, le cose sono andate male. Ma io sono consapevole del rischio in partenza.”

“L’incidente a Spa è stato abbastanza impressionante e sono stato il primo ad essere felice che Fernando non si sia fatto nulla.”

“Con la squadra ho parlato molto: non sono contenti, e io non sono contento di come ho affrontato i primi giri. Ci sono 550 persone che lavorano duramente a Enstone e se si rovina tutto al primo giro, non è buono.”

Grosjean ha confessato di avere chiesto scusa a Webber e sembra che il problema fra i due si sia risolto.

“Mark è venuto a trovarmi, e ho capito che non era felice.”, ha spiegato. “L’unica cosa che potevo fare era chiedere scusa. Sono rimasto molto dispiaciuto e spero che ora sarà tutta un’altra storia.”

Webber stesso ha confermato che la questione è stata chiusa.

Gianluca Latina

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

10 commenti
  1. bellerofonte81

    11 Ottobre 2012 at 11:58

    “Ci sono 550 persone che lavorano duramente a Enstone e se si rovina tutto al primo giro, non è buono.” Io aggiungo che ci sono altre 5000/6000 persone che lavorano duramente in tutta la formula 1 e tu non puoi permetterti di distruggere il lavoro degli altri oltre che del tuo team. IDIOTA!!

  2. Aanto

    11 Ottobre 2012 at 12:32

    Se continuano a tenerti in squadra con questi pessimi risultati, penso che il problema sia rappresentato dai dirigenti…

  3. Ele (mclaren)

    11 Ottobre 2012 at 12:44

    ..ormai sta diventando la barzelletta di se stesso…speriamo migliori perchè il potenziale ce l’ha.. 😉

  4. K20™

    11 Ottobre 2012 at 12:53

    Mah, direi che lo sperano un po’ tutti Romain.
    Lo vedo comunque bene per i prossimi anni

  5. fullo

    11 Ottobre 2012 at 13:08

    Salve a tutti.
    Secondo me verrà mandato via prima di fine stagione. Ovviamente dipende tutto da lui. Se dovesse provocare un altro incidente al via, sono sicuro al 90% che verrà liquidato istantaneamente. Probabilmente faranno fare le gare rimanenti al buon belga (che se non altro non distrugge la macchina).
    Distruggere un telaio di una Formula 1 costa parecchio.

    • luciano

      11 Ottobre 2012 at 13:23

      fortunatamente i telai non di distruggono con incidenti cosi… ma non arrivare a fine gara costa ancor di piu in visibilità… gli sponsor pagano per tutta la gara, non per un solo giro..

      • darkup

        11 Ottobre 2012 at 15:49

        Beh se vogliamo metterla in questi termini, le immagini dei suoi incidenti, sia foto che video, sono spesso sotto la lente di ingrandimento dei media, quindi…

  6. CECCO

    11 Ottobre 2012 at 13:30

    Deve ringraziare il santo che ti protegge… ci sono stati piloti che per molto meno sono stati silurati dal proprio team

  7. Turez83

    11 Ottobre 2012 at 13:46

    Eppure ha dimostrato di essere un buon pilota,in diverse circostanze..da notare le sue performance in qualifica..in gara (se supera la partenza) cerca di fare il suo lavoro..Io (come in molti) l’ho criticato duramente.Perchè non ho condiziona la sua di gara..ma coinvolge anche gli altri piloti che si trova davanti.Fino a qualche anno fa..il piazzamento in griglia era fondamentale..ma adesso se hai una buona strategia e la tua vettura si comporta bene con le gomme..non devi vanificare tutto il lavoro alla prima curva.Distratto.

  8. mik71

    11 Ottobre 2012 at 15:03

    Ma che razza di dichiarazioni sono? Un bambino di 6 anni avrebbe detto delle cose meno banali:

    “Credo che non avere alcun contatto al primo giro sia uno dei principali obiettivi.”
    – Guarda che stai correndo il mondiale di F1, non stai facendo una corsa con modellini RC.

    “Ci vuole un pò di tempo, le cose sono andate male. Ma io sono consapevole del rischio in partenza.”
    – Ci vuole un pò di tempo per cosa? La superlicenza ce l’hai o l’hai comprata?

    “L’incidente a Spa è stato abbastanza impressionante e sono stato il primo ad essere felice che Fernando non si sia fatto nulla.”
    – Ci mancherebbe solo che sperassi di avergli fatto male!

    “Con la squadra ho parlato molto: non sono contenti”
    – Di sicuro non fanno i salti gioia: più che scontenti saranno incazzati neri (come la tua macchina)

    “Ci sono 550 persone che lavorano duramente a Enstone e se si rovina tutto al primo giro, non è buono.”
    – Ma dai!! Dici davvero?

    “Mark è venuto a trovarmi, e ho capito che non era felice.”
    – Perspicace il ragazzo….

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati