F1 | Mercedes, Hamilton non si fida della Ferrari: “Più lenti di noi nei test? Vettel sta bluffando”

"Possono andare ancora più forte", ha dichiarato l'inglese

Il Campione del Mondo in carica è convinto del potenziale Ferrari e in vista di Melbourne si aspetta una lotta davvero ravvicinata con Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen
F1 | Mercedes, Hamilton non si fida della Ferrari: “Più lenti di noi nei test? Vettel sta bluffando”

In un’intervista rilasciata al termine della sessione di test andata in scena ieri pomeriggio, Lewis Hamilton ha commentato il sorprendente “exploit” di Sebastian Vettel a bordo della SF70-H, sottolineando come il potenziale della Rossa non sia assolutamente da sottovalutare.

Secondo quanto dichiarato dall’inglese della Mercedes, infatti, sarà interessante capire quanto la Ferrari è riuscita a guadagnare durante l’inverno e se in vista di Melbourne sarà un avversario temibile da tenere sott’occhio.

Vettel, ricordiamo, non ha messo in mostra il 100% del proprio potenziale, dato che durante il tentativo da qualifica portato avanti prima della pausa di pranzo ha alzato il piede nel T3, perdendo circa tre decimi. Questo aspetto, appunto, porta Hamilton a pensare che la SF70-H possa andare ancora più forte di quanto fatto vedere durante i test al Montemlò.

“La Ferrari può contare su una vettura molto competitiva e sono dell’idea che stiano bluffando”, ha seccamente dichiarato l’inglese alla stampa presente in Spagna. “Posso andare ancora più forte di come vanno adesso e secondo noi sono molto vicini, forse addirittura davanti di qualche decimo. Al momento però risulta difficile fare valutazioni precise e proprio per questo non vedo l’ora di arrivare a Melbourne”.

Sul ritmo espresso dalla W08 durante la giornata ha aggiunto: “Per quanto riguarda noi, invece, stiamo andando nella giusta direzione e anche noi possiamo mettere in pista una gran macchina. Ieri mattina ho girato con poco carburante e le sensazioni sono ottime. Vedremo di completare al meglio i nostri test nella giornata di domani”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati