Red Bull, Horner: “Il terzo Titolo Costruttori in otto anni è un sogno che diventa realtà”

E aggiunge: "Il nostro lavoro non è ancora concluso"

Red Bull, Horner: “Il terzo Titolo Costruttori in otto anni è un sogno che diventa realtà”

Il team Principal di Red Bull, Christian Horner, ha detto che il terzo titolo costruttori consecutivo è un sogno che diventa realtà per la squadra – ma il suo lavoro per la stagione è ancora solo a metà dell’opera.

Il podio di Sebastian Vettel a Austin è stato sufficiente per la Red Bull che conquista il titolo di Campione del Mondo Costruttori di Formula 1 per la terza volta consecutiva, e lascia il tedesco in testa alla classifica piloti con un’ultima gara da disputare in Brasile.

Anche se il titolo costruttori è un successo importante per la Red Bull anche dal punto di vista economico, Horner ha detto che la festa non è completa perchè c’è ancora in ballo il titolo piloti.

“Siamo a metà strada”, ha detto. “Abbiamo chiuso un campionato – e vinto un terzo titolo costruttori consecutivo, è qualcosa che non potevamo mai sognare qualche anno fa.”

“Aver ottenuto quello che abbiamo ottenuto nel 2010, 2011 – e 2012 contro gli avversari che abbiamo in soli otto anni di presenza in questo sport è un qualcosa davvero notevole.”

“E ‘la testimonianza delle lunghe ore di lavoro, la dedizione e la determinazione che c’è all’interno della squadra, se siamo riusciti a raggiungere questo obiettivo – ed è un qualcosa di cui ogni membro della squadra è enormemente orgoglioso.”

Horner ritiene che c’era poca differenza tra il ritmo di Vettel ed il vincitore della gara Lewis Hamilton nel Gran Premio degli Stati Uniti, con un solo episodio che ha fatto la differenza: il momento del doppiaggio di Narain Karthikeyan è stato un momento abbastanza decisivo.

“Penso che sia stato un testa a testa tra i due in gara. Per Hamilton era difficile avvicinarsi troppo, e Seb ha fatto un lavoro fantastico nel gestire il gap da Lewis.”

“Lewis è stato un po’ più forte di noi nel primo settore, ma nei settori due e tre siamo riusciti a guadagnare un po’ di spazio. Sebastian stava guidando perfettamente e non ha commesso errori.”

“Sono abbastanza convinto che senza il doppiaggio avrebbe potuto resistere, ma queste sono le corse. Quindi, finire secondo, aver esteso il nostro vantaggio di tre punti, è ancora un risultato fantastico.”

Ha aggiunto: “Ora andiamo in Brasile con 13 punti di vantaggio e, ovviamente, c’è ancora tutto da giocare, come avevo pronosticato ad inizio stagione il titolo si deciderà nell’ultima gara”.

Le statistiche del team Red Bull Racing dal 2005 al 2012:

Classifica Titoli Costruttori vinti in successione
Ferrari: (’75, ’76, ’77, e ’99, ‘00, ’01, ’02, ’03, ’04)
McLaren: (’88, ’89, ’90, ’91)
Williams: (’92, ’93, ’94)
Red Bull: (’10, ’11, ’12)

Il Team ha:
VINTO nel 23,4% di tutte le gare che ha iniziato
Conquistato una POLE POSITION nel 31,7% delle sessioni di qualifica a cui ha partecipato
Vinto il campionato Costruttori nel 37,5% degli anni in cui ha gareggiato.
 
In GENERALE:
Red Bull Racing ha ottenuto:
34 Vittorie
80 PODI
46 POLE
1844,5 PUNTI
5 CAMPIONATI DEL MONDO (3 Costruttori e 2 piloti)
RECORD: Il maggior numero di pole conquistate da una squadra in una stagione (2011)
 
Sebastian Vettel
100 Gare (26 prima della Red Bull Racing, 74 con Red Bull Racing)
26 vittorie
46 PODI
36 POLE
15 giri più veloci
1046 punti

2 CAMPIONATI PILOTI
RECORD: Il maggior numero di pole conquistate da un pilota in una stagione (2011)
RECORD: La maggior parte dei giri in testa in una stagione (2011)
RECORD: Il più giovane pilota di Formula Uno che ha conquistato la pole position
RECORD: Il più giovane pilota a vincere una gara di Formula 1
RECORD: Il più giovane pilota a vincere il Campionato Piloti
 
Mark Webber
195 GARE (86 prima della Red Bull Racing, 109 con la Red Bull Racing)
9 vittorie
34 PODI
11 POLE
14 giri più veloci
836,5 PUNTI

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

55 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati