Ferrari, Raikkonen risponde a Bottas: “Inutile piangere, siamo qui per correre”

Kimi show: "Non sarei rimasto se non pensassi di poter battere Vettel, non so se useremo qui la quinta PU"

Ferrari, Raikkonen risponde a Bottas: “Inutile piangere, siamo qui per correre”

E’ un Kimi Raikkonen particolarmente chiacchierone e pimpante quello che si presenta nella consueta conferenza stampa FIA del giovedì.  Il pilota della Ferrari – incalzato dai giornalisti sulla manovra ai danni di Sochi ai danni di Valtteri Bottas, con conseguente contatto e penalità all’arrivo- ha risposto in modo deciso, restando fermo sulle sue posizioni. Un incidente di gara per Kimi, che accetta la penalizzazione subita senza però condividerla e a Bottas (seduto dietro di lui) dice in modo abbastanza diretto di non piagnucolare troppo.

“Ci sono state delle discussioni dopo il contatto e alla fine mi è stata attribuita la responsabilità per quanto accaduto, ma tutto ciò non cambia la storia, così va la vita e queste sono le corse – ha affermato Raikkonen –  Io non mi sento colpevole di quanto accaduto. Ho visto che Valtteri chiudeva troppo tardi la porta, ma ci stavo già provando, la manovra era già iniziata e forse lui non si aspettava il mio attacco lì. Credo però sia inutile piangere dopo le gare, d’altronde noi stiamo qui per correre”.

Kimi è anche convinto di poter battere Vettel nel 2016, riuscendo a mettere a posto tutti i pezzi di un puzzle qualche volta troppo complicato da comporre durante questa stagione: “ Quest’anno per me non è andata sempre come mi aspettavo, sono certo che possiamo migliorare, prima o poi faremo andare tutto in modo liscio e lotterò alla pari con Seb per tutto il fine settimana, se non credessi di poterci riuscire non sarei ancora qui”.

Un passaggio anche sul futuro della categoria, con Raikkonen che chiede ciò che vogliono i più, ovvero monoposto più veloci: “Ovviamente la F1 deve essere la massima categoria dell’automobilismo, quella con le macchine più veloci al mondo. Non possiamo permetterci di avere su alcune piste le GP2 così vicine, dobbiamo tornare ad essere più veloci. Sarebbe più divertente per noi e per gli spettatori. Dobbiamo migliorare anche il rumore, qualcosa deve cambiare se vogliamo rendere le gare più emozionanti e affascinanti per il pubblico”. 

Raikkonen inoltre conferma che sarà utilizzato un quinto motore, ma non svela se la Ferrari lo utilizzerà già nell’imminente GP degli Stati Uniti: “Già dall’inverno sapevamo di dover usare cinque motori, quindi la cosa non mi sorprende. Ma non so dirvi se lo monteremo qui, questo lo decidera la Scuderia“.

Antonino Rendina

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

4 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati