Ferrari: Poker di vittorie nel deserto del Bahrain

Ferrari: Poker di vittorie nel deserto del Bahrain

Quello che si corre domenica è il decimo Gran Premio del Bahrain. La gara si è sempre corsa sul tracciato di Sakhir la cui lunghezza però è cambiata nel corso degli anni. La Ferrari ha vinto in quattro occasioni su nove, quindi nel 45% dei casi.

Il primo successo è arrivato nel 2004, alla prima edizione. La Ferrari vinse per dispersione degli avversari. Uno dopo l’altro i rivali di Michael Schumacher e Rubens Barrichello, sempre al comando, sparirono dalle posizioni di vertice e così arrivò la doppietta numero 63 nella storia del Cavallino.

La Ferrari tornò a vincere nel 2007 trascinata da un Massa in stato di grazia. Felipe dominò fin dal sabato conquistando la pole position mentre in gara fu imprendibile per tutti. Il pilota di San Paolo giunse davanti alla McLaren di Lewis Hamilton e all’altra F2007 di Raikkonen, ottenendo il primo dei quattro hat trick finora conquistati in carriera.

Massa concesse il bis l’anno seguente, quando la Ferrari tornò a fare doppietta. Felipe precedette infatti Raikkonen e la BMW Sauber di Robert Kubica rilanciandosi in campionato dopo i due zeri di inizio stagione.

Il Gran Premio del Bahrain 2010 segnò il debutto di Fernando Alonso sulla Ferrari. In quell’anno la gara si corse sulla versione del circuito costruita per le competizioni Endurance, lunga oltre sei chilometri ma estremamente tortuosa. Fernando e Felipe fecero doppietta, l’ottantesima per Maranello, mentre lo spagnolo entrò nel ristretto club dei vincitori all’esordio in rosso raggiungendo Juan Manuel Fangio, Mario Andretti, Nigel Mansell e Kimi Raikkonen.
Lo scorso anno il Gran Premio del Bahrain è stato un concentrato di sfortuna per la Ferrari. Fernando Alonso fu ottavo dopo avere avuto dei guai con il DRS, Massa forò due volte e chiuse 15°.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

9 commenti
  1. antonio6840

    31 Marzo 2014 at 17:39

    Teniamo duro, ma non si può sempre vivere di ricordi; queste celebrazioni pre-gran premio mi sembrano fuori luogo e poi…. portano una sf…. pazzesca!
    Antonio

    • Federico Barone

      31 Marzo 2014 at 19:10

      Hai ragione… 😀 ho pensato quasi la stessa cosa. Ad ogni modo avrei preferito un semplice articolo con le statistiche di questa gara, senza particolare riferimento ai successi rossi, che sono ormai lontani anni luce. È come girare il coltello nella piaga. Non so se poi porti anche sfortuna, se così fosse questa “mania” di pubblicare certi articoli sarebbe veramente diabolica. 😉

  2. frency

    31 Marzo 2014 at 19:34

    Per adesso ci sono rimasti i ricordi.
    speriamo che piu in avanti si diano una svegliata. forza ragazzi.

  3. -Leon-

    31 Marzo 2014 at 19:42

    basta, non vogliamo + questi articoli

    portano una sfiga pazzesca

  4. tolanto

    31 Marzo 2014 at 22:27

    voglio essere ottimista in questa gara andremo forte come nel 2012 . non sto scherzando perchè questa pista presenta lunghi rettilinei tante curve lente una sola curva veloce e alonso dice che non ci saranno sviluppi.

  5. kimi79raikkonen

    31 Marzo 2014 at 23:07

    se se ferrari ha fatto poker di vittorie facili facili

  6. amico di frederick

    1 Aprile 2014 at 09:17

    e basta con questo amarcord! non viviamo nel passato ma nel presente! quest’anno la ferrari non vince nemmeno se trainata al traguardo da una Mercedes!

    • lor

      2 Aprile 2014 at 08:01

      La Ferrari può vincere solo se la gara se la giocano ai dadi.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati