GP Italia di F1, due zone DRS indipendenti a Monza

GP Italia di F1, due zone DRS indipendenti a Monza

Secondo indiscrezioni ci saranno due zone DRS indipendenti durante il weekend del GP Italia di Formula 1 a Monza. Due zone per il sorpasso sono state utilizzate anche a Montreal e a Valencia ma, a causa della complessità di funzionamento del sistema per la FIA, in quelle due occasioni fu inserito un solo activation point.

Le due zone indipendenti per l’attivazione dell’ala mobile posteriore a Monza permetteranno ai piloti di avere due ottime chances di soprasso in ogni giro.

Sul circuito brianzolo, la prima zona DRS sarà sul rettilineo principale, e la seconda nel lungo tratto che porta alla Ascari.

GP Italia di F1, due zone DRS indipendenti a Monza
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

36 commenti
  1. strige

    30 agosto 2011 at 17:57

    il drs, a monza che è una pista scarica, a che serve? mi volete dire che ci sono squadre che mettono carico? bisogna essere impazziti o sbaglio io?

    • Fernando

      30 agosto 2011 at 17:59

      … vorrà dire che metterenno anche i retrorazzi per farli decollare 😀
      Battuta a parte, penso che a Monza il DRS conti davvero poco, il carico usato è ridottissimo. Concordo con te

    • Mechè (tifoso Ferrari)

      31 agosto 2011 at 00:54

      esatto infatti l anno scorso anche f duck aveva un effetto praticamente nullo…se non ricordo male

      • Gh

        31 agosto 2011 at 02:32

        Quack! Duct 🙂

    • ridas22

      31 agosto 2011 at 18:39

      Infatti, pensavo non lo usassero a Monza 🙂

    • Gennaro

      1 settembre 2011 at 00:11

      Se ricordi lo scorso anno button usò un ala leggermente carica rispetto al suo compagno di squadra e ad alonso.. in generale un pò tutte le squadre erano indecise se caricare minimamente l’ala posteriore o correre completamente scarichi.. quest’anno con il drs decidere sarà molto più semplice.

  2. gonzo

    30 agosto 2011 at 17:58

    penso che a monza – visti gli assetti usati dalle monoposto sul circuito italiano – il drs non darà i risultati sperati…

  3. Jack

    30 agosto 2011 at 18:04

    Credo che abbiano inserito due zone DRS proprio perché una avrebbe cambiato di poco il tempo sul giro…
    Comunque una pista totalmente scarica non esiste, un po’ aiuta sempre.

  4. massj

    30 agosto 2011 at 18:09

    col drs il guadagno a monza sarà di 3 o 4 km/h poca roba… lontani i tempi i cui si andava oltre i 360 km/h!

    • jumpy

      30 agosto 2011 at 19:26

      eh si purtroppo…..e purtroppo credo anche che non si toccheranno mai più quelle velocità….

  5. AndroValdastere

    30 agosto 2011 at 18:22

    concordo. Servirà a poco, ma l’alettone posteriore, persino a Monza, non è del tutto parallelo al suolo. Un minimo di carico devi metterlo sempre, altrimenti alla parabolica e si finisce inesorabilmente fuori.

  6. mirco

    30 agosto 2011 at 18:31

    SU UNA PISTA DI QUESTO CALIBRO CHE IL CARICO AERODINAMICO E AL MINIMO IL DRS NON CREDO INFLUISCA PIU DI TANTO QUELLO CHE INFLUISCE A MONZA SONO I COSIDETTI CAVALLI IN PIU DI UNA MONOPOSTO E SOPRATUTTO GOMME!!!

  7. F1fan

    30 agosto 2011 at 19:02

    bè… secondo me un minimo di beneficio lo porta in ogni caso, ricordate lo scorso anno? ham senza F-duct che pecca in qualifica e button e alonso velocissimi cn F-duct? se ci si gioca tutto sui millesimi di secondo, allora anche ridurre quel minimo indispensabile la resistenza all’aria, soprattutto nel tempio della velocità, allora il drs è “utile”… forse più che a monaco/valencia/singapore… e poi cmq il campionato è più segnato dalle pirelli che da drs.. a conti fatti 🙁

  8. andrea9002

    30 agosto 2011 at 19:16

    Forse sarebbe meglio mettere l’activation point sul rettilineo che porta alla parabolica (per avvicinarsi in prospettiva di quello principale e compiere lì il sorpasso) oppure ancora più spettacolare prima della staccatona della Roggia!
    Ma la parola d’ordine deve rimanere una sola: SICUREZZA e quindi… va bene così 😉
    P.S. L’alettone della foto mi sembra più stile Monaco che non Monza…

  9. luca bacci(tifoso ferrari e schumacher)

    30 agosto 2011 at 21:39

    in realtà dato che avranno le ali orizzontali, attivare il drs creerà carico areodinamico
    ahahahah

  10. Andrea

    30 agosto 2011 at 22:27

    qualche beneficio lo darà comunque, non sarà così marcato ma qualcosa ci sarà!

  11. Gabri

    31 agosto 2011 at 09:34

    Io penso che il DRS e il Kers vadano aboliti dalla Formula uno!!! sono dispositivi che falsificano i sorpassi e i risultati!!! Secondo me bisognerebbe tornare alle vecchie monoposto senza di essi e togliere qualcosa dal Regolamento e non sanzionare anche il piu piccolo contatto tra due vetture!!! Nessuno si ricorda le lotte tra Gilles Villeneuve e Arnoud? a Dijone se ne davano di santa ragione ad ogni curva ruota ruota… Botte da orbi!!! Io ho 20 anni e a quei tempi non c’ero ma avrei tanto voluto esserci per vederle in diretta e non in videocassetta o DVD… quelle erano vere lotte, veri sorpassi, vere gare!!! non quelle di ora che si sanziona un contatto come quello di Senna con Alguersuari a SPA o Button e Alonso a Montreal in cui i sorpassi sn fatti da ale mobili e non da piloti che prendono la scia o che escono piu veloci da una curva per avere 5-6Km/h in piu in fondo al rettilineo!!! Io, e non solo credo, vorrei un Formula uno Pulita in cui vince il talento(purtroppo al gg d’oggi vince la valigia con i soldi piu del talento) e sopratutto il coraggio del pilota ad infilarsi all’interno di un’altro pilota per passarlo senza paura di essere sanzionato!!!

    Io la vedo cosi!!! e come me penso cene siano altri!!!

    • Paolo93

      31 agosto 2011 at 10:50

      Sono d’accordo con tutto quello che hai detto però il KERS per me non deve essere abolito perchè lo usano tutti e quindi non da nessun vantaggio.

      • Gabri

        1 settembre 2011 at 10:57

        si ma anche questo KERS se lo usano tutto a parere mio snatura la formula uno… la formula uno è sempre stata bella per la fantasia nello sviluppare l’aerodinamica della vettura, il motore, l’assetto… tutto!!! usando la fantasia e l’ingegno!!! adesso sono praticamente tt uguale le macchine!!! le riconosci dai colori e basta!!! prima ogni macchina aveva la sua forma!!! quello era il bello!!! e chi era piu bravo nel ingegnare vinceva!!! adesso tra regolamento elettronica e bischerate varie tutto questo non c’è piu!!!

    • MF

      31 agosto 2011 at 11:09

      In linea di massima sono d’accordo con te, ma la lotta tra Gilles ed Arnoux era data dalla differenza di prestazioni delle vetture, una più veloce in diritta, l’altra più rapida nel misto.

      Il drs non mi piace, ma questo serve solo a ripristinare quella che era la scia dei vecchi tempi, dato che adesso l’efficienza aerodinamica è molto migliore, mentre prima gli alettoni erano dei “muri”.

      Secondo me per vedere più sorpassi e più lotte basterebbe togliere servosterzo,controllo di trazione,cambio al volante,etc…, insomma tutto quello che minimizza la possibilità di errore del pilota, e lasciare più libertà sulla meccanica della vettura limitando l’aerodinamica.

      • Paolo93

        31 agosto 2011 at 12:12

        Il controllo di trazione lo hanno tolto con l’introduzione dei motori V8, solo che con le mappature riescono ad avere un effetto simile. Secondo me per vedere le lotte di un tempo si deve dare più libertà ai motoristi (toglierei il più perchè nella progettazione dei motori la libertà non sanno neanche cos’è), si deve ridurre l’aerodinamica, si deve aumentare l’effetto suolo anche senza il ritorno delle minigonne perchè basta aumentare la grandezza del diffusore e magari aggiungere un canale Venturi, e diminuire la posibilità di controllare il motore grazie alla centralina.

      • MF

        31 agosto 2011 at 12:39

        x Paolo93

        concordo, quando ho scritto “libertà sulla meccanica” mi sono espresso male; mi riferivo ai motori dato che, secondo me, la limitazione in questo campo potrebbe essere data dalla quantità di carburante e non nel numero dei cilindri o nel regime di rotazione.

      • Gabri

        1 settembre 2011 at 10:59

        sono d’accordissimo!!! ma andrebbe anche ritoccato il regolamento ed evitare che vengano penalizzate tutte le toccatine!!!

      • gobbo69

        9 settembre 2011 at 16:11

        si bravi…. e poi piangiamo i morti durante le gare…. gli ausili sono fatti per migliorare le prestazioni e la sicurezza… se non sanzioni i piccoli incidenti, poi i piloti si sentiranno liberi di fare quello che vogliono e magari lanciarsi le cose stile Crash Team Racing…. già mi vedo alonso che lascia la nitro presa da hamilton e vettel con le 10 mele e la maschera indistruttibile…. ma dai!

    • giuseppe andrea

      3 settembre 2011 at 18:23

      Spero tu stia scherzando. Vogliamo forse ritornare alle gare degli anni passati dove i sorpassi erano solo un miraggio? Con queste vetture di oggi che creano dei disturbi nell’areodinamica di chi si accinge ad effettuare i sorpassi si era arrivati al punto di non vedere neanche un avvicendamento durante le corse, se si escludono i sorpassi effettuati in pit lane. Quella di oggi non è più la F1 di una volta, senza i DRS e il consumo anomalo delle nuove gomme pirelli avremmo assistito ad un ennesimo campionato tristissimo e reso ancor più noioso dalle prestazioni Ferrari deludenti

    • Simone (Tifoso ferrari e mercedes)

      6 settembre 2011 at 21:04

      Sogna sogna..

  12. Beppe (tifoso RedBull)

    31 agosto 2011 at 11:37

    Concordo con voi il DRS serve a poco ma quel poco potrebbe essere importante date le velocità medie del circuito brianzolo.

    Beppe

  13. !f1!

    31 agosto 2011 at 22:14

    L’importante è avere un bello show!! X la quinta volta dal 2007 vado a vedere il gran premio nella parte finale della prima chicane u.u

    • Gabri

      1 settembre 2011 at 11:01

      Guarda un po i Gran Premi dell’86-87-88 fino al 94!!! Poi dimmi se preferisci lo spettacolo di ora o quello di quell’anni li!!! Lo spettacolo di ora è FALSO!!!

      • giuseppe andrea

        3 settembre 2011 at 18:25

        lo spettacolo di allora era favorito dalla scarsa deportanza areodinamica

  14. Gennaro

    1 settembre 2011 at 00:12

    lo scorso anno button usò un ala leggermente carica rispetto al suo compagno di squadra e ad alonso.. in generale un pò tutte le squadre erano indecise se caricare minimamente l’ala posteriore o correre completamente scarichi.. quest’anno con il drs decidere sarà molto più semplice.

  15. enzo

    1 settembre 2011 at 13:18

    la ferrari deve pensare a problemi piu seri………con le gomme dure perde quasi un secondo e mezzo al giro……il drs è una pinzellacchera ………

  16. enrico

    3 settembre 2011 at 20:26

    Qualcuno mi sa dire cosa succede se il DRS viene azionato per sbaglio in un giro in cui non si potrebbe usare?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati