F1, introdotte nuove regole sulla partenza “wet”

Ecco le modifiche nel caso di condizioni critiche in pista

F1, introdotte nuove regole sulla partenza “wet”

La scorsa settimana, la FIA ha approvato il programma da seguire in caso di partenza con pioggia. Vi sveliamo quali sono i dettagli che sono stati concordati solo recentemente con i vari team.

Obiettivo principale del cambio al regolamento sulla partenza, è quello di preservare lo spettacolo che, come abbiamo visto più volte, viene “rovinato” dalla presenza della safety car.
Quest’ultima interviene anche nel caso in cui non vi siano scarse condizioni meteorologiche, ad esempio in presenza di olio in pista, ma in caso di pioggia, le vetture partiranno dietro alla safety car con la mescola Pirelli “full wet” per tutti i piloti.

I giri dietro alla safety car verranno conteggiati, fatta eccezione per il giro in cui le vetture lasciano la griglia.

Ai piloti che inizieranno la gara dalla pit lane sarà concesso entrare in pista dietro alla safety car per avere un riscontro sulle condizioni del tracciato, ma saranno poi obbligati a rientrare nella pit lane quando la safety car deciderà di lasciare spazio alla procedura di partenza.

Una volta che la safety car rientra, i piloti non potranno seguirla ai box per montare le intermedie o le slick; la punizione sarà uno stop and go di 10 secondi. Inoltre, se un pilota entrerà in pit lane durante la fase della safety car, dovrà iniziare la gara dai box.

I piloti che devono partire dalla pit lane non saranno obbligati a prendere parte al giro di formazione dietro la safety car. Dal momento che avere il pieno di carburante potrebbe essere visto come un vantaggio, poiché riduce il bisogno di risparmiare la benzina una volta iniziata la gara, tutti i team si sono dichiarati d’accordo in merito a una penalità maggiore conseguente all’incremento di peso.

Sebbene superare in regime di safety car sia proibito, è permesso il sorpasso ai piloti, solo se devono ristabilire il giusto ordine di partenza o l’ordine di uscita delle monoposto che si trovano in pit lane a giro di formazione iniziato. Chi non sarà in grado di posizionarsi al proprio posto prima che la safety car rientri, dovrà partire dalla pit lane.

Qualora non ci sia un miglioramento delle condizioni dopo alcuni giri alle spalle della safety car, il direttore di gara può richiamare i piloti ai box. Dal momento che la gara non risulterà ufficialmente iniziata, lo stop non conterà come una sospensione della stessa. Una volta confermata la partenza però, non ci sarà un secondo tentativo di riallineare le vetture in griglia.

Jessica Cortellazzi

F1, introdotte nuove regole sulla partenza “wet”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. BlackPanther

    15 marzo 2017 at 12:30

    A me è sembrato di leggere un insieme di cartoncini imprevisti e probabilità.
    Però ha senso, almeno credo…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati