F1 | Ferrari, Binotto: “Siamo contenti per le prestazioni odierne”

"Il giro di Charles è stato stupendo, Sebastian non ha trovato la giusta fiducia nelle fasi finali della qualifica", ha dichiarato il team principal del Cavallino

F1 | Ferrari, Binotto: “Siamo contenti per le prestazioni odierne”

La Ferrari ha archiviato il sabato di qualifiche del Gran Premio di Gran Bretagna con la seconda e terza fila ottenute rispettivamente da Charles Leclerc e da Sebastian Vettel.

Il monegasco, che domani scatterà dalla terza casella, è stato protagonista di un’ottima sessione dove ha pagato pochi centesimi di ritardo dal duo Mercedes. Il tedesco invece, che non è riuscito a trovare il giusto feeling con la SF90, si è dovuto accontentare del sesto tempo.

Il team principal della Ferrari Mattia Binotto, analizzando la giornata andata in scena a Silverstone, ha detto: “Siamo sicuramente contenti per le prestazioni odierne della macchina dopo le difficoltà di ieri. Durante la serata, anche grazie al simulatore, siamo riusciti ad apportare alcune modifiche di setup che hanno permesso ai piloti di aver più confidenza con la vettura e ad avere un bilanciamento migliore soprattutto sull’anteriore dove ieri soffrivamo”.

Sull’ultimo tentativo di Leclerc in Q3 ha detto: “Il giro di Charles è stato stupendo e gli è mancato poco per ottenere la prima fila”. 

Sulla scelta di partire con le gomme morbide con entrambe le monoposto: “Domani partiamo con una scelta di pneumatici diversa rispetto ai nostri rivali, voluta, sulla quale puntiamo come variabile. Sappiamo che la gara sarà lunga con le gomme che si usureranno per tutti, ma la speranza che abbiamo è quella di avere trovato un assetto giusto che ci permetta di essere performanti anche sulla distanza”.

Su Vettel: “Sebastian, da parte sua, non ha trovato nelle fasi finali della qualifica la giusta fiducia e confidenza con la vettura: è un peccato, perché siamo convinti avrebbe potuto fare una qualifica migliore”.

Piero Ladisa


Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

4 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati