F1 | Ferrari, Arrivabene sul futuro: “L’obiettivo è avere una macchina dominante come nel 2002 e nel 2004” [VIDEO]

Il team principal del Cavallino: "Mondiale chiuso? Non ancora, nessuno ha intenzione di mollare"

F1 | Ferrari, Arrivabene sul futuro: “L’obiettivo è avere una macchina dominante come nel 2002 e nel 2004” [VIDEO]


Intervistato da Carlo Vanzini, telecronista di Sky Sport F1, Maurizio Arrivabene ha analizzato il momento della Ferrari, rimarcando come il campionato, nonostante l’abissale gap di 50 punti che Sebastian Vettel paga rispetto a Lewis Hamilton, sia ancora aperto.

“Il Mondiale non è finito, mancano cinque gare alla fine” – ha affermato il team principal del Cavallino. “Non si può negare che nelle ultime gare ci siano stati dei problemi. Ci sono gare in cui la nostra macchina è molto, ma molto forte e altre in cui te la giochi con la Mercedes e su circuiti come questo (Suzuka, ndr), dove necessiti di un carico molto alto, ci sono dei problemi. Problemi che loro hanno avuto in circuiti dove noi siamo nettamente più forti. In quelli dove te la giochi, per mille ragioni, non siamo riusciti a portare a casa i punti che volevamo”.

Arrivabene, inoltre, ha spiegato come il piano della Ferrari sia quello di costruire negli anni a venire una monoposto dominante, come quella condotta magistralmente nei primi anni 2000 da Michael Schumacher: “La macchina ideale è quella che deve ancora arrivare. L’obiettivo che dobbiamo avere è quello delle macchine del 2002 e del 2004. Una macchina dominante ti permette degli errori, una macchina forte ti permette di lottare più o meno ad armi pari con i tuoi avversari più forti. Detto questo, il campionato non è finito e nessuno ha intenzione di mollare”.

Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

1 commento
  1. Victor61

    5 ottobre 2018 at 16:24

    2002-2004? allora c’erano schumacher, todt e Brawn…oggi chi abbiamo? a già vettel, arrivabene e clear…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati