Ferrari, ancora incertezza sulla flessione dell’ala di Massa

Ferrari, ancora incertezza sulla flessione dell’ala di Massa

La Ferrari ha ammesso di non conoscere ancora le cause della flessione accentuata dell’ala anteriore di Felipe Massa.

A due settimane dal debutto della nuova ala anteriore che in India aveva attirato l’attenzione degli addetti ai lavori per l’eccessiva flessibilità, tanto da produrre scie di scintille in determinati punti del tracciato, il fenomeno si è ripetuto oggi sul lungo rettilineo di Abu Dhabi durante le prove libere.

“La realtà è che abbiamo riscontrato qualcosa di non corretto in termini di struttura dell’ala ma sembra sia ancora un problema” ha dichiarato Stefano Domenicali. “Un problema che non abbiamo ancora risolto”.

Domenicali ha aggiunto: “Ho degli ingegneri con molta più esperienza di me e sanno che un effetto su un’ala anteriore può dipendere da molte cose. Dipende dal set-up della vettura, dalla pressione delle gomme e così via. Forse è una combinazione di tutti questi elementi che i nostri ingegneri devono comprendere pe poter reagire visto che non è un qualcosa che avremmo voluto vedere”.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

29 commenti
  1. AndroValdastere

    11 novembre 2011 at 20:53

    che finto ingenuo……imbroglia e, nonostante ciò, rimedia figure barbine. VIA DOMENICALI E GLI ITALIANI DALLA FERRARI

  2. Federico Barone

    11 novembre 2011 at 21:00

    Io resto del parere che l’assetto sia la causa del problema, lo scrissi anche in occasione delle prove in India. Sulla vettura di Alonso non ha lo stesso comportamento… e immagino che abbiano anche provato a scambiarli.

    • Federico Barone

      11 novembre 2011 at 21:16

    • Frenk

      11 novembre 2011 at 22:15

      Anch’io mi sono fatto questo ragionamento,magari Massa preferisce un’incidenza del profilo(carico)inferiore rispetto ad Alonso e quando poi l’ala flette tende a “sfarfallare”?

      • luciano

        12 novembre 2011 at 12:18

        perchè scusa?? l’ ala di massa è andata in “risonanza” all improvviso, con entrabi i lati dell’ alettone, è tutto l’ anno che si parla di fantomatici cavi nelle ali red bull, ora che dico che la ferrari potrebbe star sperimentando una cosa del genere sarei un pazzo??

      • Frenk

        12 novembre 2011 at 16:14

        ???
        Quando mai ti ho dato del pazzo,Forse non eri rivolto a me?

      • quickest

        12 novembre 2011 at 18:38

        forse, ma se fosse cosi allora in Ferrari saprebbero qual’e’ la ragione e avrebbero detto questione di assetto differente?

  3. luciano

    11 novembre 2011 at 21:04

    la cosa strana è che dopo l’ impatto, in india, l’ ala di massa, ha iniziato a flettere in maniera molto piu accentuata, era danneggiata, ma sembrava di fosse rotto una specie di sostegno che la rendesse rigida(cavetti che la tengono in tensione??), perché la rigidità dovrebbe essere una caratteristica di tutta l’ ala, e quindi è indipendente da danni alle paratie laterali, o ai sostegni

    • Red john

      12 novembre 2011 at 11:02

      scusa ma non riesco a trattenermi hahahahahahHAHAHAHAHAHAHAHAhahahaahahhAAHhahABUABAUHAUBAUBSUAHYuabUHa

  4. Frenk

    11 novembre 2011 at 21:09

    Signori, la risposta è semplice!
    La Ferrari di Massa monta l’ala “rubata” a Webber a Monza,per Alonso invece c’è un’ala di Vettel 🙂 🙂 🙂

  5. konradkid

    11 novembre 2011 at 22:10

    Che diamine, se non capiscono nemmeno loro il problema, siamo messi male…!!! Ma che razza di staff tecnico hanno? E i limiti della vettura attuale rispetto a RB e MC li hanno capiti? No perchè altrimenti c’è da preoccuparsi…

    • Federico Barone

      11 novembre 2011 at 22:19

      Di preoccupante ci sono i continui giochi di potere in parlamento (non hanno ancora capito che il tempo è scaduto?).

      😉

      Certo, sportivamente parlando hai ragione. Ma quelli sono i tecnici che ha la Ferrari in questo momento… bisogna avere pazienza. Altri tecnici, magari migliori (ma non è così facile stabilirlo) sono impegnati altrove.

      Wait and see…

  6. mos

    11 novembre 2011 at 22:18

    ma smettiamola di dire balle!!!massa sta provando le cose estreme perla macchina del prossimo ann ovviamente non is fanno test e la stagione e finita ma daot che massa salire sul podio manco ci pensa allora e lui che deve provare tutto..domenicali non dire balle evita di che quest annociela siamo prese e che stiamo correndo ora solo per provare!!!!

  7. David

    11 novembre 2011 at 23:13

    Domenicali ha aggiunto: “Ho degli ingegneri con molta più esperienza di me”

    per forza sei ragioniere il tuo mestiere è lavorare nel settore contabilità clienti e recupero crediti non direttore della gestione sportiva Ferrari.

  8. Robindoh

    12 novembre 2011 at 00:48

    E se la ferrari stesse provando struttire dei materiali e/o soluzioni nuove sulla ferrari di massa, tanto non hà nulla da perdere, mentre si tengono la vettura di alonzo con soluzioni piu ” sicure”?

    • Mechè(tifoso Massa)

      12 novembre 2011 at 02:11

      hai centrato la causa di tutto…bravo!una squalifica per Massa non sarebbe una grave perdita per la Ferrari…invece il possibile secondo posto di alonzo in campionato si!!!secondo voi Santamerd pagherebbe la Ferrari dop unasqualifica di astronzo?NO!!!quindi tocca a Massa fare il lavoro sporco!!!

  9. francesco30

    12 novembre 2011 at 08:03

    BUONA FEDE O MENO, VANTAGGI REALI O NO, MA NON SAREBBE MEGLIO TOGLIERLA DALL’AUTO PRIMA CHE QUALCUNO SI FACCIA MALE???????

  10. ziwa

    12 novembre 2011 at 09:35

    Certo che se i presupposti per la vettura 2012 sono questi povera Ferrari! Ho come l’impressione che stiano ancora una volta copiando le soluzioni degli altri,ma cercare di inventarsi qualcosa di innovativo no? Poi per quanto riguarda Domenicali mi sembra un dilettante allo sbaraglio,è capace solo di dire frasi fatte prive di sostanza…

    • Red john

      12 novembre 2011 at 11:03

      non c’è niente di meglio di prima mattina che venire qui a farsi due risate con le baggianate che dite hahahahahahahahahahahaha

      • quickest

        12 novembre 2011 at 18:42

        sei ingegnere in Red Bull? Anzi, devi essere Newey in incognito, dato che da come parli sai tutto tu. Quanti anni hai?

      • Red john

        12 novembre 2011 at 19:40

        quickest non sarò un matusa, ma credimi, posso dire senza presunzione che la parte tecnica non ha molti segreti per me, al contrari di altri che scrivono qui sopra!

      • quickest

        12 novembre 2011 at 22:43

        benissimo, qual’e’ la risposta definitiva alla questione dell’ala di Massa allora?

      • quickest

        13 novembre 2011 at 09:09

        professore, non mi hai ancora risposto…

      • Red john

        13 novembre 2011 at 12:11

        scusa quickest, non passo la mia vita su questo sito, la risposta alla flessione dell’ala di massa credo possa essere trovata in un difetto di fabbricazione dell’ala stessa, non so se hai qualche nozione sulla fibra di carbonio, se non ce l’hai prova ad informarti, più che una flessione quella di massa sembra sia un’oscillazione anche abbastanza regolare, come se l’ala andasse in risonanza. grazie e buona domenica anche te!

      • Frenk

        13 novembre 2011 at 13:27

        Comunque nelle prove libere ad Abu Dhabi anche l’ala di Webber ha preso ad oscillare come quella di Massa,quindi si puo dire che:
        1)La Ferrari ha copiato fin troppo bene l’ala Rbr,difetti inclusi.
        2)La Rbr ha copiato l’ala della Ferrari.
        3)Voglio insistere,l’ala di Massa è quella di Webber…

      • Red john

        13 novembre 2011 at 15:45

        o molto più semplicemente, i due team hanno creato due ali molto simili, partendo da progetti propri senza scopiazzare nessuno, che è la cosa più ovvia per chi ha un minimo di senso di orientamento in questo sport!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati