Gran Premio del Belgio, previste due zone DRS

Una zona sarà lungo il rettilineo del Kemmel, l'altra nei pressi della partenza

Gran Premio del Belgio, previste due zone DRS

Come negli altri gran premi, anche in Belgio saranno in programma due zone DRS. L’ala posteriore mobile sarà quindi attivabile in due aree.

La prima sarà situata lungo il rettilineo del Kemmel. Invece, il “detection point”, il punto in cui si rileva il distacco tra le vetture che consente l’utilizzo del DRS se inferiore al secondo si trova in prossimità dell’Eau Rouge.

Infine, l’altra zona DRS sarà fissata presso il breve rettilineo di partenza.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

7 commenti
  1. Kaiser88

    21 Agosto 2013 at 15:44

    Istintivamente avrei pensato fosse a Blanchimont… Il rettilineo di partenza è da sesta bassa… Almeno a Blanchimont non vedremo sorpassi “finti”.

    • anonimo

      21 Agosto 2013 at 16:49

      Quotone, da Blanchimont alla Bus Stop era perfetta come zona DRS… sul rettilineo non ha molto senso

    • Bandini

      21 Agosto 2013 at 17:23

      Si, direi che sul rettilineo di partenza è inutile, ma probabilmente per ragioni di sicurezza hanno preferito evitare di far fare Blanchimont ai piloti con il DRS spalancato.

  2. Bandini

    21 Agosto 2013 at 17:20

    Spa è l’unico circuito dove a mia memoria si è sempre superato, anche negli anni in cui la manovra era resa particolarmente difficoltosa dall’altissima efficienza aerodinamica delle vetture. In questa pista, più che in tutte le altre, se ne potrebbe fare tranquillamente a meno.

  3. Kaso

    21 Agosto 2013 at 19:01

    Beh, per fortuna che non l’hanno messa prima del bus stop! Almeno qualche sorpasso vero ci sarà, visto che già hanno ridotto il rettilineo dopo l’eau rouge ad una normale zona DRS come in tutti gli altri circuiti…

  4. Marcoct212v

    22 Agosto 2013 at 10:17

    Mercede strafavorita ancora di più

    • Chau (tifoso Kimi, Hülkenberg e Mercedes)

      22 Agosto 2013 at 11:54

      Aspetterei a dirlo, a Spa c’è un degrado alle posteriori ben maggiore che a Budapest, l’anno scorso erano partiti bene ma poi dopo una decina di giri avevano subito perso posizioni

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati