Hamilton cambia idea: “Congratulazioni Nico, sei un campione, te lo sei meritato”

Lewis ci ripensa: "Tu hai tutto quello che un campione necessita di avere"

Hamilton cambia idea: “Congratulazioni Nico, sei un campione, te lo sei meritato”

È un Lewis Hamilton completamente nuovo, diverso, quello che, alla sera del giorno 30 novembre 2016 (e c’è da tenere bene in mente questa data, a scanso di equivoci o ritrattazioni) arriva a congratularsi ufficialmente con il nuovo campione del mondo, nonché compagno di squadra e avversario fino alla fine del campionato, Nico Rosberg.

L’inglese, dopo aver più volte dichiarato di non essere d’accordo con il finale di stagione, di aver meritato molto di più il titolo rispetto a Nico, di essere comunque il migliore del circus e il più veloce, sembra aver ritrattato. Che sia stato un gesto di sua spontanea volontà o che qualcuno – il team stesso, ad esempio – l’abbia “costretto” a farlo per il quieto vivere e il bene della scuderia anche in futuro, questo non è dato saperlo, ma Hamilton ha da pochissimo pubblicato un post su Facebook complimentandosi con Rosberg per la conquista del campionato. Tre giorni di ritardo, questo è vero, ma pur sempre arrivato.

schermata-2016-11-30-alle-23-02-16

“We said we’d be champions back then, now we both are! Congratulations Nico, you did everything a champion needed to do. Well deserved”: Lewis si congratula con il suo compagno di squadra, postando una foto di quando, ancora giovani piloti di kart, sognavano la Formula 1. “Ora siamo campioni del mondo entrambi”, spiega ancora Lewis ricordando la promessa fatta da ragazzini, “tu hai tutto quello che un campione necessita di avere”. Il cambio improvviso di idea ha sollevato subito molte polemiche: il siparietto “Secondo te ha vinto il migliore?” “Direi proprio di no” è di soli 3 giorni fa, ma sembra proprio che l’inglese abbia, rassegnatosi, accettato la sconfitta. Già, sembra.

Fabiola Granier

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

11 commenti
  1. Blitz

    1 Dicembre 2016 at 01:57

    E vissero tutti felici e contenti… 😀

  2. the magic

    1 Dicembre 2016 at 09:07

    Ennesima “operazione” simpatia ba!!!

  3. MSC Crociere

    1 Dicembre 2016 at 09:18

    Hamilton, gran pilota, persona insulsa..il problema è che le due cose spesso si incrociano anche in pista

  4. SimonDj

    1 Dicembre 2016 at 09:20

    Piu’ finto del GP di Singapore 2008….

  5. poverocecco

    1 Dicembre 2016 at 10:10

    è obbligato a dire cosi altrimenti è come se fosse stato battuto da un incapace invece lo deve lodare il piu possibile e dire che è stato dura lottare contro di lui, poi a casa può pensare quello che vuole.

  6. Magu

    1 Dicembre 2016 at 11:32

    Paura di perdere il sedile Mercedes?……..

    • michele

      1 Dicembre 2016 at 15:20

      E’ chiaro!

      Oggi è la Mercedes che fa vincere i mondiali,
      il prossimo anno,

      se la Honda tira fuori un motore da 2000 hp,
      allora cambierà la musica e

      sapremo esattamente come la pensa.

  7. michele

    1 Dicembre 2016 at 12:30

    Poveraccio!

    Però oggi la Mercedes è il top,

    e quindi bisogna digerire il rospo.

    sapete come la penso. Esattamente come la pensa Lewis.

    Ma almeno per ora, niente Ferrari per Lewis.

    Speriamo nel 2018.

  8. Cobra

    1 Dicembre 2016 at 18:56

    Non poteva fare altrimenti, attenzione, pur non escludendo l’ipotesi che fosse stato avvisato in qualche modo dalla Mercedes nel ricalibrare il tiro per quanto successo ad Abu Dhabi, anche se personalmente dubito un pò, ma è chiaro che, a mente fredda, bisognava rielaborare pensieri e parole a fine di non passare per un pilota che non accetta sconfitte (a detta di quanto interpretato da alcuni media), il che, sempre a mio modo di vedere la questione, è peggio rispetto a perdere un mondiale e soprattutto non è gratificante. Sono sicuro però, che ogni pilota o sportivo, Hamilton incluso, accetta e fortifica le proprie sconfitte nella propria disciplina, indistintamente se in questo caso, l’anglocaraibico ci sia o non ci sia simpatico. Insomma, a tutti piace vincere, ma a volte la sconfitta ha dei lati positivi, tra i quali vi è un invito curato alla riflessione.

  9. MSC Crociere

    2 Dicembre 2016 at 01:29

    Si peró troppe volte non ha il coraggio delle proprie azioni/dichiarazioni…
    Dice e poi ritratta, fa e poi smentiscono, i campioni piú grandi non conoscono i compromessi ed è anche questo che fa di loro dei simboli e lui mi spiace ma questa dote non ce l’ha

  10. iceman82

    2 Dicembre 2016 at 15:25

    La cosa più bella, caro lewis, è che rosicherai perché non potrai “vendicarti” sportivamente il prossimo anno!
    Spero che tu possa perdere un altro mondiale, anzi…altri dieci.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati