McLaren, Button: “E’ stato utile provare anche sul bagnato”

Il britannico soddisfatto di aver provato anche sul bagnato a Melbourne

Jenson Button sente che l’opportunità di aver girato su pista bagnata nelle prove libere del Gran Premio d’Australia sia stata utile, anche se lascia un margine d’impreparazione per le condizioni d’asciutto.

“Penso che tutti dicano ‘sono solo le prime prove libere’, ma è comunque un bel modo di iniziare la stagione. Preferisci essere sempre primo, piuttosto che ultimo. E’ stata una giornata positiva”.

“Credo che questo valga per tutti, non abbiamo girato molto oggi, per via delle condizioni del tracciato. Ma è stato utile, perché non abbiamo provato fino adesso sul bagnato, quindi ci siamo potuti fare un’idea dell’apertura delle ali con le gomme da bagnato, con le intermedie e quelle per l’asciutto, e saperne la differenza è stato molto utile, anche per comprendere come la macchina lavora nelle varie situazioni”.

“Sono piuttosto contento della macchina, a dire il vero. Ci sono pochi ambiti in cui possiamo migliorare, ma è stato tutto sommato un buon venerdì, malagrado il numero limitato di giri”.

“Per certo, so che ci sarà qualcuno di noi che sarà sempre veloce, perché è stato veloce negli ultimi due anni. Saranno ancora da battere, quelli della Red Bull” ha aggiunto Button. “Penso che pure la Mercedes sia stata piuttosto veloce. Ma è molto difficile dirlo con così pochi giri. E poi, è ancora venerdì”.

Alessandra Leoni

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

11 commenti
  1. Racer

    16 Marzo 2012 at 13:40

    Mi piace Button….. in lui rivedomolto Prost .

    Detto questo

    Bentornata Alessandra ! 😀

  2. Maria

    16 Marzo 2012 at 13:47

    Button poi é uno specialista del bagnato – se ricordate il Canada 2011!
    @Racer: Button é molto meno scorretto di Prost come pilota!

    • Mattia

      16 Marzo 2012 at 13:55

      Più che uno specialista del bagnato, Button è bravo a gestire la propria gara anche in situazione difficili. L’anno scorso in Canada era Schumacher quello che volava sul bagnato e Button l’ha superato solamente quando la pista si è asciugata e si è potuto utilizzare il DRS.

      • Daniele

        16 Marzo 2012 at 15:00

        No, ala ripartenza Button era 22°, e quando arrivo’ a schumy già era attivo il DRS.
        Il pilota di cui parli è Webber.

  3. Tommaso

    16 Marzo 2012 at 13:53

    Jenson è stato a lungo snobbato, ma è un grande sportivo, un grande pilota, un grande atleta. Ha risorse tecniche, intelligenza, visione di gara, capacità strategiche. E’ calmo, commette meno errori di tutti. E’ un grande campione che non sempre ha avuto le giuste chanches; eppure, nel 2004, con la BAR-Honda (l’equivalente di una HRT attuale, per assetto ed affidabilità…), si tolse delle grandissime soddisfazioni (si pensi alla pole all’Albert Park!), fece un numero incredibile di podi, sempre alle spalle dell’imprendibile duo Ferrari (all’epoca, su un altro pianeta), giunse 3° nel mondiale alle spalle di Shumacher e Barrichello, solo e soltanto per problemi tecnici in Brasile (altrimenti sarebbe giunto secondo!). Qualcuno lo accusa di non essere spettacolare: forse non l’ha visto in azione lo scorso anno a Montreal (da 19° alla vittoria, dopo 5 pit stop…ma chi altro mai?!) o a SPA! Secondo me vincerà ancora molto, ed è forse il miglior interprete della F1 attuale. In un certo senso, si: è un novello Prost, il nuovo Maestro! E non lo dico io: lo dice Alain Prost!!

    • Mattia

      16 Marzo 2012 at 13:58

      Button nel 2004 ha fatto una grande stagione, ma la BAR di quell’anno non era proprio una carriola.

    • Kimi88

      16 Marzo 2012 at 16:34

      Condivido pienamente, è un gran bel pilota, molto completo. Direi che ha una capacità di leggere la gara superiore a tutti, oltre a saper trattare le gomme con i guanti. Molto costante in gara.
      Probabilmente è un filino più lento rispetto ad Hamilton, di cui ammiro comunque le qualità velocistiche e il talento; fatto sta però che preferisco l’uso del cervello all’istinto, e non vi nascondo che proprio per questo motivo Button è nella top three dei piloti che preferisco.
      Quest’anno farà molto bene, soprattutto per via delle nuove Pirelli

  4. mark

    16 Marzo 2012 at 14:11

    Risposta a tommaso: concordo cn te Button è davvero uno che ci sa fare in tutte le condizioni! Relativamente al 2004, la BAR di quell’epoca poteva contare su un motore honda veramemte potente (anche se spesso fragile) e sostanzialmente era un buon progetto, anche se nn a livello di williams e mclaren.. Fece 10 podii e anche la pole a Imola! (all’Albert Park l’aveva fatta nel 2006)

  5. y3llow

    16 Marzo 2012 at 14:52

    Button come Prost?
    Del bagnato Prost ha solo brutti ricordi (quante legnate prese da Ayrton…e non solo), mentre Jenson si è sempre distinto battendo quasi sempre Lewis

    • Tuki

      16 Marzo 2012 at 18:13

      si proprio quasi sempre..tu devi essere uno che la F1 l’ha iniziata a seguire dal 2009..forse le spettacolari rimonte sul bagnato di Lewis a Monza 2008, le bellissima vittoria di Monaco 2008, Spa 2008 duelli e controlli sul bagnato solo per citarne due te li sei proprio persi..paracarro!!

  6. Pait

    16 Marzo 2012 at 15:56

    Cala cala y3llow lewis sull’ umido e di un altro pianeta. Button ha dal suo la perfetta visione delle cose e li frega sempre strategicamente;) e gli va dato tanto manico a questa sua qualità indiscussa

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati