Bernie Ecclestone chiarisce: “Rimarrò il capo. Questo non cambierà”

Grande confusione in F1, ma Mister E sembra convinto: "Posso assicurare che tutto rimarrà così com'è"

Bernie Ecclestone chiarisce: “Rimarrò il capo. Questo non cambierà”

Continua ancora la soap opera che vede Ross Brawn e Bernie Ecclestone come protagonisti principali e il circus di Formula 1 come scenografia preferita: botta e risposta tra l’ingegnere britannico, accreditato più volte dai media e da alcune sue dichiarazioni, come il nuovo successore di Mister E alla guida della F1 dopo l’arrivo di Liberty Media; e Ecclestone, attuale boss, in dirittura d’arrivo.

Tantissimi nei giorni scorsi sono stati gli interventi da parte delle più grandi figure della F1 in merito alla questione: Niki Lauda, Franz Tost alcune delle voci che si sono espresse nel pentolone delle notizie, dichiarando più volte di non riuscire a immaginare un manager diverso da Bernie Ecclestone. E Ross Brawn, indiziato numero 1 alla presidenza, dopo aver smentito qualsiasi contatto con il nuovo gruppo, ha dichiarato: “Mi piacerebbe collaborare con Mister E, sarebbe affascinante”.

Ma sarebbe ora di mettere un punto e chiudere, per quanto possibile, la questione, evitando ancora indiscrezioni e aggiornamenti inesatti. A dire la sua Bernie Ecclestone, che ha voluto prendere in mano la situazione e dichiarare un forte: “Io rimarrò il capo della F1, e questo non cambierà”.

Alla Bild tedesca, infatti, Mister E ha detto: “Posso assicurare che tutto rimarrà così com’è”.

Tuttavia, si è anche detto che Ecclestone sia stato emarginato da Liberty, desiderosa di apportare modifiche dopo tanti anni. Ma lo stesso Bernie ha spiegato: “È abbastanza semplice: il Patto della Concordia dice che io sarò il capo fino al 2020. Fino ad allora, le squadre e le regole non possono cambiare e non cambieranno. Gli azionisti possono naturalmente portare un cambiamento di rotta, e quelli nuovi sapranno porre maggiormente l’accento sulla pubblicità e sulla commercializzazione di come la CVC ha fatto nel passato”.

E per quanto riguarda Brawn, Ecclestone chiarisce che non è interessato ad aprire la porta all’ingegnere: “Sarei stato felice se fosse andato alla FIA”, ha detto. “Ma non può fare nulla per noi in questo momento. Non abbiamo bisogno di un ingegnere o qualcuno con le competenze di Ross. Non parlo con lui da un lungo periodo. Non ho idea di cosa farà”, ha continuato. E per quanto riguarda i gossip sulla sostituzione, Bernie ha detto alla Bild: “Questa è una sciocchezza assoluta”.

Fabiola Granier

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

3 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati