Raikkonen: “Non sarà facile ma sicuramente lotteremo”

"Rispetto all’ultima gara siamo riusciti a risolvere alcuni problemi"

Raikkonen: “Non sarà facile ma sicuramente lotteremo”

Le F14 T della Scuderia Ferrari nel Gran Premio di Spagna che si corre domani sul circuito di Montmelò scatteranno dalla terza e quarta fila. Kimi Raikkonen ha infatti ottenuto il sesto miglior tempo in 1’27”104 precedendo il compagno di squadra Fernando Alonso di appena 36 millesimi.

Per la Scuderia Ferrari si è trattato di una qualifica complessa e non facile: Raikkonen ha conquistato l’accesso al Q2 come 16° nel Q1 e lo stesso è capitato ad Alonso nel Q2, quando lo spagnolo si è qualificato come decimo e ultimo alla manche che assegnava la pole position.

A stabilire il miglior tempo è stato ancora una volta Lewis Hamilton (alla quarta pole position stagionale, la numero 35 in carriera) che ha preceduto di 168 millesimi il compagno di squadra in Mercedes Nico Rosberg. La seconda fila sarà occupata da Daniel Ricciardo (Red Bull Racing) e Valtteri Bottas (Williams) mentre a far compagnia a Kimi in terza fila ci sarà la sorprendente Lotus del francese Romain Grosjean. Alonso invece dividerà la quarta fila con Jenson Button e la sua McLaren.

Kimi Raikkonen: “Non possiamo essere soddisfatti della sesta piazza, perché è naturale che vogliamo competere per le posizioni di testa, ma rispetto all’ultima gara siamo riusciti a risolvere alcuni problemi e abbiamo migliorato il feeling con la vettura. Ieri il long run è andato bene e in generale è stato fatto un buon lavoro, ma ce ne aspetta ancora molto perché non siamo ancora veloci come vorremmo. Domani l’obiettivo è quello di fare una buona partenza e condurre una gara normale: certamente servirà una buona strategia e dovremo fare attenzione alla gestione degli pneumatici. Non sarà facile ma sicuramente lotteremo”.

Pat Fry: “Oggi abbiamo assistito ad una sessione di qualifiche difficile per tutti, perché rispetto a ieri le condizioni della pista non sono migliorate molto ed era estremamente difficile mettere insieme un giro pulito. Abbiamo continuato a lavorare sul bilanciamento di entrambe le vetture nel tentativo di aumentare l’aderenza, ma questo non è bastato a garantire a Fernando e Kimi posizioni di partenza migliori. Come sempre qui a Barcellona sarà importante interpretare il degrado degli pneumatici, perché questa pista mette a dura prova prestazioni e durata di entrambe le mescole. In generale sono stati fatti dei piccoli passi in avanti per migliorare la stabilità della F14 T, sia nelle fasi di frenata e ingresso curva che nell’erogazione della potenza, al fine di aumentare la confidenza dei nostri piloti, ma occorre lavorare ancora molto per migliorare l’efficienza della vettura, anche sul fronte aerodinamico. Domani sarà una gara difficile, ma possiamo contare su una coppia di piloti straordinari per provare a recuperare posizioni”.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

17 commenti
  1. Raphael

    10 Maggio 2014 at 20:36

    Mi fanno quasi tenerezza……

    • amico di frederick

      10 Maggio 2014 at 23:05

      se fossi Pat Fry, mi prenderei un mese di vacanza assieme a Tombasis, magari un’escursione guidata presso una prestigiosa Universita’ per imparare qualcosa riguardo ai principi dell’aerodinamica…

  2. alekimi

    10 Maggio 2014 at 20:40

    una volta si lottava x i centesimi i millessimi di secondo…..ora x centrare il terzo tempo basta bekkare solo 1 secondo dalle mercedes 🙁

  3. GOKIMI

    10 Maggio 2014 at 21:06

    ASOT dove ca..o sei…non sei qui a smarronarci tutti…ci manchi

  4. Aanto

    10 Maggio 2014 at 21:14

    Kimi non parla…agisce! 🙂

  5. ale

    10 Maggio 2014 at 23:01

    ma non era un bollito? com’è che oggi ha fatto meglio di AlFFonso del Compostela

    • tolanto

      11 Maggio 2014 at 13:15

      ma non doveva fargli il mazzo ? ah no 4 a 0 .

    • Driver63

      11 Maggio 2014 at 13:17

      Su asciutto, nelle qualifiche è 2 a 0 per Raikkonen, in gara purtroppo no

  6. Radioattivo

    10 Maggio 2014 at 23:44

    FERRARI SCANDALOSA !!!!!!!!!!!!

  7. kimi79raikkonen

    11 Maggio 2014 at 00:53

  8. TankyouBadoer

    11 Maggio 2014 at 01:14

    Oggi Raikkonen è stato bravo con una Ferrari estremamente instabile.
    Ha dovuto fare 200 mila correzioni per tenere la macchina in strada.
    Ha fatto lo stesso tempo di Alonso.
    Speriamo bene per la gara ma non è facile tenere i nervi saldi con una macchina che NON VA.

  9. Federico Barone

    11 Maggio 2014 at 10:37

    Io vorrei vedere le Ferrari molto più avanti, naturalmente…
    Spero però che – a partire da questa gara – i 2 piloti si trovino sempre così vicini, non credo che il valore di Räikkönen sia quello visto finora.

    Chi dei 2 è più veloce mi è comunque indifferente, accontentiamoci per ora di una lotta “fra poveri”.

    Un pensiero ai problemi con gomme dure e medie, costante delle Ferrari già dal 2007 (la bontà della vettura 2007-2008 però li relativizzava): non è colpa solo degli aerodinamici e non è colpa dei meccanici (non s poi quanto queste figure si fondano, rispetto al passato…).

    Costa non era un brocco in Ferrari, però nemmeno lui fu in grado di aiutare a risolvere il problema – e di tempo ne ha avuto a disposizione – e non è diventato un genio ora, in Mercedes. Credo che sia sempre un lavoro di squadra. Le potenzialità le hanno tutti i team, alcuni lavorano meglio di altri e sfruttano meglio le menti a disposizione. Ma anche questo non riescono a farlo sempre, vi sono periodi migliori ed altri peggiori. Anche le motivazioni che hanno o che vengono loro estratte sono molto importanti.

  10. giusepeppej@

    11 Maggio 2014 at 11:54

    mi auguro che kimi fsccia una bella gara,anche se sarà difficile con una macchina che assomiglia sempre di più ad un trattore!

  11. giusepeppej@

    11 Maggio 2014 at 12:32

    spero in un duello tra kimi e alonso in gara…

  12. marcel

    11 Maggio 2014 at 15:31

    Bravo Federico.
    Mi piace il tuo modo di commentare.
    Con stima Marcel

    • Federico Barone

      11 Maggio 2014 at 15:46

      Grazie, mi fa piacere. Visto che non capisco molto di motori, ma seguo solo la passione, sono contento che almeno il modo di comunicare venga apprezzato (anche se non da tutti).

      La stima è esagerata però: penso che dovrebbe essere normale, commentare con una certa misura e con rispetto per gli altri, io ci provo. 🙂

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati