La Thailandia vorrebbe ospitare un Gran Premio di F1

La Thailandia vorrebbe ospitare un Gran Premio di F1

La Thailandia è l’ultimo paese che si è aggiunto alla lista di pretendenti desiderosi di entrare nel sempre più vasto calendario di F1.

Il Bangkok Post ha dichiarato che si sta cercando di promuovere ufficialmente il paese. L’agenzia che se ne occupa, con Akapol Sorasuchart al vertice, ha dichiarato che gli affari chiamano la Thailandia ad organizzare eventi sempre più grossi per poter migliorare e rilanciare la sua reputazione.

“Costruire un circuito di F1 è molto costoso, ma è sempre utile, anche quando la gara è terminata” ha dichiarato Akapol.

“Penso che anche le gare cittadine siano buone per la Thailandia, perché sarebbe un investimento minore”.

Alessandra Leoni

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

42 commenti
  1. Francesco Petri

    6 Settembre 2011 at 10:21

    ma certo, famo pure un Gp nel Kirgizistan (o come se scrive), in Armenia e in Bangladesh!
    Già ke ce stamo famone uno pure in Afghanistan e in Iraq, con gli attentati terroristici a sorpresa, giusto x rendere la corsa + spettacolare!

  2. Graziano

    6 Settembre 2011 at 10:29

    un’altro circuito cittadino no!!!stiamo diventando peggio degli americani, che girano in un ovale sempre dallo stesso lato…

    • r.strauss

      6 Settembre 2011 at 15:08

      prima di denigrare gli ovali, hai mai visto un paio di Gp su questi circuiti ?

      Se si, dormivi, se no scaricateli da internet e poi ne riparliamo.

  3. Ciccia Pasticcia

    6 Settembre 2011 at 14:15

    Ah,gi che ci siamo facciamo anche Pakistan,Uzbekistan,Tagikistan,Kazakistan,Azerbaigian,Georgia,Ruanda,Malawi,Bolivia,Mongolia,Timor,Kosovo,Islanda…

  4. r.strauss

    6 Settembre 2011 at 15:10

    in thailandia ? … mah … vorrei vedere dove trovano lo spazio.

    Ragazzi siamo alla frutta.

  5. Cosimo (tifoso Toro Rosso, simpatizzante Ferrari) [[ a tutela della F1 fuori: Mike Coughlan e Briatore]]

    6 Settembre 2011 at 17:12

    Oh Jesus….

  6. DavideAlex

    6 Settembre 2011 at 22:09

    Basta circuiti asiatici, piuttosto pensino a come salvare il gp in Australia o ad organizzarne uno in Messico (molto presente in F1 al momento)/ritornare in Francia (Le Castellet), Sud Africa, Austria (Osterreichring)!

  7. Ivan91

    7 Settembre 2011 at 11:08

    Anche nel Burundi, Angola, Zimbabwe 🙂

  8. Ciccia Pasticcia

    7 Settembre 2011 at 12:50

    Un pilota angolano però c’è… si potrebbe fare un tracciato lì… magari anche non di F1 ma di qualcge altra categoria…

  9. Giovanni

    7 Settembre 2011 at 20:36

    non so voi,ma io vorrei tanto un ritorno di magny-cours e del gran premio d’austria…specie quest’ultimo lo trovavo spettacolare,quasi al livello di spa,forse allo stesso livello di monza…sono giovane,ma appassioanto di formula1,passione che un giorno finirù se continueranno cosi

  10. giuseppe andrea

    7 Settembre 2011 at 20:50

    Big Bernie-Tilcke andate in malora così ci libereremo dei vostri circuiti tutta apparenza e riporteremo la F1 nei suoi stoRici tracciati…IMOLAAAAAAAA

  11. Fabi88

    8 Settembre 2011 at 01:19

    Ho sentito una notizia orripilante, oggi: che anche l’Iran vorrebbe entrare in F1!!! Perché allora non far correre un gran premio in ogni stato asiatico, visto che ci siamo???

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati