F1, GP Gran Bretagna: Webber in pole, Ferrari in seconda fila

F1, GP Gran Bretagna: Webber in pole, Ferrari in seconda fila

Pole position per Mark Webber al Gran Premio di Gran Bretagna. A Silverstone il pilota della Red Bull ha preceduto il compagno di squadra Sebastian Vettel. Terza e quarta posizione in griglia per le Ferrari di Fernando Alonso e Felipe Massa che probabilmente grazie anche al divieto agli scarichi soffiati hanno recuperato gran parte del gap dalla Red Bull.

Qualifiche deludenti per la McLaren nel Gran Premio di casa: Jenson Button è quinto, Lewis Hamilton solo decimo. Ottima sesta posizione in griglia per Paul di Resta che precede la Williams di Pastor Maldonado e la Sauber di Kamui Kobayashi. Nono Nico Rosberg con la Mercedes, solo 13mo Michael Schumacher.

Cronaca
In Q1 Webber ha ottenuto il miglior tempo con 1.32.670 e ha preceduto Maldonado, Massa, Vettel e Alonso. Una sessione condizionata dalla pioggia caduta sei minuti dal termine. Eliminate le due Toro Rosso di Jaime Alguersuari e Sebastien Buemi in 18ma e 19ma posizione oltre a Timo Glock (Virgin), Jarno Trulli (Lotus), Jerome D’Ambrosio (Virgin) e le HRT di Tonio Liuzzi e Daniel Ricciardo.

Da segnalare un lungo di Alonso con un’escursione nella ghiaia, senza conseguenze.

La Q2 è iniziata su pista umida ma molti piloti hanno montato da subito gomme d’asciutto. Le Williams di Barrichello e Maldonado hanno dettato il passo nei primi minuti poi è toccato alle Sauber di Kobayashi e Perez portarsi al comando prima dell’entrata in pista di Webber che ha girato in 1.35.098 subito battuto da Sutil in 1.34.872. Alonso ha montato gomme morbide, poi imitato da tutti gli altri, e al primo passaggio ha fatto segnare il settimo tempo. Al giro successivo lo spagnolo si è portato al comando con 1.31.727 davanti a Hamilton e Schumacher. Poco dopo Vettel si è inserito in seconda posizione. I tempi sono calati continuamente con Massa che ha alla fine avuto la meglio davanti a Webber, Alonso, Button, Rosberg, Vettel, Kobayashi, Hamilton, Di Resta e Maldonado.

Eliminati invece Adrian Sutil (Force India), Sergio Perez (Sauber), Michael Schumacher (Mercedes GP), Vitaly Petrov (Renault), Rubens Barrichello (Williams), Nick Heidfeld (Renault) ed Heikki Kovalainen (Lotus).

In Q3 i piloti sono entrati subito in pista con gomme morbide. Vettel ha girato in 1.30.431, battuto da Webber in 1.30.399 mentre Alonso si è inserito in terza posizione davanti a Massa, Button, Di Resta, Maldonado, Kobayashi, Rosberg e Hamilton.

A 2 minuti dal termine è tornata la pioggia e nessuno è riuscito a migliorare. Webber ha quindi conquistato la pole mentre Vettel completa la prima fila tutta Red Bull. Ferrari in seconda fila con Alonso e Massa.

F1 GP Gran Bretagna, Silverstone – Risultati qualifica e griglia di partenza

Pos  Pilota                Team                 Tempo      Distacco   
 1.  Mark Webber           Red Bull-Renault     1m30.399s
 2.  Sebastian Vettel      Red Bull-Renault     1m30.431s  + 0.032
 3.  Fernando Alonso       Ferrari              1m30.516s  + 0.117
 4.  Felipe Massa          Ferrari              1m31.124s  + 0.725
 5.  Jenson Button         McLaren-Mercedes     1m31.989s  + 1.590
 6.  Paul di Resta         Force India-Mercedes 1m31.929s  + 1.530
 7.  Pastor Maldonado      Williams-Cosworth    1m31.933s  + 1.534
 8.  Kamui Kobayashi       Sauber-Ferrari       1m32.128s  + 1.729
 9.  Nico Rosberg          Mercedes             1m32.209s  + 1.810
10.  Lewis Hamilton        McLaren-Mercedes     1m32.376s  + 1.977
11.  Adrian Sutil          Force India-Mercedes 1m32.617s   + 0.977
12.  Sergio Perez          Sauber-Ferrari       1m32.624s   + 0.984
13.  Michael Schumacher    Mercedes             1m32.656s   + 1.016
14.  Vitaly Petrov         Renault              1m32.734s   + 1.094
15.  Rubens Barrichello    Williams-Cosworth    1m33.119s   + 1.479
16.  Nick Heidfeld         Renault              1m33.805s   + 2.165
17.  Heikki Kovalainen     Lotus-Renault        1m34.821s   + 3.181
18.  Jaime Alguersuari     Toro Rosso-Ferrari   1m35.245s   + 2.575
19.  Sebastien Buemi       Toro Rosso-Ferrari   1m35.749s   + 3.079
20.  Timo Glock            Virgin-Cosworth      1m36.203s   + 3.533
21.  Jarno Trulli          Lotus-Renault        1m36.456s   + 3.786
22.  Jerome D'Ambrosio     Virgin-Cosworth      1m37.154s   + 4.484
23.  Tonio Liuzzi          HRT-Cosworth         1m37.484s   + 4.814
24.  Daniel Ricciardo      HRT-Cosworth         1m38.059s   + 5.389

F1, GP Gran Bretagna: Webber in pole, Ferrari in seconda fila
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

135 commenti
  1. Fernando

    9 luglio 2011 at 16:09

    La McLaren è stata l’unica capace di far funzionare il dispositivo quasi come la RedBull, è ovvio che paghi più di tutti e quanto i rivali anglo-austriaci.
    La Ferrari poteva solo guadagnarci e lo ha fatto benissimo con gli aggiornamenti portati (notevolissimi!).
    Mi sembra che la confusione generata dalla maFIA tra giovedì e stamane abbia solo accorciato le distanze, almeno per ora.
    Applicare la regola adesso, con 4 gare in 1 mese prima dello stop estivo, prima di un filotto di piste tutte favorevoli alle RedBull, è stata un’arte ed occasione più unica che rara per riaprire i giochi.
    Il genio di Newey non avrebbe avuto il tempo per compensare il divieto e così si resterà sospesi fino alla fine, con subito dopo la pausa Spa e Monza adatta alle Rosse…
    Se non è orchestrare a tavolino i giochi, non so che prove ci vogliano ancora!

    • MAAXXX (tifoso Ferrari moderato)

      9 luglio 2011 at 16:21

      dici?, che volessero penalizzare le Redbull era palese ma davo Ferrari e Mclaren alla pari per dare noia alle Redbull per la singola vittoria..

      vedere la Mclaren così indietro mi fa quasi strano.. comunque non è la prima volta.. anche l’anno scorso a metà campionato hanno perso un pò la bussola ritrovandola solo a fine stagione..

      in realtà in questa gara mi aspettavo che redbull e Mclaren perdessero all’incirca gli stessi decimi.. invece sembrano aver perso molto di più, tanto hamilton è finito pure dietro a Force india, Williams e Sauber..
      chiaro, non poter fare un secondo tentativo può essere stato molto penalizzante però non le ho viste per nulla in forma nemmeno in q2..

      possibile che fosse la Mclaren a sfruttare meglio di tutti gli scarichi soffianti?

      sarebbe una rivelazione non da poco…

      • quickest

        9 luglio 2011 at 16:53

        Maxxx, vedi mio commento sotto

    • quickest

      9 luglio 2011 at 16:51

      Fernando, a cosa vuoi poter compensare? L’aerodinamica di una macchina e’ basata sulla quantita’ di fluido – aria – che la trascorre; se la macchina e’ concepita per avere un certo volume d’aria – e per cui a seconda della temperatura una certa pressione, quando togli il volume d’aria che era previsto arrivare dagli scarichi – che era notevole – tutti i valori vengono alterati; e dove la trovi l’aria per compensare? Quello che e’ successo e’ che siamo tornati addirittura a valori precedenti ai test di inizio stagione. La Ferrari i valori aero di cui parliamo non li aveva considerati nella stessa proporzione, e’ per quello ch ora subisce meno di tutti il passaggio alla nuova regola. Il problema e’ che la soluzione per Newey forse non c’e’.

      • quickest

        9 luglio 2011 at 16:55

        Problema nel senso sportivo; e’ inconcepibile – lo so che lo si e’ detto 1000 volte ma lo ripeto – che una soluzione adtooata regolarmente da ormai un anno e passa venga considerata non regolamentare. Grazie Bernie?

      • lettore

        9 luglio 2011 at 19:50

        oggi 9-7-11 muore la f1 per riaprire un mondiale che poteva essere giustamente dominato per via di una soluzione oggi dichiarata inutilizzabile… ma ora c’è $pettacolo… chi se ne frega dello sport tanto i più non capiscono nemmeno le basi dell’aerodinamica

      • lettore

        9 luglio 2011 at 19:52

        quickest sono 3 anni che c’è sta soluzione 3 anni e nessuno ha detto niente perchè non dava fastidio ora che da fastidio perchè scomodarsi ad inseguire quando puoi cancellare con un colpo regolamentare?
        ron dennis disse che le corse sono anche rincorrere il più forte… oggi non probabilmente non sono più corse

    • Amos (Tifoso Sutil e Force India)

      9 luglio 2011 at 16:57

      Ma può essere anche la pista che non va bene alla McLaren.. pensateci, a Monaco la davano per ultra favorita, ma con button era in testa e poteva vincere, qui è diverso.. cmq si, è stata penalizzata e non poco anche lei

  2. Chimera

    9 luglio 2011 at 16:57

    Gli aggiornamenti principali sono le sospensioni già viste in Canada e il fondo usato per la prima volta in Spagna … e, soprattutto, i NON scarichi soffiati.

    Chissà come sarebbe stato il campionnato dall’inizio senza gli scarichi soffiati.

    Nessuno se lo chiede?

    • Amos (Tifoso Sutil e Force India)

      9 luglio 2011 at 16:59

      No nessuno se lo chiede perché era un innovazione che portava grandi risultati, ed era legale, se Newey è un genio non può farlo?

      • Chimera

        9 luglio 2011 at 17:08

        Dico solo che questo non è più uno sport. La FIA dovrebbe lavorare come un arbitro. Nelle partite di qualsiasi sport, l’arbitro non si dovrebbe neanche notare. Dove si nota o diventa famoso, è perchè c’è un comportamento scandaloso … la FIA è un arbitro che vuole fare la prima donna e governa lo Spettacolo … non è più neanche sport è uno Spettaolo farsa …

      • Amos (Tifoso Sutil e Force India)

        10 luglio 2011 at 03:11

        Riceverò tanti voti negativi, ma se Newey fosse alla Ferrari conoscendo certi Ferraristi la penserebbero diversamente (ce ne sono)

    • lettore

      9 luglio 2011 at 20:00

      i giornali il 2 maggio 94 uscirono con titoli “oggi con senna muore anche questa f1 , o sicurezza o niente” prima ho scritto la data di oggi per la morte ma forse avevano ragione la f1 è morta lì al tamburello per lo meno la f1 che ci ricordiamo in modo nostalgico… ben venga se la fia si fa notare per la sicurezza in pista ci mancherebbe altro ma qui non centra la sicurezza… forse la f1 è morta veramente lì ed oggi ne vediamo un fantasma semore a paragonare con gli anni ’80… la fia è cambiata molto da allora chi non ricorda la mp4/4? 15 delle 16 gare e mai la fia od altri si lamentarono oggi bhè lasciamo stare

  3. Davide

    9 luglio 2011 at 18:35

    con questi nuovi regolamenti si che è un altra storia è!!

  4. osj

    9 luglio 2011 at 20:18

    Grande Nando meno male che ci sei altrimenti bisognerebbe inventarti, hai fatto un gran bel giro!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati