F1 | Ferrari, Binotto: “Siamo delusi, abbiamo deciso di appellarci alla decisione degli steward”

"Abbiamo dimostrato di essere competitivi per tutto il weekend", ha sottolineato il team principal del Cavallino

F1 | Ferrari, Binotto: “Siamo delusi, abbiamo deciso di appellarci alla decisione degli steward”

La Ferrari si congeda dal weekend del Gran Premio del Canada, settima prova stagionale del Mondiale 2019 di Formula Uno, con un doppio podio in virtù del secondo posto di Sebastian Vettel e del terzo di Charles Leclerc.

Il bottino per la Rossa sarebbe potuto essere più ricco senza la penalità di 5″ comminata a Sebastian Vettel, per essere rientrato in pista in modo pericoloso davanti a Lewis Hamilton dopo un lungo a curva 3 nel corso del 48° giro, che ha privato la Rossa e il tedesco della prima vittoria di questo campionato.

Il team principal Ferrari Mattia Binotto, commentando la gara di Montreal, ha detto: “In questo momento non possiamo che essere delusi, come squadra nel complesso ma soprattutto pensando a Sebastian e al pubblico. Per quanto riguarda Seb, penso che non avrebbe potuto fare nulla di diverso da quello che ha fatto, motivo per cui abbiamo deciso di appellarci alla decisione degli steward”.

Ha poi aggiunto: “Lasciamo il Canada con la consapevolezza che oggi, come per tutto il weekend, abbiamo dimostrato di essere competitivi e questo ha dato una dose di fiducia a tutta la squadra”.

Piero Ladisa


F1 | Ferrari, Binotto: “Siamo delusi, abbiamo deciso di appellarci alla decisione degli steward”
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

4 commenti
  1. attilio

    10 giugno 2019 at 08:22

    Caro Binotto. credo serva più cattiveria sportiva ( ricordi marchionne?) siete molli
    troppo poco reattivi.se avete le palle fate i giusti reclami. inoltre, perchè attendere così tanto a cambiare le gomme a leclerc?, gli avete escluso la possibilità di combattere sicuramente per il secondo posto, vista poi la rimonta fatta.

  2. Raphael

    10 giugno 2019 at 11:35

    Competitivi? Aspettiamo altre piste….
    Comunque quello che è successo dimostra quanto poco valga la Ferrari e quanto peso abbia la Mercedes.
    Il Drake si sarebbe già ritirato dalla F1, voi siete ancora là a fare show e prendere calci nel sedere, grande Ferrari… viva i soldi abbasso la dignità.

  3. operatore911

    10 giugno 2019 at 12:41

    Alla prossima volta che i giudici prendono una decisione assurda per uno sport al limite non fate che solo il pilota si esponga. Anche voi dovete farvi sentire anche con un azione plateale… fermate le auto sul bordo ed aspettate che tutti transitino per poi finire a rallentatore. Al momento, e non vale solo con la Ferrari, troppe volte si sono visto giudizi non coerenti e/o con due pesi e due misure.

  4. alonsosenna4

    10 giugno 2019 at 15:45

    Il Drake avrebbe già ordinato una macchina ai suoi ingegneri per le indycar per Daytona per qualcosa di diverso pur di spaventare questi americani che non capiscono nulla e che stanno consegnando tutto a questi krukki stupidi e disonesti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati