Nasr: “La Sauber dovrà dimostrare di sapersi riprendere”

Il brasiliano mette in forse la sua permanenza ad Hinwil

Nasr: “La Sauber dovrà dimostrare di sapersi riprendere”

Il nome non si conosce ancora ma a quanto pare un importante investitore si sarebbe presentato alle porte della fabbrica di Hinwil per salvare la Sauber alle prese con debiti e una credibilità in discesa.

Ma proprio su questo punto, malgrado le rassicurazioni espresse dalla boss Monisha Kaltenborn, con il pensiero al 2017, il pilota Felipe Nasr avrebbe palesato un certo scetticismo.

“Dovrò avere conferme e toccare con mano i segni di ripresa prima di dare l’ok al team” – ha affermato sprezzante a F1i.con il 23enne sostenuto dal Banco do Brasil.

“Tra il 2015 e quest’anno ho dimostrato di avere piena fiducia e comprensione per quanto riguarda le difficoltà del gruppo. So bene che superati gli intoppi economici potremo tornare ad essere competitivi” – ha sottolineato.

“Da parte di mia credo di aver già fatto vedere di cosa sono capace. Ad esempio a Silverstone ho segnato un giro veloce in gara e lottato con le Williams. In Austria ho sfiorato la top ten e a Baku mi sono battuto con una McLaren…” – la precisazione del driver di Brasilia con il chiaro intento di solleticare l’appettito della concorrenza più stabile a livello di denari.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

2 commenti
  1. Daytona

    14 Luglio 2016 at 21:50

    Un pilota scarso, pur con tutto il rispetto che chiunque guidi uno di questi..missili merita, e un team allo sbando totale!
    Nasr non era un vincente nelle categorie minori.pur avendo a disposizione un budget milionario,figurarsi a questo livello.
    E la Kaltenborn ha fatto più danni di un tornado,un vero peccato per questa squadra che.personalmente,ho sempre rispettato molto.

  2. voicelap

    15 Luglio 2016 at 00:50

    Concordo in toto Daytona. La Kalterborn,che sicuramente sara una professionista validissima fuori dalla F1, ha ampiamente dimostrato di nn essere in grado di gestire un team di F1. Che lasci fare il lavoro ad un vero team manager

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati