Haas: “Non faremo come i piccoli team che sono falliti”

Per il patron la sua squadra sarà competitiva sin da inizio 2016

Haas: “Non faremo come i piccoli team che sono falliti”

Gene Haas ha le idee chiare. Il suo team di F1, in griglia a partire dal 2016, sarà sin da subito competitivo.

“Nella mia azienda si fabbricano utensili, dunque sono abituato a gestire business complessi – ha dichiarato il patron 62enne all’inagurazione del Factory Outlet appena aperto in Portogallo – Inoltre possiedo una scuderia in Nascar che da anni raccoglie successi tra cui due campionati. Sappiamo quindi come funziona il mondo delle competizioni e il nostro approccio sarà molto diverso da quello delle varie Caterham o HRT”.

“Non voglio dire che saremo già sullo stesso piano di Mercedes e Ferrari, ma che avremo una buona base tecnologica e di efficenza utili per poterci battere per la vittoria” – ha concluso il manager.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

10 commenti
  1. amico di frederick

    13 Agosto 2015 at 12:08

    io ve lo auguro ma non ci credo, presto la vostra presunzione tipica yankee si scontrera’ con la realta’ dei fatti del mondo reale della F1 e quindi vi renderete conto che non bastano solo i dollari per vincere ma quel know how che le scuderie europee han acquisito in decine di anni mentre voi costruivate e fate anche oggi vetture da corsa e stradali in america sempre obsolete per gli standard di modernita’ ed efficenza europei.

  2. ale7485

    13 Agosto 2015 at 14:35

    Quanti problemi di affidabilità li aspetteranno ad inizio campionato, nemmeno se lo immagina, e se gli va bene a fine campionato avranno solo il problema di cercare di migliorare le performance che, se il progetto alla base non c’è, difficilmente potranno colmare se non riprogettando intere aree della monoposto che avranno (forse) capito non funzionare!
    Insomma, davvero molto ottimista questo Haas, come molti in passato…

  3. 12cilindri

    13 Agosto 2015 at 16:33

    forse non avete letto che oltre la pu ferrari,la scuderia del cavallino fornirà ad haas, anche pezzi di telaio in blocco con la trasmissione ,ditemi se questo non è una buona base di partenza!!

  4. voicelap

    13 Agosto 2015 at 17:21

    L’affermazione mi ricorda tanto quella di Richard Branson quando lancio il team Virgin, oggi Manor. C’e’ da dire che Haas in effetti ha molta esperienza di corse e, cosa che mancava a Branson probabilemente, la voglia di investire seriamente. Si vedra’, mi auguro davvero che non si risolva in una nuova HRT o Catheram o Marussia

    • Strige

      13 Agosto 2015 at 19:02

      Branson disse quella frase, poi la fia aprì la selezione per la formula E e Branson abbandonò il progetto per quello che sarà il futuro dell’automobilismo. Difatti già qualcuno pensa di far correre le vetture E e F1 insieme tra 5 anni.

  5. Strige

    13 Agosto 2015 at 19:00

    Adesso capisco come mai questo blog si è svuotato, scrive gente che non capisce nulla e si inventa notizie su notizie. Haas partirà l’anno prossimo dalla ferrari 2015, con aggiornamenti fatti da loro. In pratica la ferrari gli da la vettura (quasi completa) e gli dice arrangiati. Mi volete dire che avrà problemi con una vettura rodata da un anno?

  6. ale7485

    14 Agosto 2015 at 09:31

    Caro Strige, con “problemi di affidabilità” non si intende per forza che la PU scoppia per problemi progettuali (ovvio che no!) ma come hai ben specificato tu con la frase “gli dice arrangiati”, i tecnici Haas con tutte le indicazioni da quelli Ferrari, avranno inizialmente un po’ da impratichirsi e al paese mio, con queste PU, uno spinotto non ben assemblato ti porta a bordo pista durante il GP e rientra cmq in generici “problemi di affidabilità”!

    • Strige

      14 Agosto 2015 at 23:02

      beh sono due le cose, o non sai chi è haas, oppure pensi che haas sia stupido. La vettura che avrà haas sarà quella di quest’anno, praticamente se non fanno nulla, resterà uguale. Quindi quel “arrangiati” era riferito allo sviluppo. Anche la mercedes toppa lo sviluppo, pure la ferrari. Per quanto riguarda la parte tecnica, pensi che a montarli siano bambini che giocano con le micromachine? Quello che tu dici è vero, ma sono errori che possono fare anche in ferrari. Se ragionando per assurdo Haas decidesse di correre senza toccare la vettura, questa difficilmente sarebbe in fondo alla griglia. Lotterebbe tranquillamente per la 5-6 posizione costruttore,

      • ale7485

        15 Agosto 2015 at 00:59

        Perdonami se rimango molto scettico sul fatto che, anche dovessero avere una SF15T semplicemente “riverniciata”, sono abbastanza convinto che avranno “naturali” problemi di “affidabilità” dovuti ancora alla non perfetta conoscenza del mezzo!
        Ti faccio un esempio pratico, la Lotus quest’anno è passata ai motori Mercedes, eppure queste nuove PU non è roba nuova data l’esperienza sulla PU Renault nel campionato precedente, e qualche problemino mi pare l’abbiano cmq avuto ad inizio stagione!
        Sia chiaro, non sto affermando che Haas fallirà a fine campionato 2016, ma che parla molto adesso quando all’atto pratico il prossimo anno sono certo si troverà davanti a miriade di problemi che solo con l’esperienza si superano (soprattutto il primo anno con queste PU.
        Discorso diverso merita le performance della monoposto che si ritroverà; lui ha sempre sbandierato il fatto che la loro competenza e impegno sarebbe stato sul telaio (si parlava inizialmente di Dallara) e ad oggi ha già capito che sarebbe stato troppo arduo e stupido farsi da se un telaio di F1 senza una esperienza diretta (know-how), ed ha aggiustato il tiro affidandosi anche per quello a Ferrari!
        Insomma, il succo della questione è che senza esperienza diretta sul campo, difficilmente si svetta la classifica e i soldi non sempre si convertono in postazione pura!
        Spero di aver chiarito meglio il mio pensiero.

  7. mluder

    14 Agosto 2015 at 14:47

    Anche la McLaren è nel mondo delle corse da 50 anni e pure Honda eppure quest’anno… e non sono delle sprovvedute
    Cosa vi fa pensare che anche se avessero la mercedes di quest’anno sarebbero competitivi?

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati