Formula 1 | Brawn ricorda i suoi anni in Ferrari: “L’aria che si respira attorno alla Scuderia non si trova da nessun’altra parte”

Sulla separazione al termine del 2007 ha aggiunto: "Era il momento giusto per salutare"

Formula 1 | Brawn ricorda i suoi anni in Ferrari: “L’aria che si respira attorno alla Scuderia non si trova da nessun’altra parte”

In una chiacchierata concessa alle colonne di racefans.net, Ross Brawn ha ricordato alcuni dei momenti più belli vissuti con i colori della Ferrari, sottolineando come il podio di Monza sia qualcosa di assolutamente inarrivabile in termini di sensazioni ed emozioni. L’aria che si respira attorno alla Scuderia, infatti, non si trova da nessun’altra parte e proprio questo aspetto rende la Scuderia unica al mondo.

Ecco le parole di Ross Brawn: “Ho avuto la fortuna di salire sul podio di Monza, quando la Ferrari è riuscita a cogliere il successo, e non esiste sensazione migliore di vedere la grande folla e l’enorme passione dei fan. Quando camminavo all’interno dell’Aeroporto di Bologna venivo lodato e riempito di complimenti e questo non accadeva in nessun’altra parte del mondo”.

Il braccio destro di Chase Carey ha successivamente ricordato l’addio alla Rossa nel 2007: “Ho avuto un anno libero e detto in tutta sincerità avrei fatto molta fatica a trasferirmi direttamente in un altro team. Ho fatto dieci anni in quella Scuderia e mi sentivo in diritto di fermarmi. Non volevo lasciare in circostante difficile e quindi è stata una situazione perfetta”.

Sulla storia della Ferrari ha aggiunto: “Adoro la loro storia, ovviamente. Enzo Ferrari non si è seduto dicendo ”voglio creare un impero ed è così che lo farò’, ma ha fatto evolvere la squadra nel corso del tempo, diventando il costruttore più famoso di auto da corsa. Aver scritto un pezzettino di questa storia è qualcosa di molto speciale”.

Formula 1 | Brawn ricorda i suoi anni in Ferrari: “L’aria che si respira attorno alla Scuderia non si trova da nessun’altra parte”
5 (100%) 6 votes
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati