Felipe Nasr: “La Sauber C35 è nata bene, ma la scopriremo a fondo solo a Melbourne”

Il brasiliano impaziente di esordire in Australia

Felipe Nasr: “La Sauber C35 è nata bene, ma la scopriremo a fondo solo a Melbourne”

BARCELLONA – Nella terza giornata dei test 2 sul Circuit de Catalunya, abbiamo raggiunto l’hospitality Sauber, dove ci attendeva uno dei piloti ufficiali del team elvetico, Felipe Nasr.

ADM: Ciao Felipe, come va la nuova C35?

FN: Finalmente abbiamo potuto provarla in pista oltre che al simulatore! In questa seconda sessione di test stiamo cercando di scoprirne pregi e difetti dopo che nella prima abbiamo potuto solo testare alcune componenti sulla vecchia C34.

 

ADM: Avete sviluppato un programma di test particolare per questi soli quattro giorni si svezzamento prima di Melbourne?

FN: “Come detto, il tempo è stato poco ma possiamo dirci soddisfatti di quanto fatto questa settimana: in generale la monoposto va bene, sembra più equilibrata della precedente ma probabilmente non abbiamo ancora trovato l’aumento del carico aerodinamico che speravamo.

Ovviamente ci sono ancora degli aspetti da chiarire, ma sono fiducioso che a Melbourne potremo essere abbastanza competitivi.”

 

ADM: Parlando di Melbourne, lo scorso anno avete avuto un ottimo esordio di stagione, salvo poi perdere competitività durante la stagione a causa dei pochi investimenti negli upgrade. Dovremo attenderci un copione simile per il 2016?

FN: “Si purtroppo. La nostra situazione finanziaria non ci permette di sviluppare la vettura per tutta la stagione, quindi è inevitabile perdere terreno dagli altri team con l’avanzare delle gare. Anche quest’anno dovremo essere bravi a sfruttare ogni occasione che avremo per marcare punti sin dalla prima gara.”

 

ADM: La crisi del settore petrolifero è stata causa della perdita di importanti sponsorizzazioni per Pastor Maldonado, tanto da fargli perdere il posto in Renault: sei preoccupato per quanto sta succedendo alle banche mondiali, visto che uno dei tuoi maggiori finanziatori è il Banco do Brasil?

FN: Non ho alcuna informazione circa eventuali crisi dei miei partner. Abbiamo un programma per essere in Formula 1 e tutto procede come preventivato, quindi non ho motivi per essere preoccupato.

 

ADM: Nell’attuale Formula 1 ci sono due soli piloti brasiliani: Felipe Massa ha ormai alle spalle diverse stagioni e si avvicina al ritiro, mentre tu rappresenterai tra poco l’unico punto di riferimento per la tua nazione. Prevedi che tra i giovani piloti tuoi connazionali, esista qualcuno che potrebbe sbarcare nella massima formula in futuro?

FN: In Brasile è stato avviato un programma di supporto per i giovani sportivi ed ovviamente tra questi ci sono anche dei piloti: il nostro Paese è sempre stato ricchissimo di tradizione ed amore per il motorsport e sì, ci sono buoni prospetti nelle formule minori, ma ci sarà bisogno di ancora un po’ di tempo per vederne qualcuno affacciarsi nel Circus.

 

Ringraziamo Felipe Nasr ed il team Sauber per la disponibilità mostrata.

 

Testo e Foto di Alessio De Marco


Segui @Alessio_DeMarco

Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

2 commenti
  1. Marco Livio

    11 Marzo 2016 at 08:39

    Importante che riesca a fare punticini da subito, vista la situazione economica. Sicuramente non sarà l’ultima del lotto.

  2. Markinoooo

    11 Marzo 2016 at 16:47

    Come tutti gli anni parte bene poi finiscono i soldi e sviluppo resta fermo

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati