McLaren: miglioramenti in previsione della Spagna e di Monaco

I prossimi GP di Spagna e Monaco potrebbero portare i primi punti della stagione alla McLaren

McLaren: miglioramenti in previsione della Spagna e di Monaco

I primi appuntamenti europei della stagione potrebbero portare più di una soddisfazione alla McLaren. In particolar modo, Jenson Button e Fernando Alonso, hanno puntato gli occhi sul Gran Premio di Monaco, che si disputerà nel Principato il prossimo 24 maggio. Secondo il britannico e lo spagnolo, entrambi piloti con una grande esperienza alle loro spalle, quello che viene considerato come la gara più glamour del calendario, dove motore e velocità non sono poi elementi così fondamentali, potrebbe regalare dei punti importanti alla scuderia di Woking.

“Credo che già in occasione della gara di Barcellona la McLaren potrà mostrare un buon passo, ho buone sensazioni – ha commentato Jenson Button ai colleghi inglesi di Motorsport.com – Ci sono alcune aree dove dobbiamo lavorare di più, ma abbiamo tempo sufficiente per farlo e per farci trovare pronti per l’appuntamento di Monaco. Stiamo parlando di un tracciato dove è difficile trovare il limite e avere una disposizione una vettura nella quale hai grande fiducia, fa davvero la differenza”.

Per spiegarsi meglio, il pilota inglese ha fatto un esempio nemmeno troppo lontano da noi: “Pensate a quando Jean Alesi correva con la Prost, anche se la sua macchina non era delle migliori, lui riponeva grande fiducia nel suo mezzo e a Monaco ha sempre dato vita a gare di grande impatto – ha continuato – La maggior parte dei piloti che corrono in Formula 1, sono ragazzi di talento, ma in una pista altamente selettiva come può essere proprio quella di Montecarlo, a fare la differenza è questo gioco mentale”.

Anche Fernando Alonso, di comune accordo con Button, è convinto che la gara del Principato potrebbe riservare qualche sorpresa agli alfieri della McLaren: “I circuiti dove l’importanza della potenza del motore è piuttosto relativa, attualmente, sono quelli maggiormente adatti alla nostra macchina e Monaco è il primo di questi – ha sottolineato il pilota iberico – Sono sicuro che su una pista così tortuosa potremmo divertirci e magari potrebbe arrivare per noi anche un risultato inaspettato, vedremo. Per ora, credo che la nostra priorità sia fare ragionamenti gara dopo gara, la nostra priorità ora è pensare alla corsa di Barcellona”, ha concluso.

Eleonora Ottonello
@lapisinha

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

7 commenti
  1. 12cilindri

    23 Aprile 2015 at 12:13

    dai vostri commenti fate solamente ridere

    • Alecx

      23 Aprile 2015 at 13:09

      A te ti faranno piangere, magari battendo le Ferrari proprio a Monaco.

    • hero

      23 Aprile 2015 at 17:33

      a me fanno ridere i tuoi di commenti…
      è facile denigrare gli avversari quando sono in difficoltà,ma la mclaren sta recuperando,solo uno stolto non se ne accorgerebbe.

    • and.90

      24 Aprile 2015 at 12:38

      Bestia ma quanto sei oscenamente fazioso tu, 12cilindri!! Sei una persona imbarazzante! Non ci provi nemmeno a essere un briciolo normale!
      Sempre e solo pronto ad attaccare Mclaren. Non fai altro. ECCHEPPALLE!!!

  2. Controaltare

    23 Aprile 2015 at 13:40

    In Europa il motore Honda avrà a disposizione una maggiore potenza, ma occorre migliorare anche in altri settori, di gara in gara il miglioramento è impressionante, ma la domanda è: fino a che punto miglioreranno, e dove saranno una volta raggiunto il loro limite ?

  3. Daytona

    23 Aprile 2015 at 22:56

    Al debutto in europa tutti i costruttori portano aggiornamenti per le loro macchine,per cui c’è il rischio che in McLaren migliorino le prstazioni ma non le posizioni.
    E’ anche chiaro che rispetto ai team con budget limitati,per loro è più facile progredire,anche se il ritardo di prestazioni nei confronti dei top team è abissale.
    Credo che ci metteranno del tempo ma torneranno competitivi,i dubbi più grandi riguardano le pu Honda,poco prestazionali e inaffidabili,ma questo team non può lottare per la 15 posiizone,hanno le risorse tecniche e umane per risalire,e sarebbe solo un bene per la F1.

  4. Alecx

    24 Aprile 2015 at 09:54

    Ricordo che per loro queste prime gare sono ancora dei test. Ponendo circa 20 giri per ogni sessione di libere, piu una quindicina per le prove di qualificazione e una sessantina di giri del gp, arriviamo a circa 130-140 giri in tutto il weekend.

    La Mercedes durante i test invernali copriva questa distanza in una sola giornata mentre la McLaren Honda ne faceva a singhiozzo una trentina.

    Quindi direi che la loro vera stagione inizierà in Spagna, sarà la loro Melbourne.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Aston Martin, Alonso ipotesi per il 2021?

Vettel e Alonso potrebbero sfidarsi per un sedile in Aston Martin nel 2021
Potrebbe esserci Fernando Alonso nell’immediato futuro del team Aston Martin. Secondo quanto riportato dalla stampa britannica, il marchio inglese starebbe