F1 | Ferrari, il colorito team radio di Raikkonen sulla strategia di Vettel: “Non fottetemi!”

Il finlandese a Melbourne si è reso protagonista di un acceso dialogo con il proprio ingegnere di pista: "Non sapevo cosa stesse accadendo"

F1 | Ferrari, il colorito team radio di Raikkonen sulla strategia di Vettel: “Non fottetemi!”

Nel corso del Gran Premio d’Australia, non è passato inosservato il focoso team radio di Kimi Raikkonen. “Iceman” ha avuto da ridire sulla strategia di Sebastian Vettel: il compagno tedesco, a sua insaputa, aveva difatti ritardato la sosta ai box riuscendo poi, grazie alla Virtual Safety Car, a sopravanzare sia il finlandese che Lewis Hamilton.

Questo il colorito dialogo tra Raikkonen e il suo ingegnere di pista, avvenuto quando Vettel stava proseguendo il suo stint con le ultrasoft, mentre Kimi aveva da poco montato le soft:

Ingegnere: “Abbiamo bisogno di migliorare il passo Kimi: Seb sta girando in 28.5, tu giri in 28.7”
Raikkonen: “Ma lui si è già fermato per il pit stop, o no?”
Ingegnere: “Non ancora, non ancora”
Raikkonen: “C***o, e me lo dici adesso? La prima cosa che mi hai detto è stata di non avere fretta. Non fottetemi con queste cose”
Ingegnere: “Non incasinarmi. Stiamo andando bene Kimi, l’obiettivo è 28.5”

Nel post-gara, Raikkonen ha spiegato così la faccenda: “Non mi definirei sorpreso. L’unica cosa che mi ha stupito è stata che stavamo parlando alla radio e non mi hanno fatto sapere cosa stesse accadendo. Ovviamente abbiamo parlato prima della gara e c’erano un centinaio di opzioni possibili, e questa era la sua migliore opzione, non avendo nessuna minaccia alle sue spalle. Avrebbe potuto avere una possibilità, non avendo nulla da perdere. Era tranquillamente terzo e avrebbe potuto funzionare bene. Non sono rimasto sorpreso da ciò che ha fatto, quanto piuttosto dal fatto che non lo sapessimo”.

Federico Martino

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

16 commenti
  1. PirozziF1

    26 Marzo 2018 at 22:25

    kimi kimi ti hanno fregato ma questa volta non era voluto. la virtual ha cambiato le carte in tavola altrimenti restavi tranquillamente secondo

  2. cevola

    26 Marzo 2018 at 23:32

    Su questo argomento ci sarebbero almeno due, o tre cose da dire. Ad esempio non si capisce mai cosa si dicano squadra e piloti prima della partenza. Kimi sembra sempre sicuro di avere carta bianca nei confronti di Vettel, ma ogni volta non è così, neppure all’inizio di campionato. Anno scorso a Montecarlo è stato palese. Fatto pole, era in testa, ma subisce undercut da Vettel che lo passa dopo il pit. Manovra orchestrata dalla Ferrari come se Kimi fosse un avversario e non un loro pilota. Eppure Kimi continua a crederci e a meravigliarsi di certi comportamenti che puntualmente subisce. Negli ultimi tre anni non c’è stata una sola volta in cui kimi abbia avuto una strategia di pit stop a favore, nessuna. Ogni volta che era davanti a Seb, dopo il pit si è trovato dietro. Sappiamo tutti che la Ferrari ha designato Vettel come unico pilota che deve lottare per il titolo mondiale e non si capisce come l’unico a non saperlo dia proprio il finlandese, La strategia su Vettel di ieri di rimanere fuori più giri, serviva per prendere la seconda posizione al suo compagno, non certo per vincere. Poi la VSC lo ha avvantaggiato ulteriormente mettendolo davanti a tutti. Anche senza il problema delle Haas, il tedesco sarebbe rimasto fuori per più giri, visto che le sue gomme erano ancora buone e non aveva nessuno davanti che lo disturbasse. Questa mancanza di trasparenza poi tra l’ingegnere e Kimi non fa che confermare questa tendenza. Solo la fortuna, questa volta, ha impedito alla Ferrari di fare l’ennesima porcata anti sportiva contro Kimi…

  3. Daytona

    27 Marzo 2018 at 07:46

    Concordo, in Ferrari si punta su Seb,e le strategie sono sempre a suo favore.
    La cosa può anche avere un senso verso fine campionato, ma alla prima gara dal punto do vista sportivo..é una porcheria.
    Sperabile almeno che i punti in più conquistati servano a fine stagione.

  4. frankye

    27 Marzo 2018 at 09:13

    Analisi corretta.Attenzione però potreste essere aggrediti dagli ultras

  5. max02

    27 Marzo 2018 at 10:26

    vettel abbastanza raccomandato

  6. michemaga

    27 Marzo 2018 at 11:11

    Queste sono le cose per cui non parteggio per la Ferrari (dal 1996).
    Prima gara, Kimi in palla, e subito questi giochini.
    Mi spiace solo che Kimi abbia scelto di restare così a lungo in Ferrari.

    • Daytona

      27 Marzo 2018 at 12:45

      Se devi patteggiare per un team che non attua certi tipi di strategie,mi sa che non ti rimane che seguire un’altro sport.
      Tutti fanno la stessa cosa,in ballo ci sono milioni di euro,e se domani anche la Sauber si trovasse a dover lottare per un punto,metterebbe in atto esattamente la stessa identica strategia.

      • michemaga

        27 Marzo 2018 at 14:44

        Seguo la F1 da molto tempo e di squadre che puntano solo su un pilota ne ho viste in più occasioni (Lotus 1978 con Andretti e Peterson, ad esempio), ma molto spesso ciò era stabilito da un contratto.
        Ora, non so se Kimi abbia firmato un contratto da seconda guida (ne dubito), ma se così fosse non ci sarebbe bisogno di “fotterlo” in maniera subdola già dopo i primi 28 giri del Campionato.

      • Daytona

        27 Marzo 2018 at 18:31

        Non so,penso anch’io che sulla carta non abbia vincoli da seconda guida il buon Kimi,altrimenti se ne starebbe buono a far da spalla a Seb senza chiedere ragguagli sulla strategia o inc***arsi a bestia quando,come a Monaco,lo fottono veramente.
        In ogni caso concordo sui giochi di squadra,non mi sono mai piaciuti,ma ci sono in ballo un sacco di soldi e presumo li faranno sempre tutti.

      • frency

        27 Marzo 2018 at 19:24

        Scusa in mercedes l’anno scorso hamilton si stava giocando il mondiale eppure alla fine della gara ha restituito la posizione a bottas in scuderia non hanno fatto un fiato.
        Non ricordo il gp forse baku!!!!!!

      • frency

        27 Marzo 2018 at 19:28

        michemaga ti sei dimenticato ferrari con schumacher

  7. Daytona

    27 Marzo 2018 at 21:18

    Schumi restitui a Barrichello ben più di quel gp che per anni il brasiliano ha sventolato come una rapina nei suoi confronti.
    Lo fece vincere in un’occasione lasciandolo passare all’ultimo giro,e poi lo aspetto per un’eternità sul traguardo di Indianapolis per finire in parata e Rubens lo superò al fotofinish rubandogli la vittoria..
    Se lo scorso anno la Ferrari non avesse vissuto la sciagurata trasferta asiatica eliminandosi dalla lotta,quei due punti a Bottas lì avrebbero chiesti indietro.

  8. ooJEANoo

    27 Marzo 2018 at 22:12

    Francy non è vero che il team Mercedes dopo che Hamilton ha reso la posizione a Bottas non hanno fiatato
    Anzi Wolff tirò un pugno sul banco e Lauda imprecò
    Quindi loro durante la gara non hanno dato ordini ma alla fine si aspettavano una cosa diversa visto che come tutti dicono ci stanno troppi soldi in ballo
    Se dovesse risucedere con l’esperienza acquisita (visto che il loro più grande endicap è proprio l’esperienza) darebbero ordini anche loro oppure fanno giochetti poco puliti nei confronti del “secondo” pilota

  9. ooJEANoo

    27 Marzo 2018 at 22:16

    Vorrei aggiungere che quoto in tot cevola
    È che da tifoso Ferrari (ma soprattutto dello sport) queste cose non mi piacciono
    Ordini si può cominciare a farli più o meno da metà stagione (sempre che entrambi i piloti non siano in lotta per il titolo)

  10. lucaraikkonen

    27 Marzo 2018 at 23:35

    il punto è che lo hanno fermato troppo presto, le ultra andavano ancora bene… quindi si, anche senza vsc probabilmente vettel poteva continuare altri 10-12 giri e rientrare davanti a Kimi con supersoft contro soft usate… in ogni caso Kimi avrebbe perso la posizione nei confronti di seb. La fortuna della vsc ha sorriso ancora di piu alla Ferrari portando vettel primo.
    Concordo anch’io che forse un bel discorso a Kimi possono farlo… è palese ormai. Sopprattutto con una supermercedes bisogna puntare tutto su un pilota. Ogni punto va preso… sinceramente da suo tifoso mi dispiace. Viene spesso criticato ingiustamente per la prestazione e poi quando va bene non riesce mai ad ottenere quel che merita.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati