Coronavirus, la FIA monitora la situazione in Cina

"La FIA intraprenderà le azioni necessarie per aiutare a proteggere la comunità mondiale degli sport automobilistici e il grande pubblico", si legge nel comunicato

Coronavirus, la FIA monitora la situazione in Cina

Negli scorsi giorni la CAMF (Federazione automobilistica cinese) ha deciso di annullare tutti gli eventi relativi al motorsport che si svolgeranno fino ad aprile a causa del Coronavirus, che ha causato 170 morti e 7.700 contagi. Sul virus che sta falcidiando la Cina è intervenuta anche la FIA che continua a monitorare quanto accadde prima di prendere decisioni riguardanti le prossime gare.

A seguito dell’epidemia di coronavirus scoppiata in Cina all’inizio dell’anno, la FIA sta monitorando attentamente la situazione in evoluzione con le autorità competenti e i suoi club membri, sotto la direzione del presidente della Commissione medica della FIA, il professor Gérard Saillant. La FIA valuterà il calendario delle sue prossime gare e, se necessario, intraprenderà le azioni necessarie per aiutare a proteggere la comunità mondiale degli sport automobilistici e il grande pubblico”, la nota pubblicata dalla Federazione.

Tra gli eventi motoristici, organizzati in Cina sotto l’egida della FIA, figurano l’ePrix di Sanya (21 marzo) e la gara di Shanghai di Formula Uno (17-19 aprile).

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati