Ferrari: l'importanza del transfert tecnologico tra le corse e la produzione di serie

Ferrari: l'importanza del transfert tecnologico tra le corse e la produzione di serie

Nel pomeriggio di oggi, presso la Sala Stampa dell'Autodromo del Mugello, si e' svolta la consueta conferenza stampa che suggella la conclusione della stagione di Corse Clienti nei suoi Campionati mono e plurimarche.
Presenti all'incontro, L'Amministratore delegato della Ferrari Jean Todt, il Direttore Generale Amedeo Felisa, Antonello Coletta, Responsabile delle Attivita' di Corse Clienti, nonché Amato Ferrari e Giuseppe Risi responsabili, rispettivamente, del Campionato europeo FIA GT e della serie statunitense ALMS.

In apertura, l'intervento di Jean Todt che ha espresso soddisfazione per la recentissima conclusione del Mondiale di Formula 1 che si accompagna ai risultati sempre piu' positivi ed incoraggianti raggiunti dalla Ferrari in ambito commerciale. Fondamentale, da questo punto di vista, e' anche l'interazione con il mondo delle corse, che trova nelle gare riservate ai clienti sportivi del Cavallino Rampante fortissimi spunti dal punto di vista dell'evoluzione tecnologica. "Anche l'accordo raggiunto dalla Ferrari con la A1 GP per la fornitura dei propulsori e la consulenza su diversi aspetti tecnici, a partire dalla stagione 2008-2009, testimonia questo successo" – ha continuato l'Amministratore Delegato della Ferrari, sottolineando anche altre iniziative come il prolungamento del programma clienti per le FXX e i meticolosi programmi di certificazione che avvengono nelle officine dell'Ente Ferrari Classiche.

La parola e' passata poi ad Amedeo Felisa, il cui intervento e' stato incentrato sulla dimostrazione dell'esistenza di un "filo comune" molto forte e non riconosciuto a sufficienza, che lega le diverse esperienze offerte dalla Ferrari che, senza mai trascurare la soddisfazione finale dei suoi clienti sportivi, vi unisce lo sviluppo delle soluzioni tecnologiche sperimentate in gara per poi trasferirle, nel piu' breve tempo possibile, alle vetture di serie. "In particolare, ha sottolineato Felisa, alcuni elementi tratti dalle esperienze compiute nella ALMS e nel Campionato FIA GT sono stato applicati alla concezione e allo sviluppo della 430 Scuderia, presentata l'11 settembre scorso al Salone di Francoforte, la vettura stradale piu' prestazionale mai costruita a Maranello. Altri temi, di contro, sono stati anticipati dalla stessa 430 Scuderia per poi essere utilizzati l'anno prossimo nei vari Trofei riservati ai clienti sportivi. Non va inoltre dimenticato che i programmi di sviluppo tecnico previsti per i principali Campionati internazionali come, per esempio, la ALMS ed il Fia GT vedranno nei prossimi 4 mesi altri interventi importanti nelle vetture del programma GT2, specie per quanto riguarda il propulsore, l'elettronica ed il diffusore che si andranno ad aggiungere ad un sostanziale miglioramento del controllo di trazione, a dimostrazione di come i contenuti tecnologici siano in costante evoluzione, al pari della sinergia tra il mondo dello sport e quello della produzione di serie.

Quanto – tornando all'accordo con la serie A1 GP – alla possibilita' per l'Italia, o addirittura per l'autodromo del Mugello, di ospitare una gara del Campionato, Antonello Coletta ha ribadito la considerazione dell'ipotesi in termini estremamente positivi. Quanto ai dettagli tecnici, Felisa ha invece chiarito che la fornitura dei propulsori prevedera' un'unita' da 600 cavalli ad iniezione diretta, derivato dal V8 che attualmente equipaggia la 430 Scuderia.

In conclusione dell'incontro, alcune cifre importanti che danno la dimensione del fenomeno del Challenge, giunto al 15esimo anno di attivita': 50 iscritti al Ferrari Challenge Italia, con una media di 32-33 partecipazioni per gara; piu' di 60 presenze al Ferrari Challenge Europa, con 70 iscritti, e una partecipazione di piu' di 30 unita' alla serie nordamericana, ottimo risultato, considerata anche la difficolta' logistica del Nord America. Il ritorno in termini di immagine dei successi della Formula 1 e' stato sottolineato come un elemento che garantisce affidabilita' al cliente nell'acquisto di vetture stradali, confermando che la Formula 1 "e' un investimento, non una spesa", come ha sottolineato lo stesso Felisa.

Complimenti espressi al Team Risi, infine, capace di realizzare in ALMS l'en plein con la Coppa Costruttori, ottenuta assieme al Campionato Piloti, grazie anche alla splendida vittoria di Sebring ed al secondo posto di Le Mans. Altrettanta gratitudine per il team AF Corse Motorola, anche egli campione Marche e Piloti (con ben 9 affermazioni su 10 gare) nella classe GT2 del mondiale FIA GT.

Ferrari

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati