F1 | Hamilton è già leggenda, ma per diventare mito deve vincere con la Ferrari

Trionfare col Cavallino sarebbe per Lewis l’ultima grande sfida in carriera

F1 | Hamilton è già leggenda, ma per diventare mito deve vincere con la Ferrari

Sembrava oramai chiusa a tripla mandata nella stanza dell’utopia la possibilità di vedere Lewis Hamilton in Ferrari. Invece, in un’intervista rilasciata nei giorni scorsi a Sky Sport F1, Toto Wolff non ha escluso che l’inglese possa in futuro intraprendere una nuova avventura professionale approdando proprio alla corte del Cavallino.

Lewis Hamilton-Ferrari un matrimonio che, stando alle parole rilasciate nelle scorse settimane proprio dall’inglese, pareva impossibile e invece… potrebbe essere celebrato. Il sesto titolo conquistato domenica scorsa ad Austin, che lo ha portato a meno uno dal record dei sette detenuto da Michael Schumacher, pone Hamilton “senza se e senza ma” tra i grandissimi della Formula Uno.

L’inglese, che detiene il record assoluto di pole position (che potrà per sua fortuna continuare ad aggiornare) e non è lontano dal raggiungere quello delle vittorie assolute (Schumacher è a quota 91, Hamilton al momento è fermo a 83), è una leggenda del motorsport ma per diventare un mito assoluto gli manca proprio quella corona iridata da vincere con la tuta rossa del Cavallino.

“È chiaro che un pilota sogni la Ferrariè il marchio più importante in Formula Uno”, ha ammesso Wolff. Sicuramente anche Hamilton, nonostante le parole di circostanza, non può essere immune al fascino e all’attrazione che provoca nei piloti l’universo Ferrari. Al momento però l’unica cosa certa è il rapporto contrattuale vigente tra Hamilton e Mercedes che scade al termine della prossima stagione.

Il 2021, oltre ad essere l’anno in cui entrerà in vigore il nuovo regolamento tecnico/sportivo, potrebbe anche rappresentare la stagione dei grandi cambiamenti in ottica mercato. Chiaramente molto dipenderà dal grado di competitività che mostrerà la Ferrari il prossimo anno, anche se il 2021 sarà l’anno zero per tutti, e dagli stimoli e dalla fame che dimostrerà di avere ancora Hamilton.

Nessun pilota in epoca moderna è mai riuscito a conquistare il campionato del mondo di Formula Uno con tre tra i marchi più importanti e iconici dell’automobilismo sportivo: Ferrari, McLaren e Mercedes. L’unico pilota in passato ad esserci riuscito è stato Juan Manuel Fangio. Addirittura il compianto asso argentino vinse i suoi cinque titoli con ben quattro scuderie differenti (Alfa Romeo, Mercedes, Ferrari, Maserati), ma erano appunto altri tempi.

Hamilton è fermo a due, gli manca l’ultimo pezzo del puzzle per conquistare la gloria.

Sarebbe una sfida romantica e affascinante. La scelta ora spetta solo a Lewis…

F1 | Hamilton è già leggenda, ma per diventare mito deve vincere con la Ferrari
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

10 commenti
  1. Zuffenhausen

    9 novembre 2019 at 15:50

    Credo sia ora di finirla con il mito del “Cavallino”. La Ferrari è in F1 da molti anni e ha vinto molto. Forse in proporzione a quanto a speso non proprio molto …
    Hamilton è di sicuro il miglior pilota della F1 moderna, punto. Non ha bisogno di dimostrare più nulla nè tantomeno di andare in Ferrari …

  2. idrija

    9 novembre 2019 at 17:34

    Nel 21 sara gia troppo vecchio…a Ferrari interesa Verstappen,Leclerc, Norris…non piloti alla fine di cariera!

  3. rearweeldrive

    9 novembre 2019 at 23:46

    io ho già detto in passato che a lewis non glielo fa far nessuno nel rimettersi in gioco alla sua età in una scuderia nuova e nell’anno 0 (lo ha fatto shumi ma seppure solamente 10 anni fa erano altri tempi).è stato allevato, coccolato e protetto in mc laren mercedes e poi in mb;per di più non si è mai trovato nella situazione di gareggiare con un’auto non competitiva.ha fatto come la frase del gratta e vinci:”ti piace vincere facile,eh?”

  4. Pingback: Hamilton is already a legend, but to become a myth he must win with Ferrari | News1 English

  5. Roby Bad

    10 novembre 2019 at 14:04

    Beh
    Schummy tornò in F1 sulla Mercedes allora poco competitiva e effettivamente non glielo faceva fare nessuno.
    Sicuramente influì la enorme somma di denaro ricevuta.
    Probabile che anche Hamilton continuerà per le stesse ragioni

  6. Victor61

    10 novembre 2019 at 19:03

    Clark e Senna sono diventati un mito senza mai correre con una Ferrari…quante stupidaggini che hanno messo in testa a questi ragazzi della redazione…

    • Roby Bad

      10 novembre 2019 at 21:09

      Una volta tanto sono d’accordo con Victor
      Ferrari è un mito della F1
      Ma anche la Mercedes, Alfa Romeo ecc
      Hamilton già di suo è come pilota una leggenda
      Non deve per forza andare in Ferrari
      A meno che non lo voglia lui stesso, come fece Alonso

  7. Victor61

    11 novembre 2019 at 11:36

    leggetevi articolo di Eddie Jordan su F! Passion…questa redazione di scappati di casa non mi fa pubblicare il link per paura di dover rinnegare tutte le stupidaggini che hanno scritto e scrivono sui piloti di F!…

  8. Zac

    11 novembre 2019 at 12:40

    Mito o leggenda? C’è sempre una buona dose di fantasia.

  9. Raphael

    17 novembre 2019 at 09:14

    Leggenda… mito.. e perché non santo allora? Chissà di quanto si alzerebbe il business di questo luna park.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati