F1 | Pirelli commenta la scelta dei team di mantenere le gomme 2019 nella prossima stagione

Il gommista italiano ricodunce la scelta dei team a tre fattori chiave

F1 | Pirelli commenta la scelta dei team di mantenere le gomme 2019 nella prossima stagione

È arrivata oggi dalla Federazione Internazionale la comunicazione ufficiale con cui, dopo aver concluso una votazione nei giorni scorsi, i team hanno deciso in modo unanime di mantenere le gomme in specifica 2019 anche per la prossima stagione, nel 2020. Tutto ciò nonostante negli ultimi mesi siano stati condotti diversi test proprio con le squadre e con Pirelli per provare diversi nuovi prototipi per il 2020, in modo da poter fornire ai team un prodotto più versatile in termini di finestra di funzionamento e che permetesse di operare anche con pressioni più basse.

Già dopo i primi test collettivi, ovvero quelli di Austin durante le prove libere, i cui dati non erano comunque particolarmente indicativi date le condizioni atmosferische, i piloti e le squadre avevano espresso dei dubbi in merito alle corpeture provate, rimanando una decisione in merito all’adottare o meno tali specifiche solamente dopo i test di Abu Dhabi. Sul circuito di Yas Marina le squadre avevano potuto effettuare un paragone diretto tra i due prodotti, testandoli oltretutto in condizioni più indicative: nonostante ciò, anche in questa occasione, la specifica 2020 non aveva convinto del tutto, in quanto se è pur vero che in alcuni aspetti chiave si tratasse di un miglioramento rispetto a quella del 2019, dall’altra non aveva però dato risultati soddisfacenti sotto altri punti di vista. Alla fine di questo lungo processo di comparazione, i team sono arrivati alla conclusione che l’alternativa migliore fosse quella di mantenere gli pneumatici attuali anche per la prossima stagione, scartando quindi i nuovi prototipi.

Pirelli ha provato a dare una spiegazione dal proprio punto di vista a questa scelta, riconducendo il tutto a tre fattori. Mantenendo le gomme in specifica 2019, racconta il costruttore italiano, i team non dovranno apportare alcuna modifica ai propri progetti, che invece si sarebbero necessarie nel caso fosse stato scelto il prodotto 2020, il quale si differenzia anche per un profilo maggiore rispetto all’attuale. Il secondo è strettamente collegato e riguarda il fatto che le squadre sono in un momento molto avanzato dei loro progetti, essenzialmente quasi nella fase conclusiva, e sarebbe stato indubbiamente tardi per modificare il design delle loro vetture. Il terzo ed ultimo fattore riguarda la stabilità: mantenere le gomme 2019 darà ai team la possibilità di usare anche nella prossima stagione un prodotto già conosciuto, di cui si sanno pregi e difetti.

Ciò nonostante, sottolinea Pirelli, il lavoro svolto con i prototipi 2020 non sarà del tutto inutile, perché alcune soluzioni viste su quel prodotto sono state provate in correlazione alle gomme da 18 pollici del 2021, fornendo risultati soddisfacenti.

F1 | Pirelli commenta la scelta dei team di mantenere le gomme 2019 nella prossima stagione
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati