F1 | GP Francia, Ferrari attesa all’esame Le Castellet

Sainz e Leclerc sul prossimo appuntamento in Francia

Ferrari a caccia di punti importanti a Le Castellet
F1 | GP Francia, Ferrari attesa all’esame Le Castellet

Charles Leclerc e Carlos Sainz sono tornati al Circuit Paul Ricard tre settimane dopo la due giorni di test svolti con le gomme Pirelli da bagnato in vista del 2022. “Questa pista non è tra le mie preferite in assoluto, però mi sono sempre trovato a mio agio. Qui con una doppia vittoria nella serie in cui gareggiavo nel 2014 mi sono, di fatto, guadagnato la possibilità di debuttare in Formula 1 e spero che anche in questa stagione potrò vivere un weekend positivo”, ha raccontato Carlos ai giornalisti nella tradizionale conferenza stampa del giovedì. “Dopo due gare su piste cittadine questo fine settimana torniamo su un circuito tradizionale e mi aspetto di rivedere i valori in campo avuti in Portogallo e in Spagna. Il nostro obiettivo sarà ancora una volta essere in testa al gruppo che insegue le due squadre in testa alla classifica”. “Dal mio punto di vista – ha concluso lo spagnolo – non credo di essere ancora riuscito a mettere in atto il weekend perfetto: quando il sabato è andato bene, in gara ho commesso alcune imperfezioni; quando in qualifica le cose non sono andate al meglio, la domenica sono stato capace di rimontare. Quando riuscirò a mettere insieme qualifiche e gara sono sicuro di poter portare molti più punti al team, che è la cosa più importante”.

Esame curvoni. A Sainz ha fatto eco Charles: “Spero di sbagliarmi, ma credo che qui faremo fatica a lottare per la pole position, come è successo a Monte Carlo e a Baku. Alla nostra vettura manca un po’ di performance nei curvoni da medio-alta velocità e su questa pista ce ne sono diversi. Per noi comunque si tratta di un interessante banco di prova, che ci può dare la misura della bontà del lavoro che è stato svolto a Maranello per ottimizzare il potenziale della SF21”. Il monegasco ha sottolineato quanto sia affezionato a Le Castellet e ai suoi dintorni: “Ho iniziato a guidare il kart da piccolissimo presso la pista di Brignoles, un paesino a 45 km da qui, per cui conosco piuttosto bene queste zone. Inoltre, essendo molto vicino a Monte Carlo, per me si tratta quasi di una gara di casa dal momento che posso raggiungere il circuito in poco meno di due ore di macchina”. Charles si è detto molto felice anche del fatto che 15.000 spettatori al giorno avranno la possibilità di accedere alle tribune: “Fortunatamente in questa e in diverse delle prossime gare avremo il pubblico sugli spalti. Si tratta di numeri ancora limitati, ma è bello poter contare sui tifosi e vedere che stiamo tornando ad una situazione normale”.

Programma. Domani intanto si scende in pista per le consuete due ore di prove libere previste alle 11.30 CET e alle 15. Le qualifiche saranno sabato alle 15, precedute alle 12 dall’ultima sessione di libere. Il 61° Gran Premio di Francia valido per il Mondiale prenderà il via alle 15 di domenica. Da percorrere ci sono 53 giri pari a 309,69 km.

Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati