F1 GP Australia, Prove Libere 1: Hamilton davanti nella prima uscita stagionale

Bottas a mezzo secondo, poi Verstappen

F1 GP Australia, Prove Libere 1: Hamilton davanti nella prima uscita stagionale

Il campione del mondo in carica saluta la stagione 2018 dalla prima posizione, chiudendo al comando le FP1 del GP di Australia. La Mercedes di Hamilton, con il miglior tempo di 1:24.026, ha preceduto la monoposto del compagno di squadra Bottas, e quindi la Red Bull di Verstappen, a 7 decimi dal vertice. A seguire le due Ferrari, con Raikkonen davanti a Vettel, poi Ricciardo, Grosjean, Alonso – costretto ai box per oltre un’ora per un problema agli scarichi – Sainz e Vandoorne.

Cronaca – Primo semaforo verde dell’anno, con Sebastian Vettel che inaugura la stagione 2018. Subito dentro anche Grosjean e Ericsson. Una dopo l’altra le monoposto si lanciano per i consueti installation lap; solo le due Mercedes tentennano un po’ di più ai box. Subito problemi per la McLaren, con i meccanici che si mettono al lavoro per un controllo generale sulle monoposto. Non un buon inizio per il team che da quest’anno ha abbandonato il motorista Honda per Renault. Il primo crono è per la Williams di Sirotkin, 1:32.057 su gomma ultrasoft. Poi tocca a Ricciardo, con la medesima mescola, quindi è Kimi con la soft a dettare il passo. Altro giro, altro migliore tempo, quello di Bottas con le ultrasoft, in 1:26.499. Comincia quindi un testa a testa tra le due Red Bull, con Verstappen che passa davanti. Bottas si mette tra i due, e Hamilton ha la meglio sul gruppo in 1:26.007.

A trenta minuti dal via Verstappen la fa di nuovo da padrone, seguito da Hamilton, Kimi, Vettel, Bottas, Sainz, Stroll, Ocon, Perez. Alonso, Vandoorne e Magnussen sono ancora senza cron0. I primi dieci sono tutti su gomma ultrasoft, tranne le due Ferrari con le soft e Sainz con la gomma rossa. Ma pochi minuti e Hamilton torna in testa, con il tempo di 1:24.914 e Verstappen a 22 millesimi. A metà sessione il crono di riferimento, sempre di proprietà dell’inglese, è sceso a 1:24.531. Seguono Verstappen, Ricciardo, Kimi, Vettel, Bottas, Ocon, Sainz, Perez e Stroll. Bottas torna a girare dopo una breve pausa e si porta al secondo posto, a 46 millesimi dal compagno di squadra. Stroll con la gomma viola si prende il settimo posto, ma poi è Sainz a scavalcarlo. Finalmente Vandoorne riappare dai box, ma non è molto contento della guidabilità della sua McLaren. A trenta minuti dalla fine, Hamilton fa segnare un nuovo miglior crono, 1:24.147, con un nuovo set di ultrasoft. Dietro di lui c’è Bottas a 4 decimi. Poi Verstappen, Ricciardo, Kimi, Vettel, Sainz, Gasly, Stroll, Ocon. Vettel e le due Red Bull sono passati alla mescola rossa, mentre Raikkonen prosegue con la soft.

A meno di trenta minuti dalla fine, Alonso si lancia in pista e si prende il 14esimo tempo. I meccanici hanno dovuto risolvere problemi agli scarichi sulla sua MCL33. Hamilton scende ancora, con il crono di 1:24.026, mentre Grosjean si inserisce in sesta posizione, con la gomma ultrasoft. Alonso si migliora, ottavo, mentre le due Ferrari si sono portate davanti alle Red Bull. Gli ultimi minuti della sessione vedono entrambe le Mercedes e le Rosse impegnate nella simulazione del passo gara.

La prima sessione di Libere si conclude con Hamilton davanti a Bottas e Verstappen.

F1 GP Australia – Tempi, risultati e giri Prove Libere 1

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati