Todt vuole ricavi maggiori per la FIA dalla Formula 1

Todt vuole ricavi maggiori per la FIA dalla Formula 1

L’ultima intervista rilasciata da Jean Todt ha rivelato altri retroscena della tensione crescente tra la FIA e Bernie Ecclestone. Quando il miliardario inglese ha di recente ammesso di essere in contrasto con il presidente della FIA, Todt, sulle regole per i motori di F1 per il 2013, in molti hanno pensato che il vero motivo di contrasto fosse in realtà economico.

Todt ha confermato al Financial Times che sta cercando di ottenere un accordo piu’ vantaggioso ed equo per la FIA in vista del prossimo Patto della Concordia dal momento che l’attuale contratto scadrà alla fine dell’anno prossimo.

Todt ha fatto presente di non essere contento che il suo predecessore, Max Mosley, abbia concesso 10 anni fa ad Ecclestone un’esclusiva di 100 anni sui diritti commerciali della F1 per 360 milioni di dollari, un accordo che va comunque rispettato e non puo’ essere modificato.

Ma per il prossimo Patto della Concordia, Todt ha ribadito che “le cose sono cambiate” negli ultimi anni.

“La tecnologia è cambiata. L’evoluzione ha un prezzo. Dobbiamo assicurarci che i fondi per la FIA siano corretti” ha aggiunto Todt.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

11 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati