Ferrari: il diritto di veto alla base dell'azione legale contro la FIA

Ferrari: il diritto di veto alla base dell'azione legale contro la FIA

Il team principal della Ferrari, Stefano Domenicali, ha dichiarato che la casa di Maranello fara' di tutto per restare in Formula 1 alle sue condizioni, dopo aver avviato ieri un'azione legale contro la FIA. Dopo che i team non sono riusciti a raggiungere un accordo con la FIA dopo un meeting all'aeroporto di Heathrow per discutere dell'eventuale sistema a due velocita' che potrebbe scaturire dall'introduzione del tetto volontario ai budget nel 2010, la Ferrari ha avviato un'ingiunzione contro la Federazione per fermare i piani di Max Mosley per la prossima stagione.

La Ferrari e' convinta che la FIA abbia infranto un suo diritto di veto su futuri cambiamenti al regolamento tecnico spingendo per l'introduzione del limite volontario alle spese di 40 milioni di sterline.

"Per noi la F1 e' molto importante, e' la nostra vita" ha dichiarato Domenicali. "Vogliamo lottare per assicurarci di essere nel campionato con le modalita' corrette".

L'azione legale in Francia e' stata avviata dopo che Luca Cordero di Montezemolo ha ottenuto il via libera dal Consiglio di Amministrazione del Cavallino per fare "tutto il possibile" per proteggere gli interessi della Ferrari.

"Cio' che posso dire e' che non c'e' nulla di nuovo" ha dichiarato Domenicali parlando dell'ingiunzione. "Se guardate all'esito del consiglio di amministrazione Ferrari, e' evidente che il presidente ha il mandato di proteggere gli interessi della Ferrari".

Domenicali ha rifiutato di confermare l'esistenza di uno specifico diritto di veto garantito al team nel 1998.

Secondo il presidente della FIA, Max Mosley, l'azione della Ferrari, la cui udienza si terra' martedi', non e' valida dal momento che il diritto di veto del team non e' piu' valido.

"Vedremo che prima di tutto non e' piu' in atto e se volevano porre un veto, potevano farlo nella riunione FIA del 17 marzo, quando avrebbero potuto esprimere il proprio parere contrario. E invece sono rimasti li' seduti. Ad ogni modo sara' dimostrato che hanno rinunciato a quell'accordo un po' di tempo fa".

La Toyota si e' gia' detta d'accordo con la mossa della Ferrari: "Capisco la Ferrari e supportiamo la loro posizione" ha dichiarato il presidente John Howett.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati