Frank Williams: “Credo nella top 10 fra qualche gara”

Il parton Williams ha speso parole di elogio per Bottas

Frank Williams: “Credo nella top 10 fra qualche gara”

Come facilmente immaginabile per Frank Williams quella finora vista e vissuta non è stata certo una delle migliori stagioni della sua scuderia, ma di una cosa il mitico patron pare essere soddisfatto, di aver accettato di dare fiducia a Bottas, alla luce anche della sua performance nelle qualifiche del Canada e rinunciare ai soldi e alla visibilità portati da Bruno Senna.

“Valtteri ha chiaramente un grandissimo controllo della vettura e questo è fondamentale in F1 – le sue parole ad Autosport – Senza contare che è un tipo tranquillo, non parla molto e questo perché sa ascoltare soprattutto quando gli vengono dati dei consigli”.

In merito invece alle chance di vedere presto la Williams in una posizione che più le sia addice ha concluso: “Credo che fra qualche gara riusciremo ad entrare nei dieci visto che disponiamo degli stessi mezzi e risorse dei team che ne fanno parte e poi già saper individuare ciò che non va sulla monoposto attuale ritengo sia un buon segno per lo sviluppo futuro e per la nostra possibilità di andarli prenderli. Per quanto concerne l’argomento gomme per noi non è molto importante se verranno apportati dei cambiamenti, alla fine come usura possiamo definirci di centro gruppo”.

Chiara Rainis

Frank Williams: “Credo nella top 10 fra qualche gara”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

4 commenti
  1. ivan

    13 giugno 2013 at 17:27

    sempre un grande!!
    Signore quando vince e quando perde.
    Se dovessi scegliere contro quale squadra giocarci il mondiale, direi sempre Williams.

    In bocca al lupo!!

  2. A75X

    13 giugno 2013 at 18:59

    Tifo Williams da sempre, anche in questi momenti di buio, fa piacere sapere che lo stile di Frank è apprezzato da altri tifosi….
    Non so se riuscirà a vedere il suo team tornare tra I grandi, il gap è troppo ampio, ma fa poacere vedere come da signori si è presente con umilta e stile, anche quando, abituati a vincere, e vincere tanto, non si vence più.

  3. ivan

    13 giugno 2013 at 22:15

    ….è io sono ferrarista, ma quel che è giusto è giusto..

  4. pecos64

    15 giugno 2013 at 18:23

    Premesso che quando parla Frank per me è come sentire parlare un padre per il grande rispetto che ho nei suoi confronti, mi permetto di dire che a tutti coloro che hanno nel cuore la Wiliams, non può che aver fatto piacere rivedere una vettura in seconda fila.
    Purtroppo passato il momento dell’entusiasmo, dobbiamo fare i conti con la realtà, che proprio in come è maturato quel terzo posto ci dimostra le difficoltà che la vettura stà palesando, e che guardate bene in considerazione della loro natura continuerà a palesare per tutto il resto del campionato, e forse anche se la notizia è stata ufficilamente smentita bene fà il team a concentrarsi già ora sul rivoluzionario 2014.
    In prova in Canada le condizioni climatiche non hanno permesso ai Team tradizionalmente più forti, il raggiungimento di temeprature di esercizio delle gomme ottimali. Inoltre il fondo stradale reso viscido dall’umidità ha costretto a cercare aderenza con una maggiore inclinazione delle appendici aereodinamiche.
    In questa situazione la nostra vettura, che non ha deportanza meccanica, che conseguentemente stà in strada solo grazie alle appendici aereodinamiche ( chle la frenano in velocità ) e grazie alle gomme, che però si surriscaldano e si ususrano anzitempo limitando le nostre prestazioni e la possibilità di variare le strategie, si è improvvisamente trovata in condizioni simili alle concorrenti.
    Bottas ha quindi potuto dimostrare il suo valore, ma era evidente che il ritorno a condizioni climatiche normali, avrebbe fatto sciogliere come neve al sole il nostro risultato.
    Così purtroppo è stato , e così purtroppo sarà, perchè la mancanza di deportanza meccanica, dovuta ad un progetto basato su un soffiaggio degli scarichi poi risultato illegale alla vigilia dell’inizio del campionato, determina una situazione per cui ho rifai completamente la macchina, oppure cerchi di sopravvivere studiando nuove appendici aereodinamiche, che possono solamente e leggermente risolvere il problema, mantenendo di fondo comunque la macchina compeltamente inefficiente.
    Complimenti comunque a Bottas, e riflessioni su Maldonado che pur messo in difficoltà dalla vettura, ci agiunge del proprio non rinunciando a sbattere ogni GP contro qualcosa o qualcuno.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati