F1, la F1 Commission propone i motori V6 turbo per il 2014

F1, la F1 Commission propone i motori V6 turbo per il 2014

La F1 Commission propone l’introduzione in Formula 1 di motori turbo V6 a partire dal 2014. Bernie Ecclestone ha convocato per oggi una riunione della F1 Commission presso l’aeroporto di Heatrhow. All’ordine del giorno l’opposizione all’introduzione dei motori quattro cilindri turbo voluti da Jean Todt per il 2013 dal momento che sia Ecclestone che i motoristi Ferrari, Mercedes e Cosworth erano contrari.

Secondo Ecclestone, Todt ha introdotto in modo improprio le regole sui quattro cilindri in quanto non ha consultato la F1 Commission e secondo la proposta alternativa l’utilizzo degli attuali V8 in Formula 1 fino al 2013 per poi passare nel 2014 ad una F1 con motori da 1.6 litri turbo sei cilindri. Anche la Renault, che aveva posto come condizione irrinunciabile per la sua permanenza in F1 l’arrivo dei nuovi propulsori quattro cilindri, ha alla fine accettato la proposta dei V6 turbo.

La nuova proposta sarà votata lunedì via fax dal Consiglio Mondiale del Motor Sport.

F1, la F1 Commission propone i motori V6 turbo per il 2014
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

28 commenti
  1. Ogre

    22 giugno 2011 at 22:33

    Ci credo che la Ferrari non voleva i turbo: negli anni 80 non ha fatto altro che perdere.

  2. JDM

    23 giugno 2011 at 00:14

    Il turbo… che tristezza 😐

  3. Paolo93

    23 giugno 2011 at 09:41

    Siccome la FIA vuole diminuire i consumi e noi non vogliamo il turbo io ho la soluzione: visto che si parla di motore a 6 cilindri si potrebbe introdurre un motore a 6 tempi.

  4. max

    23 giugno 2011 at 11:45

    Putroppo sull’altare dello spettacolo “costruito” sull’appiattimento delle prestazioni dei singoli team (la filosofia FIA è auto uguali per tutti = spettacolo….) non vedremo mai più le mitiche sfide tra il V12 ferrari e il v8 ford, tra il v6 turbo Honda e il 4 in linea BMW o il v8 Alfa, e non vedremo più progetti di motori a w, stellari, o i mitici Matra a 16 cilindri ad H … come non vedremo più una sfida tecnologica tra michelin e pirelli o good-year, o tra i telai inglesi e le potenze dei motori italiane e tedesche…. tutto uguale per tutti… si voleva imporre anche un disegno uguale per i telai… PURCHE’ ognuno si costruisca la roba in casa per poter dichiarare la propria paternità… ma se il progetto è vincolato… che gusto c’è?
    Oggi purtroppo i soldi hanno comprato tutto e pur di accedere alle casseforti F1 si digerisce tutto, monogomma, monomotore, safety car, mono cambio, mono tutto insomma.
    Non vi chiedete quanto PAGA mercedes per mettere lì le sue sls-safety-cars? Ok, se spendo e queste non entrano MAI a neutralizzare le gare è un costo immotivato ed insostenibile MA se mi accordo che la safety DEVE entrare almeno una volta a GP ecco che l’investimento ha un ritorno pubblicitario e d’immagine dato dalla visibilità e dal fatto che le auto più avanzate e veloci al mondo (F1) che siano RB, Ferrari, Mclaren, etc etc DEVONO stare DIETRO ad una mia vettura stradale… o quasi.

    A me piacerebbe vedere una F1 LIBERA, poche e chiare regole:

    MISURE minime abitacolo (per la vivibilità dei piloti)
    CRASH test severissimi
    PESO minimo elevato (800kg)
    NO freni in carbonio
    NO zavorre di QUALSIASI TIPO (fisse o mobili che siano)
    alettoni limitati nelle dimensioni e nel numero di profili (ma liberi nel disegno
    NO appendici aerodinamiche che non siano gli alettoni alteriore e posteriore
    AERODINAMICA LIBERA nel ristretto uso ai soli alettoni, NO bandelle, bandelline, schermi di QUALSIASI tipo, le fiancate ed il telaio dovrebbero risultare LISCI…
    MOTORI LIBERI nel numero dei cilindri, nell’architettura ed anche nel tipo di alimentazione (TURBO, COMPRESSORE, ATMOSFERICO,) Sì a motori alternativi )IBRIDI, ROTATIVI WENKEL, ect)
    METANOLO in luogo della benzina, quantità limitate vuoi limitare la potenza? Limita il carburante! Poi se uno è bravo a cavare 100000 CV da 1 litro di carburante a GP tanto di cappello!!!
    GOMME libere ma limitare il numero di pit stop
    Sì sospensioni intelligenti, elettronica etc ect
    CAMBI MECCANICI E MANUALI con numero di marce max definito, no agli elettroattuati, agli automatici, e cose del genere.

  5. max

    23 giugno 2011 at 12:10

    i costi?
    da sempre TUTTI hanno speso quanto le loro tasche potevano poi in automatico si sono limitati…

  6. Matteo

    23 giugno 2011 at 13:29

    @max bah farà quel classico rumore da auto preparata stile fast & furious. Un motore turbo non ci arriva a 18.000 e mi fa schifo anche se è un v6. li mettessero a quegli inutili suv che camminano nelle nostre città, in quei finti fuoristrada che occupano spazio, hanno prestazioni elevate(auto familiari, prestazioni elevate?!?!?) consumano molto ed inquinano moltissimo. il decadentismo del mondo automobilistico lo vedi tutti i giorni per le strade… si chiamano chevrolet matiz, kia, ssangyong, SUV(generiche).
    la verità è che dato che gli stati non garantivano un buon manto stradale, si è deciso di alzare le auto(che poi se prendi un buco con un x5…)
    VERGOGNA!

  7. r.strauss

    23 giugno 2011 at 16:46

    A dire la verità attualmente negli usa la INDY alimenta i motori a bio-etanolo e lo fanno da 4 anni.
    Hanno eliminato il metanolo perchè a parità di prestazioni era più pericoloso per la sua alta infiammabilità.
    Honda 3500cc V8 … e vi assicuro che il rumore è bellissimo.
    Ora con i V6 turbo non avremo un grande sound … sarà più o meno come i tamarri che si vedono in strada pieni di tuning, con gli scarichi artificiali.
    Io sinceramente preferisco il mio 3100 V6 americano degli anni ’90 … almeno li il rumore è vero e non finto.
    Per il resto i V6 turbo saranno limitati e se fosse solo questo andrebbe anche … il pericolo sono tutte le altre stupidaggini e cioè i componenti mono marca.
    Sempre peggio.

  8. Spy Blog

    24 giugno 2011 at 09:15

    La cosa + importante è che questo ma anche il kers salverà finalmente il mondo dall’inquinamento… 😉

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati