Formula 1 | Marko non ha dubbi: “Ferrari ha sofferto il raffreddamento della power unit in Australia”

"Con gomme dure, Leclerc riusciva a girare più forte di Vettel con mescole medie, segno che qualcosa non andasse per il verso giusto", ha aggiunto l'austriaco

Secondo il braccio destro di Dietrich Mateschitz, Ferrari e Haas hanno affrontato l'ultimo Gran Premio d'Australia con una power unit depotenziata
Formula 1 | Marko non ha dubbi: “Ferrari ha sofferto il raffreddamento della power unit in Australia”

In una chiacchierata concessa alle colonne di Germany motorsport-total.com, Helmut Marko ha parlato della prestazione messa in mostra da Ferrari durante l’ultimo Gran Premio d’Australia, sottolineando come la Rossa, secondo alcune indiscrezioni provenienti dal paddock, abbia faticato e non poco in termini di raffreddamento della power unit.

Una situazione delicata, soprattutto per quello che riguarda l’affidabilità, che avrebbe spinto i tecnici della Rossa a mandare in pista Vettel e Leclerc con una SF90 ‘depotenziata’.

Da notare che lo stesso problema sarebbe stato affrontato anche dalla Haas, visto che Kevin Magnussen e Romain Grosjean non sono riusciti a tenere lo stesso ritmo espresso durante i test in Spagna

“E’ abbastanza chiaro come Ferrari abbia sottoperformato in Australia e lo stesso discorso vale per la Haas”, ha dichiarato Helmut Marko. “Non sappiamo esattamente i motivi, ma penso che abbiano ridotto le prestazioni per via del raffreddamento. Haas è stata improvvisamente più lenta rispetto a quanto mostrato nei test, mentre Ferrari ha accusato un calo vertiginoso delle prestazioni”.

Marko, proseguendo, ha spiegato sommariamente la propria teoria: “Con gomme dure, Leclerc riusciva a girare più forte di Vettel con mescole medie, segno che qualcosa non andasse per il verso giusto. Seb, inoltre, ha completato solo tre giri veloci durante l’intera gara, salvo poi mollare il ritmo. Una situazione strana che mi fa pensare a un crollo delle performance causato dalla temperatura e dal degrado gomme”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Zac

    28 marzo 2019 at 11:41

    Mwoah! Non voglio dire che non ci abbia preso, ma il motore depotenziato non c’entra niente con le gomme dure e con le prestazioni in qualifica. Il gap è talmente alto, che probabilmente le cause sono tante e concomitanti, e tra queste anche quelle segnalate da Marko.
    È normale che la Ferrari non lo vada a spifferare ai quattro venti.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati