F1 | Wolff: “Addio della Ferrari? Ci credo, ma farò di tutto per impedirlo”

"Non scherzate con Sergio Marchionne. Se non vede alcun vantaggio per il marchio, spegnerà la luce, semplicemente"

F1 | Wolff: “Addio della Ferrari? Ci credo, ma farò di tutto per impedirlo”

Il capo della Mercedes, Toto Wolff, è convinto che le minacce di Sergio Marchionne, incentrate tutte su una possibile fuga dalla Ferrari verso un campionato parallelo, non cadranno nel vuoto. La domanda non è banale, dal momento che una squadra storica come quella del Cavallino Rampante ha intenzione di lasciare la Formula 1 e le minacce degli ultimi mesi sembra non siano state solo parole al vento. L’ex pilota austriaco sa che Sergio Marchionne è deluso dalla visione di Liberty Media oltre il 2020, quindi fa appello a entrambi le parti per trovare un accordo

“La prospettiva di fare qualcos’altro è realistica, e potrebbe accadere a breve se non riusciamo ad allineare la nostra visione. Marchionne ha una visione chiara di ciò che la Formula 1 dovrebbe rappresentare per la Ferrari, è uno sport purista e non un canale commerciale. Incoraggerei vivamente tutte le parti interessate a non provocarlo”, ha detto Wolff al quotidiano britannico The Guardian.

Il capo della squadra afferma chiaramente che il circus ha bisogno della Ferrari. E la Ferrari ha bisogno della Formula 1. Ma soprattutto crede che si troverà un accordo tra le parti: “Sono d’accordo con la maggior parte delle cose che Sergio dice, perché la Formula 1 ha un certo DNA ed è uno sport che deve rimanere radicato nelle sue tradizioni. Quindi, non scherzate con Sergio Marchionne. Se non vede alcun vantaggio per il marchio, spegnerà la luce, semplicemente. La Formula 1 ha bisogno della Ferrari molto più di quanto la Ferrari abbia bisogno della Formula 1. Darò tutto per allineare la visione tra noi, cercando il consenso e accettando l’impegno”, ha detto Wolff per il portale tedesco formel1.de

Fabiola Granier

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati