F1 | Ascolti TV, RTL in caduta libera: “Il GP in Spagna ha registrato una calo vicino al milione di spettatori”

"Alcuni rendono omaggio alla Mercedes, mentre altri soffrono la mancanza di alternative e di spettacolo", ha dichiarato un portavoce della TV alla Bild

Liberty Media pronta ad apportare i giusti correttivi, ma i risultati di questo lavoro si vedranno solamente con i nuovi regolamenti per la stagione 2021
F1 | Ascolti TV, RTL in caduta libera: “Il GP in Spagna ha registrato una calo vicino al milione di spettatori”

Nonostante il dominio della Mercedes e la teorica sfida tra Valtteri Bottas e Lewis Hamilton per la conquista del mondiale piloti, RTL ha lamentato una forte flessione degli ascolti in questa prima parte del campionato 2019, sottolineando come i risultati ottenuti in termini di share siano stati assolutamente deludenti, soprattutto nell’ultimo GP di Spagna.

Secondo quanto dichiarato da Matthias Bolhofer, portavoce della rete RTL, l’appuntamento di Barcellona ha registrato una calo vicino al milione di spettatori, il quale ovviamente va unito ai dati negativi registrati in Cina e in Azerbaijan. Una situazione preoccupante che conferma il continuo disinteresse degli appassionati verso la Formula 1.

“Alcuni rendono omaggio alla Mercedes, mentre altri soffrono la mancanza di alternative e di spettacolo”, ha dichiarato il portavoce alla Bild. “Il calo degli ascolti è la logica conseguenza di una situazione di stallo che perdura ormai da anni”.

Liberty Media, ricordiamo, sta facendo il massimo per smuovere una situazione critica, soprattutto in termini di attenzione, ma allo stesso va segnalato di come i primi cambiamenti saranno apprezzati solo a partire dalla stagione 2020. Fino a quella data, infatti, i regolamenti non subiranno alcuna modifica e sarà lecito aspettarsi degli equilibri in pista simili a quelli di quest’anno, con tre top team davanti a tutte le altre squadre.

F1 | Ascolti TV, RTL in caduta libera: “Il GP in Spagna ha registrato una calo vicino al milione di spettatori”
5 (100%) 2 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

6 commenti
  1. Zac

    14 maggio 2019 at 14:36

    Alfredo Binda, a causa della sua manifesta superiorità, nel 1930 fu pagato dagli organizzatori per non partecipare al Giro d’Italia, ottenendo 22.500 lire, una cifra corrispondente al premio per la vittoria finale e ad alcune vittorie di tappa.

  2. Susan

    15 maggio 2019 at 09:01

    Come aumentare spettacolo e interesse in questa f1 monomarca: primo lasciare liberi i progettisti da qualsiasi censura secondo :gomme libere senza obbligo di impiegare due mescole terzo: ripristino del muretto anche xke nessuno quasi se lo ricorda più

  3. Susan

    15 maggio 2019 at 09:05

    Dimenticavo le scuderie devono poter provare quanto vogliono e nn due volte all’anno con conseguente smantellamento dei simulatori che a mio avviso anno reso obsoleta questa f1

  4. Susan

    15 maggio 2019 at 09:07

    Xke’ Liberty Media nn va a vedersi un po’ di gare formato anni 70 anni 80 – anni 90 quelli sì che erano GP

  5. Susan

    15 maggio 2019 at 09:19

    E poi ancora elettronica al bando e ritorno all’essenza della F1 cioe’ la musica degli 8 – 10 – 12 CILINDRI WOW che meraviglia sarebbe

  6. Susan

    15 maggio 2019 at 09:22

    Errata corrige muretto volevo dire muletto

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati