Inizia in Malesia la stagione di Formula 1 2011 per la HRT

Inizia in Malesia la stagione di Formula 1 2011 per la HRT

La HRT prenderà parte al Gran Premio di Malesia domani per aver piazzato entrambe le vetture entro il limite del 107%. Inizia quindi domani la stagione del team spagnolo dopo l’esclusione dal primo gran premio in Australia.

Narain Karthikeyan – Pos 24:
“Qualificarci era il nostro obiettivo per oggi. La vettura è praticamente nuovo di zecca quindi è buona per completare qualche chilometraggio in più, più tempo si può uscire in pista, meglio è. Le bandiere hanno annullato il mio secondo set di gomme così era difficile impostare un buon tempo con loro dopo, ma tutti hanno lavorato molto duramente e siamo felici di essere in gara. Abbiamo segnato Sepang nel calendario in anticipo come uno dei più difficili circuiti per scendere sotto il tempo del 107% quindi è una grande soddisfazione averlo fatto. Ora spero di finire la gara di domani e fare molti giri con la nuova vettura. Le previsioni danno pioggia per domani quindi non si sa mai cosa succederà là fuori.”

Vitantonio Liuzzi – Pos 23:
“E’ fantastico per tutti essere ben al di sotto del 107%. Abbiamo dimostrato che in Australia il problema non era una questione di ritmo, ma una questione di time out in pista, abbiamo avuto una mezza giornata di prove rispetto rispetto agli altri team. Non si possono semplicemente guadagnare km dal nulla. Ora dobbiamo lavorare sodo nei mesi successivi, nelle prossime gare per cercare di colmare il divario. Questo è solo il primo passo per la HRT, abbiamo fatto un ottimo lavoro ed abbiamo migliorato molto la vettura dall’Australia a oggi. Sono orgoglioso del lavoro svolto da tutti, a cominciare da quando hanno messo la vettura in pista in Australia. Abbiamo avuto qualche problema minore ieri e oggi ma questo è normale quando si lavora con così poco tempo. Penso che possiamo ancora migliorare, ho fatto un buon giro e questo è il risultato: ci saro’ sulla griglia di domani”.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

16 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati