Bahrain pronto ad accogliere il ritorno della Formula 1

Bahrain pronto ad accogliere il ritorno della Formula 1

Il Bahrain ha confermato di essere pronto ad accogliere il ritorno della Formula 1. La stampa locale ha quindi avviato una vera e propria campagna per convincere Bernie Ecclestone e la FIA a tornare nel Paese.

Sul Gulf Weekly si legge in prima pagina: “Bernie, torna, siamo pronti” a cui si aggiunge una petizione che i lettori possono firmare e che sarà inviata direttamente al CEO della Formula 1 la settimana prossima.

“Abbiamo passato tempi difficili di recente, e il reinserimento nel calendario 2011 del GP Bahrain sarebbe una grande iniezione di fiducia per tutti noi” si legge nell’articolo del giornalista Stan Szecowka.

Altre 2000 firme sono state raccolte da un gruppo di Fans di F1 del Bahrain.

Abdulrahman Al Morshed, CEO del Nation Hotels Company, ha dichiarato: “Se la Formula 1 tornerà ci sarà una grande differenza nella percezione internazionale, quindi anche se l’evento non sarà un successo come gli altri anni aprirà la strada al ritorno degli affari nel Paese”.

Zayed Rashed Al Zayani, presidente del circuito, ha aggiunto: “Siamo pronti ad ospitare la gara, ma sfortunatamente non è solo una nostra decisione”.

Bahrain pronto ad accogliere il ritorno della Formula 1
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

7 commenti
  1. MikeCTF (tifoso Ferrari)

    18 maggio 2011 at 12:52

    Perpiacere NO!

  2. Andrea Gardenal

    18 maggio 2011 at 14:09

    Ahahahah si vantano per 2000 firme? Ma per piacere, andate a guardare le corse di cammelli. Rassegnatevi, la F1 lì interessa solo allo sceicco

  3. Ciccio

    18 maggio 2011 at 16:33

    Spero di NO! Troppo rischioso e poi non ne gioverebbe la collettività ma soltanto una schiera oligarchica di uomini con le sottane!

  4. ugo

    18 maggio 2011 at 17:55

    Mah..non mi emoziona il GP del Bahrain come buona parte dei nuovi circuiti,sono tra quelli che voterebbero piuttosto per reinserire circuiti “classici” come Imola , Zandvort , Kyalami ecc…Per me se resta fuori non è una gran perdita.

  5. Andrea Gardenal

    18 maggio 2011 at 19:17

    @ Ugo

    Kyalami è in fase di smantellamento proprio in questi mesi.

  6. Francesco

    19 maggio 2011 at 08:37

    Cominciassero ad abbassare il prezzo del greggio e poi sotto i 50$ a barile ne riparliamo, magari gli facciamo fare i test invernali!!!
    😉

  7. jumpy

    19 maggio 2011 at 14:58

    almeno mettessero un cuvone da 270 orari con rettilineo annesso e poi un bell’ harpin sarebbe un po’ più emozionante……questo purtroppo però non accadrà!:)

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati