F1 | Wolff: “Vogliamo usare la nostra voce per parlare di uguaglianza”

"Il razzismo e la discriminazione non hanno posto nella nostra società"

Il team principal della Mercedes ha commentato la decisione di cambiare la livrea 2020
F1 | Wolff: “Vogliamo usare la nostra voce per parlare di uguaglianza”

La Mercedes ha deciso di cambiare completamente la livrea per la stagione 2020, optando per la colorazione nera per sostenere la lotta contro “il razzismo e la discriminazione in tutte le sue forme”, come ha dichiarato Mercedes in un messaggio sui social per presentare la nuova colorazione.

Recentemente, Lewis Hamilton, impegnato in primis per difendere i diritti di uguaglianza, aveva chiesto alla Formula 1 di fare di più e la risposta migliore è arrivata proprio dalla sua squadra che ha stravolto completamente la livrea delle Frecce d’Argento.

Il team principal e CEO di Mercedes, Toto Wolff, tramite il sito ufficiale della squadra, ha commentato così la presentazione della livrea total black:

“Il razzismo e la discriminazione non hanno posto nella nostra società, nel nostro sport e nella nostra squadra: questa è una convinzione fondamentale alla Mercedes. Ma avere le giuste credenze e la giusta mentalità non è sufficiente se rimaniamo in silenzio. Desideriamo usare la nostra voce e la nostra piattaforma globale per parlare di rispetto e uguaglianza e le Frecce d’Argento, gareggeranno in nero per l’intera stagione 2020, per mostrare il nostro impegno per una maggiore diversità all’interno del nostro team e del nostro sport. Non resteremo in disparte di fronte alla debolezza in questo settore, né dai progressi che dobbiamo ancora fare; la nostra livrea è il nostro impegno pubblico a intraprendere azioni positive. Intendiamo trovare e attrarre i migliori talenti dalla più ampia gamma di contesti possibili e creare percorsi credibili per raggiungere il nostro sport, al fine di costruire una squadra più forte e diversificata in futuro”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati