Motori V6 in F1, Ferrari soddisfatta

Motori V6 in F1, Ferrari soddisfatta

La Ferrari è soddisfatta della decisione del Consiglio Mondiale del Motorsport di ratificare l’introduzione dei motori V6 turbo in F1 a partire dal 2014. La FIA aveva in precedenza annunciato l’introduzione di motori turbo quattro cilindri per il 2013 ma l’opposizione dei team e dei motoristi ha convinto i membri del Consiglio Mondiale ad accettare la proposta della F1 Commission di adottare motori V6 da 1.6 litri a partire dal 2014.

La Ferrari è stata tra le squadre piu’ contrarie all’idea dei quattro cilindri. Dopo la ratifica del Consiglio Mondiale relativa ai V6, comunque, il responsabile della Gestione Sportiva della Ferrari, Stefano Domenicali, ha dichiarato: “Questa decisione è positiva per lo sport. Ora abbiamo il tempo necessario per prepararci per questo nuovo progetto” ha spiegato ai microfoni dell’agenzia SID.

Anche Renault e Cosworth sarebbero ora soddisfatte della decisione. “E’ positivo che il compromesso raggiunto sia stato confermato dal Consiglio Mondiale del Motorsport” ha aggiunto Norbert Haug della Mercedes.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

40 commenti
  1. Andrea Gardenal

    30 Giugno 2011 at 17:24

    Speriamo che ci sia una certa libertà di progettazione e sviluppo su questi turbo, perchè è triste che una categoria motoristica abbia i motori congelati

    • Marco

      30 Giugno 2011 at 18:25

      La vedo difficile purtroppo… La FIA ormai ci ha abituati a standardizzare tutto figurati se cambia linea…

      • Andrea Gardenal

        30 Giugno 2011 at 20:11

        Ma secondo voi quest’era di standardizzazione e mancanza di sviluppo finirà prima o poi o è un pozzo senza fondo?

      • Paolo93

        1 Luglio 2011 at 15:52

        Secondo me finirà solo quando saranno i teams a obbligare la FIA con la minaccia di campionato alternativo.

      • quickest

        1 Luglio 2011 at 20:38

        se continua cosi i diritti TV continueranno a salire solo in funzione dell’espansione della F1 nel mondo grazie al suo marketing, ma con tutto standardizzato arrivera’ il momento in cui i numeri gireranno all’inverso, perche’ gia’ noi tifosi ne siamo stufi ed e’ sempre piu’ annoiante. Solo quando i numeri detteranno legge negativa vedremo delle vere rivoluzioni a livello di regolamento

      • quickest

        1 Luglio 2011 at 20:42

        devo precisare: non che le gare siano necessariamente noiose, mi riferivo allo spirito dello sport che non c’e’ piu’, ai MOTORI che ne danno il nome, che non li fanno piu’ cantare, ai fondamentali della Formula 1 che sono morti standardizzati, rimpiazzati da espedienti che trovano il tempo che trovano. Non chiamatemi nostalgico perche’ sono per il progresso e l’evoluzione, ma non e’ con queste regole che lo si fa. E nel mentre si uccide lo sport

  2. bluettino

    30 Giugno 2011 at 17:37

    Si come no…regime giri fissato, corsa fissata, alesaggio fissato, pressione fissata -> potenza fissata. Ci saranno differenze percentuali, ridicole…..e per livellare anche quelle, fisseranno peso,materiale,lubrificante. Lasceranno liberi i costruttoridi appicciare gli adesivi sulla testata. Il bello è che anche i team lo sanno come finirà, ma tutti si mettono a giocare a incularella, ridendo e facendo il trenino…ma ovviamente sono tutti soddisfatti del compromesso raggiunto !!

  3. Blazar

    30 Giugno 2011 at 17:52

    Trovandosi a dover scegliere tra 4 cilindri in linea e V6, ci credo che una casa automobilistica come le Ferrari sia soddisfatta!

    PS: Ma sbaglio o hanno deciso di NON mettere il turbo? Perchè molti commenti, anche in altre news, parlano ancora di turbo… Non saranno dei semplici V6 da 1.6 litri?

    • Roberto

      30 Giugno 2011 at 18:36

      L’articolo parla di 1600 turbo

    • gonzo

      30 Giugno 2011 at 18:36

      no no il turbo ci sarà purtroppo 🙁

      • vincenzo

        30 Giugno 2011 at 20:45

        perchè purtroppo?

      • Emanuele

        1 Luglio 2011 at 19:12

        Se togli anche il turbo, dimmi che rimane! Speriamo piuttosto che lascino liberi il più possibile i motoristi.

    • Paolo93

      1 Luglio 2011 at 15:55

      Un V6 1.6 senza turbo neanche a 30000 giri arriva almeno alla potenza degli attuali V8 2.4 se non aumentando il consumo in maniera notevole.

  4. giov

    30 Giugno 2011 at 17:58

    Sono sempre turbo i motori, con un kers maggiorato nella potenza e nel tempo di utilizzo, ma sinceramente costringendo tutti ad usare gli stessi motori che svolta verde gli vogliono dare?

  5. massj

    30 Giugno 2011 at 18:26

    Meno male che non saranno 4 cilindri in linea, ma purtroppo saranno bloccati sotto parecchi punti di vista. E’ sperabile che lasciano quantomeno due anni di sviluppo libero senza rompere le scatole. Per i giri si parla già di un tetto massimo intorno ai 15.000 giri. Scordiamoci comunque il suono dei V8… dopo esserci scordati i V10 e i V12 con giri liberi. Già ora è triste vedere le macchine che in rettilineo raggiungono i 18.000 e poi restano ferme… vedi Monza.

    • quickest

      1 Luglio 2011 at 20:31

      ti ricordi gli ultimi tempi con il BMW che a Monza aveva fatto la pole superando i 20mila, che poi si e’ rotto in gara – Ralf. Imprendibile in prova, un missile. Quanto emozionante non era? Domandarsi ad ogni giro se riuscisse a finirlo a quel ritmo. Ora e’ diventato tutto macchinine polistil…o come diavolo si chiamano oggi

  6. Roberto

    30 Giugno 2011 at 18:37

    Il V12 ferrari è quanto di più eccitante mi sia capitato di sentire… 🙂

    • Andrea

      30 Giugno 2011 at 21:06

      Appunto……e a noi puristi chiedere se è meglio un V12 o un V6 Turbo è come chiederci se è meglio una donna con la 5^ o con la 1^……

      • Y3ll0W

        1 Luglio 2011 at 11:56

        Hai guardato bene le forme della compagna di Todt?
        Quindi motori 1.6 per tutti…

  7. MikeCTF (tifoso Ferrari)

    30 Giugno 2011 at 21:15

    politica politica nient’altro che politica.. Con il Vecchio che si rigira nella tomba… ma vi immaginate la 360 Modena con un 1.6???? Chissene se è biturbo!

    Chiara provocazione…

    • Alectoris82

      1 Luglio 2011 at 10:12

      La F40 ha un 3.0 litri biturbo ed è “La supercar”.

    • quickest

      1 Luglio 2011 at 20:50

      Mike, magari fosse una provocazione…vorrebbe dire che non ci crede nemmeno lui e che magari qualche cambiamento in serbo lo tiene. Ma qui diventa sempre tutto piu’ piatto

      • MikeCTF (tifoso Ferrari)

        3 Luglio 2011 at 15:41

        Vero quickest e del piattume ne ho pieni gli attributi.. non ha senso proporre un nuovo motore e poi imporre limiti pazzeschi allo sviluppo.. proprio no! La condanna è stata scritta nel momento in cui s’è imposto il congelamento triennale all’evoluzione dei motori e il numero massimo di giri… ma vi ricordate quando i team si mettevano ad ascoltare i motori in Brasile alla variante Senna!??! Ma PERCHè si vuole per FORZA uccidere la F1???

  8. Federico Barone

    30 Giugno 2011 at 22:21

    Il fatto che la Ferrari (o meglio, la gestione attuale del reparto corse) sia soddisfatta di una decisione simile la dice lunga sulla qualità degli uomini che comandano a Maranello e su come i tempi sono cambiati.

    Ma a dire il vero avremmo dovuto scandalizzarci molti anni fa, ora è troppo tardi, tutto l’ambiente si è assuefatto e subisce qualsiasi regola o decisione, anche la più idiota.

  9. MC-Nicky69

    1 Luglio 2011 at 00:50

    Io la trovo una grande smerdata questa riduzione della cilindrata era più bello un bel V10 come una volta!
    Bahhh tra un pò girano con le macchine elettriche!

  10. lemmy

    1 Luglio 2011 at 00:52

    la ferrari soddisfatta? e come farà ora monty,a minacciare,ogni santo giorno,un campionato alternativo???

    • quickest

      1 Luglio 2011 at 20:27

      quello lo fa per poi negoziare piu’ $ nei diritti televisivi…

  11. quickest

    1 Luglio 2011 at 08:51

    via effetto suolo, via aero, motori liberi. Cosi la F1 contribuisce tecnologicamente a meno consumo – piu’ efficienza – e noi ci divertiamo di piu’

  12. Y3ll0W

    1 Luglio 2011 at 11:54

    C’è da dire che negli ultimi 20 anni la F1 è stata stravolta fin troppe volte da regolamenti assurdi e limitazioni al limite del ridicolo.
    Ancora non riesco a mandar giù la scelta di adottare le gomme scanalate…ricordate?
    RIDICOLO.
    Oppure lo scalino (in legno) posto sotto la vettura per ridurre l’effetto suolo.
    Se a tutto questo aggiungiamo la “magia” di Tilke mi vien da piangere :'(
    Mi chiedo quante altre perle ci attendano negli anni a venire, oltre ai nuovi motori, magari alettoni standard per tutti oppure l’obbligo da parte del pilota di cambiar tuta durante il pit-stop.
    Aiuto.

  13. salvo

    1 Luglio 2011 at 14:46

    vorrei sottolineare che la standardizzazione valorizza il pilota quello che da anni si sta cercando di esaltare invece sono molto seccato perché vorrei avere una f1 con un telaio unico e lo sviluppo dei motori liberalizzato

    • Emanuele

      1 Luglio 2011 at 19:18

      La standardizzazione insieme all’elettronica stà rendendo tutti i piloti in grado di vincere un mondiale. Non vedremo più una scuderia migliore degli altri o un pilota migliore di altri perchè le auto saranno identiche per tutti e l’elettronica appiattira sempre di più le capacità dei piloti.
      Sicuramente ci divertiremo di più a guardare le corse di Kart!

    • quickest

      1 Luglio 2011 at 20:26

      capisco dove vuoi arrivare, pero’ non si puo’ come dici tu, perche’ squadre come la McLaren non esisterebbero. Comunque sui motori liberi sono d’accordo, al 100%; basterebbe ridurre l’aerodinamica, o toglierla proprio

  14. Paolo93

    1 Luglio 2011 at 15:59

    Tanto dopo qualche anno la FIA gli introdurrà lo stesso i motori L4 e, siccome è passato del tempo, probabilmente saranno di cilindrata inferiore e biturbo. Ma dico io visti che si parla di V6 non era meglio proporre un motore 6 tempi?

  15. giacomo

    1 Luglio 2011 at 19:33

    in un motore sovralimentato (da formula e non) non esistono sostanziali differenze di potenza tra un 4 e un 6 cilindri; soprattutto se esistono dei vincoli regolamentari( numero di giri, pressioni etc etc);
    molti anni fa era in vigore la formula 1.5 litri turbo e la BMW realizzò un motore a 4 cilindri vincente fino a quando la solita Fia cominciò ad introdurre limitazioni ;
    quindi la “soddisfazione” dei vari domenicali & c. somiglia molto alla frase di quel tizio che , caduto da cavallo, disse:
    -beh, tanto dovevo scendere

  16. quickest

    1 Luglio 2011 at 20:18

    non vi manca l’ansia di non sapere se il motore avesse tenuto fino a fine gara? A me mancano i motori rotti. Era segno di essere sempre al limite; poi si aspettava il dritto per fumare gli avversari perche’ si sapeva di avere qualche cavallo in piu’…o lo si temeva per i cavalli in meno. Saro’ nostalgico, ma era un elemento intrinseco delle corse

  17. quickest

    1 Luglio 2011 at 20:23

    La Ferrari, che storicamente e’ famosa per i suoi motori alla base, secondo me ha spinto troppo poco la questione; avrebbe fatto meglio a giustificare motori piu’ liberi in cambio di meno aerodinamica. E facendo in modo di equiparrare i costi al livello odierno la F1 avrebbe anche piu’ sostegno per il fatto che la tecnologia allora contribuirebbe all’evoluzione delle stradali, a ridurre i consumi etc

  18. Giovanni De pascalis

    2 Luglio 2011 at 17:46

    io direi che questi V6 non siano male e poi chissà…
    I motori di una F1 a V6 saranno e devono essere perforza migliori sia in prestazioni che in velocità rispetto a una supercar come la Ferrari stradale…
    io spero solo una cosa…
    CHE SI RITORNI COME ERA NEGLI ANNI 80 QUANDO C’ERA L’ERA DEL TURBO E SICURAMENTE SARANNO MOTORI CON ALTA EFFICENZA E ALTE PRESTAZIONI E INOLTRE, DI REALIZZARE DEI MOTORI A PIACIMENTO DEL TEAM CON TANTISSIME MODIFICHE ALLA MAPPATURA PER OGNI GARA E DURANTE LE PROVE, COSI CI SARA’ PIU’ LOTTA E SPETTACOLO, E SOPRATUTTO CHE SI RINTRODUCANO I TEST DURANTE LA STAGIONE.

  19. vincenzo

    2 Luglio 2011 at 20:08

    Dico solo una cosa: vorrebbero ridurre almeno di un terzo i consumi in modo da ottenere ricadute tecnologiche nelle produzione di serie? Ovvero vorrebbero usare la F1 come banco di prova per migliorare l’eficienza dei motori? Bene, ci sarebbe un solo modo serio per farlo, tra l’altro semplicissimo: imporre un serbatoio molto piccolo. Poi si può valutare che tipo di motori usare (aspirati, turbo e quant’altro) fissando le cilindrate massime per ogni tipologia per equipararli (1600 per i turbo, 3000 per gli aspirati ecc). Dopo di che bisogna lasciare massima libertà ai motoristi (anche se opterebbero tutti per i turbo) imponendo solo il divieto di uso di materiali potenzialmente pericolosi. Con un serbatoio molto piccolo i motoristi non potranno costruire motori eccessivamente potenti e saranno impegnati in una durissima lottqa per raggiungere le massime prestazioni consumando il minimo di carburante. Questo produrrebbe un vero sviluppo tecnologico e non dei motori standardizzati il cui progetto è imposto dalla fia e che in realtà non rappresentano nessuno sviluppo. Comunque tra V8 aspirati standardizzati e V6 turbo standardizzati a parità di potenza preferisco i turbbo perchè rendono la guida decisamente più difficile essendo molto meno lineari nell’erogazione. Teoricamente dovrebbero rendere più evidenti le differenze tra i piloti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati