F1 | GP Abu Dhabi, piloti Haas: “La squadra è cresciuta nonostante la stagione difficile”

I piloti del team americano analizzano la stagione nella preview di Abu Dhabi

F1 | GP Abu Dhabi, piloti Haas: “La squadra è cresciuta nonostante la stagione difficile”

Non si è trattata di una stagione semplice in casa Haas. Dopo 3 anni in cui è cresciuta campionato dopo campionato, la squadra americana ha vissuto un involuzione nel 2019, per via di una monoposto difficile da comprendere fino a fondo, molto sensibile ai cambi di temperatura e di condizioni della pista, tanto da trasformarla da vettura da Q3 a fanalino di coda della midfield a seconda dell’appuntamento.

Un anno complicato per il team, ma da cui potrà imparare per l’anno prossimo. L’ultima gara della stagione è però una buona occasione per concludere il campionato con un risultato positivo, anche se i piloti nella preview di Abu Dhabi si sono concentrati sull’analizzare più l’andamento e i progressi della monoposto: “Il team è cresciuto anno dopo anno” – ha raccontato Romain Grosjean -. “Ovviamente abbiamo vissuto 3 stagioni dove siamo migliorati costantemente. Questo quarto anno invece è stato deludente in termini di performance. Ciò non significa che tutto il lavoro che abbiamo fatto dietro le quinte non sia ottimo. Come ho detto molte volte, il team ha lavorato molto bene e abbiamo ottenuto il massimo, se non più del massimo, dalla vettura la maggior parte del tempo. Dobbiamo vedere gli aspetti positivi. Siamo stati in grado di analizzare nel dettaglio per essere pronti non 2020.

Anche Kevin Magnussen crede che, nonostante le difficoltà incontrate durante la stagione, la squadra sia migliorata molto: “Penso che il team abbia imparato molto in questa stagione, non in termini di risutlati, ma in termini di prestazioni. Nel complesso, la squadra ha fatto un ottimo lavoro quest’anno. Ovviamente abbiamo avuto una macchina complicata, ma abbiamo lavorato sulla vettura e sui problemi che avevamo. Penso che nel complesso abbiamo avuto una monoposto più complicata di quella del 2017. Ma abbiamo gestito le cose molto meglio e abbiamo ottenuto il massimo. Inoltre ci ha permesso di essere più preparati per il prossimo anno”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati