F1 | Tombazis frena sull’argomento sorpassi: “Non ci saranno manovre semplici”

"Le macchine di nuove generazione provocano un crollo dell'efficienza in scia pari al 30%", ha rivelato il greco

F1 | Tombazis frena sull’argomento sorpassi: “Non ci saranno manovre semplici”

In una chiacchierata concessa ad Auto Hebdo, Nick Tombazis ha parlato delle modifiche aerodinamiche studiate per la stagione 2019, sottolineando come la FIA non si aspetti dei miracoli sul fronte sorpassi.

Con le nuove normative varate per il prossimo campionato, infatti, si ridurrà il crollo dell’efficienza in scia del circa 20% (si passerà dal 30% al 10%.ndr), ma al momento è difficile fare delle previsioni sulla reale efficacia di queste modifiche sul fronte sorpassi.

Ecco le parole di Nick Tombazis: “Le macchine di nuove generazione provocano un crollo dell’efficienza in scia pari al 30%. Con le nuove normative ci aspettiamo di ridurre questo numero al 10%, ma è difficile dare una cifra esatta”.

Sulla questione sorpassi ha aggiunto: “L’intervento è stato pianificato perchè siamo certi che nel 2019 la situazione sarebbe addirittura peggiorata. La guida in scia risulterà più semplice, ma nessuno si aspetta delle manovre semplici”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Zac

    5 Ottobre 2018 at 07:10

    “Nous espérons réduire cela de 10%”. (Auto Hebdo)
    “We hope to reduce that by 10pc (percent)” (Wheels24)
    Io avrei dei dubbi sulla correttezza della traduzione italiana, anche se, a primo acchito, ammetto che la frase risulta ambigua.
    “Si nous n’étions pas intervenus, nous pensons que 2019 aurait été pire que 2018, et 2020 aurait été pire que 2019.”
    Come dice “Tombeur”, la riduzione serve solo a sovracompensare, ma non in modo sensibile, il peggioramento prevedibile nel 2019 e 2020.
    C’e allora un altro modo di interpretare la frase: “Noi (FIA) ci proponiamo nel 2019 di contenere la perdita di downforce delle monoposto attuali in scia ad una distanza e velocità standard portandola dal 30% al 27% (o 20%?), considerando che l’evoluzione aerodinamica potrebbe attenuare gli effetti del cambio di regolamento.
    Un argomento che la stampa può approfondire nelle prossime settimane. La prudenza è d’obbligo in questi casi.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati