Alonso, nessun rimpianto per la manovra su Kubica

Alonso, nessun rimpianto per la manovra su Kubica

Fernando Alonso ha dichiarato di non essere pentito di non aver lasciato passare Robert Kubica dopo averlo superato tagliando una curva. Lo spagnolo è stato poi penalizzato sebbene non abbia avuto il tempo di lasciar passare il suo avversario, ritiratosi subito dopo per un problema tecnico.

Secondo la Ferrari il suo pilota ha agito correttamente dal momento che il polacco non gli avrebbe lasciato sufficiente spazio per percorrere la curva. Alonso ha poi chiuso la gara in 14ma posizione.

“Penso che abbiamo fatto quello che dovevamo e non penso che avremmo dovuto cambiare qualcosa” ha dichiarato Alonso. “Ci saranno molte opinioni mentre la gente beve una birra, qualcuno dirà che avremmo dovuto lasciare passare Kubica in quel momento, altri magari diranno che se ci fosse stato un muro invece dell’erba mi sarei schiantato contro di esso e forse avrebbero penalizzato Kubica e non me. Quindi dipende dalla prospettiva. Pensavamo di aver agito correttamente. Sono passati diversi giri e non c’è stata alcuna notizia e se avessimo voluto lasciarlo passare non c’era stata comunque l’occasione perchpè Kubica si è ritirato e non c’era nient’altro da fare. I criteri di valutazione dei commissari sono uguali per tutti” ha aggiunto Alonso. “I commissari guardano attentamente ogni episodio che accade in gara e prendono la decisione giusta secondo loro. La penalità? Le penalità sono sempre giuste”.

Alonso si è detto comunque ottimista sulle sue chances iridate: “La vettura in gara volava quindi sono ancor piu’ convinto del titolo dopo questa gara”.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

35 commenti
  1. Delio Bologna

    12 luglio 2010 at 11:55

    Due difetti della Ferrari? Di non essere una squadra britannica… pardon, inglese e di non avere come PRIMA guida un inglese. La differenza tra la Fia di Max Mosley e quella di Jean Todt? J. Todt non è inglese. Alonso? A inizio campionato chi avrebbe scommesso l’anno scorso su Button e quest’anno su Webber? Kubica? Se sapeva di avere problemi alla trasmissione, poteva evitare di costringere Fernando al taglio di chicane. Per Charlie (Whiting) e Nigel (Mansell), entrambi inglesi: Very good job!

  2. giacomo

    12 luglio 2010 at 12:56

    la solita storia del complotto…
    ammesso sia vero sarebbe divertente…
    dopo tutte le mignottate fatte…ogni tanto tocca subirne qualcuna…
    dovevate tenervi il nazi sado maso , con qualche scudisciata ben piazzata…
    i soliti buoi che dicono cornuto al povero asinello…

  3. giacomo

    12 luglio 2010 at 13:00

    la “colpa” è sempre di Hamilton che con la radio impartisce “ordini” ai commissari e direttore di gara…penalizzate costui, fate uscire la safety car e a gli altri piloti, provocate degli incidenti etc etc
    ma se non sbalio è stato il pilotonzo a beneficiare di un incidente organizzato dal suo ex capo, incidente del quale ovviamente non sapeva nulla…
    ah ecco un altro tipo alla scaiola….basta dire …non ne sapevo nulla

  4. luca

    12 luglio 2010 at 13:43

    se avete visto i commenti del dopo gara quando alonso ha passato a kubica ha chiesto ai box se il sorpasso era valido e gli hano risposto di si.chi comanda sono i box non i piloti

  5. jonas

    12 luglio 2010 at 13:51

    prima la penalità e poca adesso è troppa, OU !
    l’avete voluta voi la penalità pesante e rapida no ? eccovi serviti, adesso siete contenti vero ?.

    poi c’è chi rosika sulle infrazioni di hamilton dicendo perchè non lo penalizzano di più.

    LA RISPOSTA LA TROVATE SUBITO, BASTA CONFRONTARE LE FURBATE DI HAMILTON CON QUELLE DI ALONSO, Lewis fa delle gran furbate, Alonso invece più che furbate,s ono cretinate inutili.

  6. zizi

    12 luglio 2010 at 14:08

    sfortuna? sfiga? no no al contrario siete fortunati e pure molto! alonso ha vinto il prima gp perche vettel che dominava a rotto, poi è arrivato secondo quando hamilton ha rotto il cerchio
    altrimenti hamilton avrebbe 20 punti in più e alonso qualcuno in mene
    se ieri faceva passare subito kubica sarebbe arrivato a podio.
    ma siccome lui è più furbo di titti….
    ma capelli la finisci di dire str222te sei di parte in modo inbarazzante, che goduria guando vieni smentito subito dopo le tue affermazioni
    ma quando ti cacciano. e gli altri giornalisti rai “alonso un gradino sopra tutti” che campione.. ben vi sta, non sapete più che scusa trovare, il signorino per non fare passare massa gli ha forato “accidentalmente” la gomma in vero signore di sportivita

  7. Spartacus

    12 luglio 2010 at 14:08

    Credo che la penalità ad alonso sia stata eccessiva perchè alla fine kubica da li a poco si sarebbe ritirato per problemi tecnici e quindi tutto sommato alonso avrebbe scalato cmq una posizione, pur cui non vedo in che modo ne abbia tratto vantaggio tagliando la curva considerando anche che lo spagnolo è stato costretto a farlo onde evitare un sicuro incidente. Di conseguenza mi ha stupito questa decisione perché appunto la federazione ha quasi sempre fatto della sicurezza una priorità assoluta! Se kubica non avesse avuto problemi alla vettura era giusto ridargli la posizione ma per come sono andate le cose credo che bastava un chiarimento dopo la gara.
    Se i commissari continuano a lavorare in questo modo va a finire che nessuno più azzarderà a sorpassare e si rischia che la formula 1 diventerà una sfilata di vetture anziché una competizione.

  8. robby

    12 luglio 2010 at 14:30

    salve a tutti, Alonso percorre 2 giri al terzo era COSTRETTO a rientrare, vero!
    a questo punto cosa fa la MA-FIA ordina l’ingreso della safety car per fare vedere chi è che comanda! e se avesse aspettato 1 solo giro? non mi sembra che per 2 detriti si debba RI-PENALIZZARE un pilota che con gli ATTRIBUTI, ha vinto due titoli mondiali, che non è stato mai mazziato dal compagno di squadra, che anche quando era in MCLAREN il boss coccolava HAMILTON (VEDI TRATTAMENTO VETTEL-WEBBER) grazie.

    saluti, Robby.

  9. Max

    12 luglio 2010 at 15:54

    Un particolare sull’episodio: quando Alonso ha cominciato a superare Kubica aveva ampiamente superato la metà dell’auto del polacco, anzi alla curva i due erano affiancati. Lì Kubica stringe Alonso buttandolo fuori. Secondo il regolamento, curiosamente richiamato fino allo scorso anno, chi supera metà dell’auto ha diritto di traiettoria. Stavolta non ho notato alcun richiamo a questa regola. Per caso non vale più?

  10. giacomo

    12 luglio 2010 at 16:24

    To German television Sky, Mercedes reserve driver Heidfeld commented: “You can only discuss whether a penalty is due or not. I say (in this case) yes.”

    He thinks Alonso should have voluntarily given the place back to Kubica, negating the stewards’ inquiry.

    “It was clear that the matter would be investigated. If he got a penalty, he is out of the race, and that’s what happened. If he had let Kubica re-pass, he loses a place but then he can just try again.

    “It was just stupid,” added the German.
    appunto

  11. TED

    12 luglio 2010 at 16:36

    ask Jean Alesi

  12. Carlito

    12 luglio 2010 at 16:49

    Ragazzi, secondo me ogni pilota sente molto in ogni sua prestazione il clima e l’atmosfera che esiste ai box…..alonso ha pur vinto un mondiale o sbaglio??ha pur combattuto o meglio si è pur misurato in un team importante come la MecLadren o sbaglio???…massa, per quanto secondo me incapace di essere pilota n°1, ha pur fatto l’esperienza di quasi vincitore di un mondiale o sbaglio? ha pur accompagnato il vecchietto tedesco (Schumacher) o sbaglio???…..allora secondo me invece di prendersela troppo con quelli che la domenica si siedono in una macchina e ci mettono la faccia, bisogna prendersela con i dirigenti che dovrebbero spiegare in base a quali criteri è stata data una cosi gloriosa scuderia a gente con poca lucidità, scarsa per non dire scarsissima competenza (parlo per quello che finora hanno dimostrato), e con l’unica dote di copiare soluzioni tecniche altrui invece di trovare valide ed efficaci soluzioni tecniche che provengano direttamente da maranello??????….Montezemolo secondo me dovrebbe ascoltare di più tutti noi tifosi e magari anche rispondere a qualche nostra domanda…..e la domenica del GP presentarsi sul circuito almeno per far valere politicamente l’immagine della Ferrari all’interno di quel porcile che si chiama FIA….

  13. giacomo

    12 luglio 2010 at 20:13

    commento della rivista Auto:

    -Però va anche detto che Alonso ha sbagliato a non restituire subito la posizione. Autosprint ha intervistato Charlie Whiting dopo la gara – trovate l’articolo completo sul settimanale che esce martedi 13 – e il direttore di gara ha rivelato che per tre volte ha “suggerito” alla Ferrari di restituire subito la posizione a Kubica. La Ferrari non l’ha preso come un ordine così perentorio, ma dovrebbe sapere e ricordarsi che tutte le volte che un pilota taglia la pista, apposta o per sbaglio, è obbligato a cedere la posizione per regolamento. Se Alonso è sotto pressione perché sta guidando qualcuno dal muretto dovrebbe sfogliare il regolamento e rinfrescargli le idee.

    per i sostenitori del fuoriclasse e della sua squadra

  14. Daniele

    13 luglio 2010 at 09:34

    Ancora co sta storia della mafia inglese..c’avete il prosciutto sugli occhi e il fumo nella testa..mentre ecclestone balla il flamenco..

  15. kikka

    16 luglio 2010 at 01:24

    beh, io da sua tifosa ho sempre detto che fossi stata in lui per evitare dubbi e rischi avrei ridato la posizione immediatamente, tanto poi avrei potuto risorpassare kubica due curve dopo. Ma apprezzo tantissimo la coerenza lol

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati